Alfa Romeo Stelvio: caratteristiche, interni e prova delle 2.0 Turbobenzina e 2.2 Turbodiesel - VIDEO
Prove su strada

Alfa Romeo Stelvio

Benzina contro diesel: Ti e Veloce a confronto - VIDEO

Alfa Romeo Stelvio
Benzina contro diesel: Ti e Veloce a confronto - VIDEO
Chiudi

ALFA ROMEO Stelvio Listino

Prezzo
€ 59.500
Motore
L4 turbobenzina 1.995 cm3
Potenza
148 kW/201 CV

ALFA ROMEO Stelvio Listino

Prezzo
€ 64.200
Motore
L4 turbodiesel 2.143 cm3
Potenza
154 kW/210 CV

A tre anni dal lancio, l'Alfa Romeo Stelvio si rinnova per mantenersi al passo con i tempi. Ora può contare su un impianto multimediale più moderno e completo, ma anche su Adas arricchiti capaci di assicurare la guida assistita di livello 2. Ma andiamo per ordine. Le altre novità della MY2020 si notano subito, appena si apre la porta. Designer e ingegneri della qualità si sono dati da fare: i primi hanno rivisto il layout del tunnel e della leva del cambio, mentre i secondi hanno reso più compiuto l'insieme dal punto di vista degli accoppiamenti e, più in generale, della realizzazione. La plancia e i fianchetti delle porte, ricoperti di materiali pregiati, e i sedili ben sellati, con un bellissimo logo impresso a caldo sull'appoggiatesta, rendono l'ambiente accogliente e lussuoso, anche se alcuni dettagli restano un filo sottotono.

La nuova Alfa Romeo Stelvio: in prova sulle Alpi!

A proposito dell'infotainment. Il nuovo infotainment non è rivoluzionario, però un passo avanti senza dubbio lo fa. Con la manopola ci si muove sicuri tra menu inediti per grafica e logica, che ora prevedono i widget. E, all'occorrenza, si può passare alla modalità touch, che è la novità di maggior rilievo. Insomma, i progressi sono evidenti, anche se sono serviti per colmare il gap rispetto alla concorrenza piuttosto che per segnare nuovi standard in materia. Un'ultima nota sulla retrocamera, la cui definizione continua ad accusare l'assenza dell'HD: le immagini sul display non sono né ampie né particolarmente definite e, a dirla tutta, ci vorrebbero (almeno a richiesta) le telecamere a 360°.

2020-alfa-romeo-stelvio-06

La magia di sempre. Su tutto ciò che è legato alla dinamica di guida non si discuteva nel 2017 e non si discute neppure adesso. L'unico ritocco della MY2020 riguarda le geometrie dell'avantreno: per avere la massima rapidità dello sterzo, finora sulle Giulia e Stelvio era necessario accettare leggeri (e fisiologici) saltellamenti nelle manovre, un difetto che accomunava queste Alfa alle Porsche. Ora, questo non accade più. La buona notizia è che l'aggiornamento non ha rubato proprio nulla in termini di handling: la guida della Stelvio rimane limpida, pulita, perfetta. In una parola, straordinaria. La magia che si instaura tra le ruote anteriori e quelle posteriori è sempre unica e anche lo sterzo continua a non avere paragoni, con quel suo mix inarrivabile tra prontezza, precisione e progressività. Appena muovi il volante, l'avantreno s'infila in traiettoria con una leggerezza entusiasmante e si appoggia proprio là dove gli hai chiesto di farlo, con le ruote posteriori graniticamente capaci di assecondare anche le richieste più perverse.

2020-alfa-romeo-stelvio-38

L'uno o l'altro. Benzina o diesel, in un certo senso importa poco: entrambi i motori si capiscono alla perfezione con il cambio, formando una coppia di grande rilievo. Il 2.2 turbodiesel ha poche vibrazioni e fa sentire tonalità che dimostrano la sua natura a gasolio soltanto a freddo. In compenso, prende i giri alla grande, è prodigo di coppia e, a suo modo, persino capace di allungare, cosa che per un diesel non è quasi mai facile. Il 2.0 benzina, invece, stupisce per la naturalezza con la quale scioglie le briglie ai suoi 201 cavalli, che in fondo non sono tantissimi se si considerano massa, trazione integrale e sezione frontale. Ma tant'è: finiscono per sembrare persino più di quelli che sono.

Prova ripresa da Quattroruote di marzo 2020, n. 775

Pregi e difetti

ALFA ROMEO Stelvio

Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti

Pregi

Dinamica. Il modo in cui si muovono, la velocità con cui rispondono: è un vero piacere guidarle.

Confort. L'abitacolo è ben isolato. Sulle Stelvio si viaggia bene.

Difetti

Dotazioni. Mancano alcuni accessori importanti per auto di questo rango.

Consumo. Con il benzina, se si spinge, sale parecchio.

ALFA ROMEO Stelvio

Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce

Pregi

Dinamica. Il modo in cui si muovono, la velocità con cui rispondono: è un vero piacere guidarle.

Confort. L'abitacolo è ben isolato. Sulle Stelvio si viaggia bene.

Difetti

Dotazioni. Mancano alcuni accessori importanti per auto di questo rango.

Consumo. Con il benzina, se si spinge, sale parecchio.

Velocità

Massima

Accelerazione

0-60 km/h
0-100 km/h
0-120 km/h
0-130 km/h
0-140 km/h
0-150 km/h
0-160 km/h
400 da fermo
Velocità d'uscita (km/h)
1 km da fermo
Velocità d'uscita (km/h)

Ripresa

(a min/max carico)

70-90 km/h
70-100 km/h
70-120 km/h
70-130 km/h
70-140 km/h

Frenata

100 km/h a minimo carico
100 km/h su asfalto asciutto + pavè
100 km/h su asfalto bagnato + ghiaccio

Consumi

90 km/h
100 km/h
130 km/h

Percorrenza media e Autonomia

STATALE
AUTOSTRADA
CITTÀ
MEDIA RILEVATA
MEDIA OMOLOGATA
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
213,3 km/h
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
2,9 s
7,3 s
10,4 s
12,3 s
14,5 s
17,1 s
20,4 s
15,2 s
143,0
28,4 s
179,2 s
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
3,1/3,3 s
4,4/4,8 s
7,8/8,4 s
9,9/10,6 s
12,1/13,1 s
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
39,6 m
44,8 m
95,5 m
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
15,4 km/l
14,0 km/l
10,3 km/l
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
11,5 km/l
736 km
10,8 km/l
691 km
9,3 km/l
596 km
10,4 km/l
665 km
14,3 km/l
914 km
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce
210,0 km/h
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce
2,6 s
6,8 s
9,9 s
11,8 s
14,0 s
16,5 s
19,5 s
14,8 s
143,4
28,0 s
180,0 s
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce
3,1/3,3 s
4,5/4,9 s
7,6/8,3 s
9,7/10,6 s
11,8/13,0 s
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce
39,2 m
44,0 m
93,1 m
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce
19,8 km/l
18,0 km/l
13,3 km/l
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce
14,3 km/l
830 km
14,0 km/l
809 km
12,1 km/l
703 km
13,3 km/l
772 km
17,9 km/l
1.036 km

Dati dichiarati

Prezzo
Motore
Potenza kW
Potenza CV
Consumi Omologato
Consumi Rilevati
Costo
Emissioni CO2 Omologato
Emissioni CO2 Rilevati
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
59.500 €
1.995 cm³ L4 turbobenzina
148
201
14,3 km/l
10,4 km/l
15,30 €/100 km
160 g/km
229 g/hm
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce
64.200 €
2.143 cm³
154
210
17,9 km/l
13,3 km/l
11,20 €/100 km
146 g/km
199 g/km
LEGENDA
  • N.P. - Rilevazione non possibile
 
Posto guida
Plancia e comandi
Strumentazione
Infotainment
Climatizzazione
Visibilità
Finitura
Accessori
Dotazioni di sicurezza/Adas
Abitabilità
Bagagliaio
Confort
Motore
Accelerazione
Ripresa
Cambio
Sterzo
Freni
Comportamento dinamico
Consumo
ALFA ROMEO Stelvio 2.0 Turbo 280 CV AT8 Q4 Ti
ALFA ROMEO Stelvio 2.2 T.diesel 210CV AT8 Q4 Veloce

Listino & costi


Per le prove su strada Quattroruote utilizza ENI logo

COMMENTI

  • la potenza riportata è sbagliata
  • Qualità Alfa al di sotto le attese, lontane anni luce dai premium tedeschi, intanto ci sono esemplari che hanno già passato la boa dei 500k Km. Ma al cliente che esige il top, in quanto lui stesso top, certe cose non sono viste come di primaria importanza: siccome ogni gioiello teutonico premiumm che culla il suo deretano, è preso a noleggio a lungo termine (leggi: rate) non fa nemmeno a tempo a perdere l'odore di nuovo che già passa al MY successivo. L'importante sono i fari a led. Rigorosamente premium.
  • 201 - 280 fate voi a piacere..........
  • Purtroppo lo Stelvio ottima macchina(anche se personalmente non compererei una auto"alta"come la Giulia ai vertici delle prove su strada,pagano lo scotto che per anni Alfa è stata messa in un angolo dalla proprietà a parte la 156 ma si parla anni '90 e la MiTo costruita su base della Punto che avrebbe potuto essere una auto sfiziosa coma la A1 derivata dalla Polo ma con prezzi molto più elevati per contenuti ergo:finiture motori ecc con margini in più elevati per il costruttore e invece alla MiTo che era l'Alfa di ingresso come ai suoi tempi lo era Alfasud con un motore boxer più sofisticato del bialbero "Giulia-1750"derivato da quelli degli anni '50 pur con tutti aggiornamenti.hanno osato l'inosabile montando seppur per poco il bicilindrico della Panda.Quando negli anni '60 e '70 Alfa era ai vertici della tecnica Audi non esisteva,WV aveva a listino il maggiolino visto da Hitler poi la Golf con meccanica copiata pari pari da 128 come disse Giugiaro quando andò per discutere come fare la Golf vide in una stanza la meccanica 128 smontata nel pavimento e le BMW si ribaltavano in parcheggio con le tenuta di strada che avevano.Questi ci hanno messo 40 anni per farsi una immagine di lusso e tecnocologia ergo:macchine desiderate anche se come affidabilità sono in testa i giap anche come costo contenuti per manutenzione.Chissà se la nuova proprietà in maggioranza francese(perchè saranno loro a comandare) avranno pazieneza e soldi da investire in un periodo dove il mondo va a velocità ridotta e nessuno sa con certezza quando ripartirà ! Chi scrive è uno che non ha mai acquisto marchi tedeschi ma Alfa negli anni '70 e '80 per poi passare ai giapponesi e da quel giorno problemi di affidabilità 0.Poi i modelli piaceranno si o no questione di gusti d'altra parte HONDA si vanta di essere una"fabbrica di motori" poi non tiriamo in ballo la F1 di ora dove questi costosissimi e complicatissimi turbo ibridi non troveranno mai applicazioni su auto per tutti anche se FIA ci vuole fare credere che la F1 è il laboratorio per portare un domani la tecnologia su auto per tutti. P.S ABS non è partito dalla F1
     Leggi risposte
  • Poi si sa in fca sono così avanti che già nel blocco tutto del 2015...e con le NON decisioni prese in seguito avevano già previsto la crisi 2020 del coronavirus...
  • Stelvio è un ottima auto unica alfa attualmente vendibili. Peccava in adas, led, infotement, ibrido e alcune finiture ... Il piccolo aggiornamento my ha rimediato negli adas, cmq non di serie, come infotement in parte, come led, ibrido zero come alcune finiture zero solo in piccolissima parte e non lo dico io ma quattroruote. Quello che invece proprio è pessimo da parte del marketing fca che si occupa di alfa è che a parità hanno aumentato i prezzi di circa 3000 euro...mentre audi su q5 ha aggiunto mhev, utile solo per i blocchi/bolli, e ha tenuto i prezzi fermi anzi per le versioni più accessoriate li ha diminuiti...
  • Non sembra un restyling degno di questo nome, ma col senno di poi, vista la situazione di emergenza che si è nel frattempo instaurata con l'inevitabile depressione del mercato, è probabile si riveli come una scelta per nulla negativa. Insomma, la Stelvio con i nuovi motori, ancora "più giusta" dell'attuale, arriverà la prossima primavera...
  • Non bisogna essere dei geni, ma se vuoi vendere ed avere successo, devi proporre un prodotto che sia allo stesso livello o migliore di quello dei tuoi diretti concorrenti. Giusto un po’ di make-up non porterà alcun cambiamento alla situazione disastrosa in cui si trova l’Alfa, basti pensare che la Mercedes GLC, un po’ più costosa della Stelvio vende 10 volte tanto … la domanda che io mi pongo è se Tavares, visto che il management di FCA non ci mette ne troppo impegno ne denaro, sarà disposto ad investire nel marchio, altrimenti l’Alfa Romeo rischia seriamente di sparire …
  • @Silvano Plebani: l' Alfa che conosciamo oggi, espressa dai modelli Giulia e Stelvio, è la diretta conseguenza delle ultime volontà (vista la prematura scomparsa) di Sergio Marchionne, cioè di recuperare la storica supremazia del marchio in fatto prestazioni. Tale orientamento impone talvolta delle scelte, per cui l' asse anteriore a quadrilateri, senza dubbio il migliore in termini di performance, può avere degli effetti collaterali soprattutto se tarato in chiave sportiveggiante piuttosto che in chiave confort. Uno di questi è appunto il saltellamento, che non è un diffetto, ma piuttosto una caratteristica di una geometria portata al limite per esaltare la guida dinamica. E' chiaro che, dopo tre anni di commercializzazione ed un plafon significativo di vendite, è emerso che la clientela preferisce uno sterzo esente da tale diffetto, Alfa è più che legittimata a correggere il tiro, ma ciò inevitabilmente a discapito di altre caratteristiche, quali appunto la prontezza. Io ad esempio posseggo una classe E con la medesima geometria sull' asse anteriore, e pur non essendo una macchina "spinta" come le Alfa Stelvio e Giulia, con i pneumatici verso fine carriera, soffre della medesima "patologia", ovvero di saltellamenti a ruote completamente sterzate. Sono consapevole del problema, ne soffriva pure la classe E che possedevo in precedenza, ma non baratterei mai questo neo con la maneggevolezza, la precisione, la prontezza a tutte le velocità che offre questo tipo di taratura e geometria rispetto a tutte le altre.
  • la stelvio rossa con cerchi non scuri mi piace moltissimo. un unico appunto per il video: mi sembra che spesso i due suv viaggino u pò troppo attaccati. ok che erano in salita ma forse un pò piu di attenzione alla distanza di sicurezza ci sarebbe stata bene
  • Buongiorno! Da appassionato lettore dagli anni 80 mi permetto fare alcune riflessioni sull’articolo poi sicuramente, se verrò considerato dalla redazione, tutto verrà puntualmente giustificato. È un’ennesima prova della Stelvio: il td 210 cv per la prima volta è stato confrontato con la F Pace nel 2017 con una serie di dati approfondita; oggi mi aspettavo un riferimento iniziale a tale prova per evidenziare in questo articolo i passi compiuti per esempio motore con ad blue che sembra un po’ più lento in velocità e ripresa ma consuma anche meno... tarature o altro? Spiegazione? Le gomme ora sono dei 20 invece che dei 19 del 2017 che giustificano un peso di quasi ben 100kili in più in base ai vostri dati e tutto questo nelle prove dinamiche e frenata mi sembra abbia cambiato qualche equilibrio o non è questo il motivo: parliamone, un accenno almeno considerato il tipo di Suv! Poi gran clamore per sto infotaiment e adas livello 2 che erano la macchia pesante di STELVIO rispetto alla migliore concorrenza tedesca: a chi interessa bene l’approfondimento su infotaiment ma con mio stupore nell’articolo non esiste il test dei sistemi adas per testarne la loro efficacia. Ritengo personalmente fondamentale dare continuità alle prove che effettuate per giustificare differenze di dati, integrazioni o modifiche tecniche come quelle delle sospensioni che appunto sono state citate. Da appassionato vostro lettore mi avete abituato “bene” e mi sono permesso osservare quanto sopra che mi aspettavo leggere in questo articolo
  • Poi si scatenano le lotte fra Alfiattari, wagari/audioti e chi più ne ha, più ne metta. Ho fatto copia incolla di quanto ho letto: Dal punto di vista tecnico, l’unica modifica riguarda la geometria dell’avantreno, rivista per evitare quei fastidiosi saltellamenti che si avvertivano in manovra a ruote completamente sterzate. Allora mi chiedo: ma quando hanno fatto i collaudi, a cosa pensavano? come si fa a mettere in commercio una macchina con un difetto simile? per chi hanno preso il cliente? è forse lui il collaudatore? Da quando ho la patente (e non ho mai avuto auto così blasonate) non mi sono mai incontrato con una macchina che saltella con le ruote completamente sterzate, al massimo potevo sentire il caratteristico rumore di un giunto omocinetico consumato...Non è forse una specie di " sospensioni gate?" tutte le automobili, di qualsiasi costo, vanno incontro, anche a consumi precoci di qualche componente meccanico, ma un difetto di progettazione fatto scontare al cliente finale è inammissibile.
     Leggi risposte
  • Scusate, io ce l'ho da ottobre scorso e sono contento. Ha una guida facilissima, connubio cambio motore eccellente, tenuta superlativa, freni ottimi. Ora quest'ultima versione ha più aggiornamenti elettronici. Per ora non ne posso che parlare bene.Ah, dimenticavo, provengo da Audi e BMW, e devo dire che sotto certi aspetti è molto simile a quest'ultima
  • La prova, sicuramente, interessante.... ora speriamo che esca sto fascicolo di marzo, visto che ancora non è disponibile sull’app.
  • Non sento storie: rossa, senza pacchi o pacchetti sportivi, con interni beige, la Stelvio è sicuramente il suv più bello che ci sia. Il Range Rover non conta ovviamente ahah
  • Quella dorata è del colore perfetto per i rappers, anche se, è probabile che questi la vorranno col pigmento della vernice contenente lo stesso nobile metallo delle catene che portano al collo...... La Stelvio cmq deve tener duro sul mercato perchè fin quando non arriverà la Tonale sarà di fatto l'unico modello a tener vive le vendite europee di tutto il marchio Alfa Romeo. ....... e con gli USA dati evidentemente ormai per persi dal management se è vero che la "Stelviona", destinata principalmente agli yankees, è stata cancellata dai programmi futuri..
  • Parlare di un "rinnovo" della Stelvio a 3 anni dal lancio per il solo fatto che sono stati previsti ora degli equipaggiamenti che dovevano essere presenti sin dall'inizio è a dir poco ridicolo. Altre case automobilistiche "premium" dopo 3 anni fanno un restyling consistente di un modello che impatta esterni , interni e motorizzazioni.
     Leggi risposte
  • ACQUISTA LA PROVA COMPLETA

    In edicola con Quattroruote la prova completa con l'analisi sulle prestazioni, abitabilità, consumi e tanto altro ancora.

    Ultime prove

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca