Prove su strada

BMW Serie 2 Gran Coupé

220d M Sport, quattro porte e consumi ridotti

BMW Serie 2 Gran Coupé
220d M Sport, quattro porte e consumi ridotti
Chiudi

BMW Serie 2 Gran Coupé

Prezzo
€ 47.500
Motore
L4 turbodiesel 1.995 cm3
Potenza
140 kW/190 CV
Consumo omologato
23,8 km/l
Consumo rilevato
19,1 km/l
Emissioni omologate
110 g/km
Emissioni rilevate
139 g/km
Costo per 100 km
€ 6,82
Alternative
AUDI
A3 Sedan 35 TDI S tronic S line edition
Prezzo
42.200 €
MERCEDES
A 220 d Automatic 4p. Premium
Prezzo
43.746 €

Se pensate che le berline siano ormai fuori moda, vi sbagliate di grosso: ultima dimostrazione, in ordine di tempo, la BMW Serie 2 Gran Coupé. La quattro porte tedesca plana sul mercato un bel po’ di anni dopo le tre volumi compatte marchiate Audi (A3 Sedan) e Mercedes (CLA e Classe A Sedan), questo è vero, ma sfrutta un momento propizio per la Casa dell’Elica, tecnicamente parlando: il passaggio, grazie alla piattaforma Faar – nascosta pure sotto la nuova Serie 1 – dalla trazione posteriore a quella anteriore. Costruita con cura e ben dotata per quanto riguarda la tecnologia di bordo, la più piccola della famiglia Gran Coupé ha però mostrato, su strada, un telaio meno affilato rispetto a ciò che ci si aspetterebbe da una BMW.

2020-bmw-serie-2-gran-coupe-32

L’importanza delle berline. Dal punto di vista puramente stilistico, il terzo volume, sulla carrozzeria di un’automobile, è elemento delicato da maneggiare. Specie se, da paraurti a paraurti, non c’è una quantità enorme di centimetri. Tuttavia, con i suoi 4,53 metri di lunghezza, la BMW Serie 2 Gran Coupé non ha complicato troppo la vita ai designer. Che sono riusciti, nonostante le quattro porte (con la finezza dei finestrini privi di cornice) a donarle un certo slancio, nella vista di profilo.

2020-bmw-serie-2-gran-coupe-40

Le particolarità del design. Tuttavia, il lunotto così inclinato – e il giro porta basso – costringono i più alti a piegare in modo innaturale il collo per accomodarsi sul divano posteriore. Una volta dentro, poi, la disponibilità di centimetri non è esagerata (specie se è presente il tetto panoramico, optional da 1.200 euro montato sull’auto in prova) e la testa di chi siede dietro sfiora facilmente il padiglione. Nella media il bagagliaio che, con 363 litri, ne ha 44 in più rispetto a quello della Serie 1, ma una quindicina in meno di quanto può vantare una Classe A Sedan.

2020-bmw-serie-2-gran-coupe-06

Visibilità scarsa. La plancia, ripresa pari pari dalla Serie 1 (e da gran parte della gamma), sfrutta alla grande la multimedialità: se la versione più evoluta dell’iDrive continua a piacerci, per quanto riguarda il quadro strumenti qualcuno, dalle parti di Ingolstadt, continua a far meglio. A ogni modo, la posizione di guida è esattamente come deve essere su un’auto così: bassa, con il volante quasi verticale e ampie possibilità di regolazione. Meno rosea la visibilità posteriore: meglio scegliere la telecamera (310 euro, i sensori anteriori e posteriori sono di serie). Finché si viaggia senza esagerare, la 220d M Sport si dimostra una fedele compagna di strada, con sospensioni piuttosto gentili e un buon isolamento dai rumori esterni. Unica eccezione, qualche fastidioso fruscio a partire da 120 km/h.

2020-bmw-serie-2-gran-coupe-25

Dialoghi difficili. Trattandosi di BMW, vien voglia di esplorare cosa sono in grado di fare i 190 cavalli del due litri turbodiesel: pur non avendo velleità corsaiole, si tratta di un motore capace di archiviare la pratica dello 0-100 km/h in 7,7 secondi, giusto per rendere l’idea. La brillantezza è assicurata anche dal cambio automatico a otto rapporti, che ha il solo difetto di non vantare, di serie, i paddle al volante (costano 160 euro). Il telaio, invece, ci è sembrato meno in palla: al limite, si affida un po’ troppo all’elettronica. Che, fra l’altro, è totalmente escludibile. Lo sterzo è poi sì rapido, ma non altrettanto progressivo. Si ha, insomma, l’impressione che avantreno e retrotreno non si parlino in modo proficuo: il piacere di guida ne risulta penalizzato. Ci si può consolare con percorrenze notevoli perché, in media, abbiamo rilevato un consumo pari a 19,1 km/l, che non scende sotto i 17 nemmeno in città.

Prova ripresa da Quattroruote di giugno 2020, n. 778

Pregi e difetti

BMW Serie 2 Gran Coupé

220d Gran Coupé Msport aut.

Pregi

Infotainment. L'ultima release del sistema iDrive è facile da gestire e offre un gran numero di funzionalità. Usarla è un piacere.

Consumi. I turbodiesel di Monaco hanno sempre chiesto poco gasolio: la 220d conferma la tradizione.

Difetti

Handling. Tocca al controllo elettronico di stabilità fare in modo che avantreno e retrotreno riescano a dialogare.

Zona posteriore. Il padiglione spiovente limita tanto l'accessibilità quanto la visibilità.

Velocità

Massima

Accelerazione

0-60 km/h
0-100 km/h
0-110 km/h
0-120 km/h
0-130 km/h
0-140 km/h
0-150 km/h
400 da fermo
Velocità d'uscita (km/h)
1 km da fermo
Velocità d'uscita (km/h)

Ripresa

(a min/max carico)

70-90 km/h
70-100 km/h
70-120 km/h
70-130 km/h
70-140 km/h

Frenata

100 km/h a minimo carico
100 km/h su asfalto asciutto + pavè
100 km/h su asfalto bagnato + ghiaccio

Consumi

90 km/h
100 km/h
130 km/h

Percorrenza media e Autonomia

STATALE
AUTOSTRADA
CITTÀ
MEDIA RILEVATA
MEDIA OMOLOGATA
BMW 220d Gran Coup
239,6 km/h
BMW 220d Gran Coup
3,7 s
7,7 s
9,0 s
10,4 s
12,0 s
13,9 s
15,9 s
15,6 s
148,3
28,2 s
190,5 s
BMW 220d Gran Coup
3,3/3,8 s
4,5/5,1 s
7,3/8,3 s
9,0/10,3 s
10,9/12,4 s
BMW 220d Gran Coup
38,7 m
46,0 m
117,4 m
BMW 220d Gran Coup
29,0 km/l
26,5 km/l
18,5 km/l
BMW 220d Gran Coup
21,6 km/l
1.080 km
19,7 km/l
984 km
17,0 km/l
849 km
19,1 km/l
955 km
23,8 km/l
1.190 km

Dati dichiarati

Prezzo
Motore
Potenza Max
Consumi Omologato
Consumi Rilevati
Costo
Emissioni CO2 Omologato
Emissioni CO2 Rilevati
BMW 220d Gran Coupé Msport aut.
47.500 €
1.995 cm³ L4 turbodiesel
140 kW 190 CV
23,8 km/l
19,1 km/l
6.82 €/100 km
110 g/km
139 g/km
LEGENDA
  • N.P. - Rilevazione non possibile
 
Posto guida
Plancia e comandi
Strumentazione
Infotainment
Climatizzazione
Visibilità
Finitura
Accessori
Dotazioni di sicurezza/Adas
Abitabilità
Bagagliaio
Confort
Motore
Accelerazione
Ripresa
Cambio
Sterzo
Freni
Comportamento dinamico
Consumo
BMW 220d Gran Coup

Listino & costi

COMMENTI

  • Ma cosa volete che importi della trazione posteriore quando la più importante rivista italiana mette come pregio principale "L'ultima release del sistema iDrive è facile da gestire e offre un gran numero di funzionalità. Usarla è un piacere."????
  • Bruttina lo è senza dubbio, però gran motore, cammina e consuma davvero molto poco
  • La bmw serie 1 e 2 sono ok a trazione anteriore compito loro è di essere entry leve L col risparmio su trazione gli interni sono migliori e son più facili da guidare per la massa incolta
  • 47k € per questa cosa? Fanno bene, qualche italiano idiota lo trovano che la compra.
  • al di la della bruttezza dell'auto (che comunque è un parere soggettivo) stupisce il salto indietro dal punto di vista tecnico, sembra l'alfa che spacciava per migliorie la trazione anteriore al posto della posteriore.
     Leggi le risposte
  • C'è evidentemente un refuso nel titolo. Volevano scrivere "debole" del passaggio alla trazione anteriore.....
  • @Evil Santiago. Ciao Evil, ti rispondo qui. Non sono d'accordo che con 190 CV (che non sono pochi secondo me) la tp non fa differenza, perché tp non è solo potenza e velocità massima (non si guida solo su rettilinei), ma è un insieme di fattori come la diversa ripartizione dei pesi, uno sterzo non disturbato dagli organi della trasmissione e via dicendo. In questa prova sterzo e comportamento ricevono solo 3 stelle e dall'articolo sembra che l'auto stia in strada solo grazie alla elettronica. Se penso ad auto come la E36 o la E46, vedo solo come BMW, con questa 2 gran coupé, sia caduta in basso.
  • concordo con Amedeo 81... sono bmwista da 9 anni: io una bmw a trazione anteriore non la comprerò mai ! anche perchè c'è un'ottima alternativa TP (Alfa Romeo)
  • la trazione anteriore non e' accettabile su una BMW, per questioni storiche e di feeling di guida: per questo, le serie 2 acquistano un senso solo in versione xDrive (dove disponibile), anche se resta la disposizione trasversale del motore. Il motore turbodiesel 2.0 da 190 cavalli e' un'istituzione e a mio parere rappresenta il compromesso ideale se si considerano anche i costi di gestione, oltre che le prestazioni
  • Una domanda mi sono posto. BMW ha dichiarato che è passata alla trazione anteriore sulla serie 1 e 2 gran coupé, perché dalle indagini di mercato è risultato che l'80% (o qualcosa del genere), dei consumatori pensava di guidare una BMW a trazione anteriore o non gliene importava niente di dov'era la trazione. Dunque, per ridurre i costi BMW costruisce la serie 1 e 2 a ta. Tuttavia, se leggo i commenti sui siti specializzati, si rileva che la maggioranza degli utenti (penso almeno 70-80%) vuole la trazione posteriore e condanna aspramente la scelta di BMW. Allora abbiamo 2 possibilità: gli utenti che commentano non sono un campione significativo a livello statisticio, e dunque ha ragione BMW; oppure BMW si è inventata i dati e ha attuato una strategia di comunicazione per convincere i consumatori che la ta è la scelta migliore e non si perde il "famoso", piacere di guida delle BMW, al solo fine di ridurre i costi. Ognuno può tirare le conclusioni che vuole.
     Leggi le risposte
  • Come tutte le bmw recenti, il design dietro è orrendo, non mi piace proprio e anche il frontale non mi convince per niente. Inizio a rimpiangere chris bangle.
  • Cioè ma da non credere fatemi capire, il sottotitolone dice: “La berlina tedesca plana sul mercato forte del passaggio dalla trazione posteriore a quella anteriore” poi il primo dei difetti è l’handling! Ha tutta l’aria di essere una marchetta per i poveri concessionari che a Ottobre hanno dovuto immatricolare ben 110 auto senza venderne neanche una. Fanno più bella figura a toglierà dal mercato europeo: scusate, ci siamo sbagliati, l’avevamo pensata per i cinesi. Restando nel marchio sfido chiunque a preferire questa roba qua alla serie 3 berlina, che considerando il pacchetto tecnico a confronto costa anche di meno.
  • Una bmw a trazione anteriore non è una BMW. Punto.
  • È troppo chiedere e chiedersi perché, ancora una volta, si rilanci una “prova su strada” pubblicata 6 mesi fa ? A chi giova ? Poteva essere un’idea quella di farlo a pagamento...
  • le uniche cose positive a livello numerico sono la velocità massima di praticamente 240km/h (avendo 190CV) e consumi relativamente ridotti per una massa del genere... per il resto è un assoluto scarto di auto...
  • Mi chiedo che senso ha questa vettura: versione berlina della nuova serie 1, che e' notoriamente una vettura di scarse qualita' dinamiche ed ha vistosi problemi di stabilita'. Categoria (berlina) di vettura in calo in ogni mercato. Inoltre disponibile con motore diesel... ?E' evidente che non hanno le priorita' molto chiare alla BMW. Esteticamente non mi piace ma questo e' secondario.
  • Quattroruote, se scrivete che quest'auto ha "un certo slancio" rischiate di perdere tutta la vostra credibilità. Ma l'avete vista la linea di cintura? E lo scalino tra cofano e finsetrini? E gli sbalzi che sono dei balconi? E le ruotine anteriori vicino all'abitacolo?
     Leggi le risposte
  • Una delle più brutte BMW di sempre, indegna del marchio che porta... Anche se ormai le BMW discutibili cominciano ad essere troppe, e il marchio sta perdendo appeal.
  • non ho parole, bmw merita di chiudere dopo le ultime vetture insulse, tra cui le M a trazione integrale. Se bmw di punto in bianco ha deciso di diventare un marchio per omosessuali non posso farci nulla, se non acquistare i vecchi modelli....
     Leggi le risposte
  • a 18900 euro, full optional e con il marchio kia o hyundai e 7 anni di garanzia va più che bene.
     Leggi le risposte
  • Potevano fare una ottima TA (Civic attuale) o una fantastica TA (Integra Type-R) ma sembra abbiano fatto una TA appena sufficiente. Io avrei preferito rimanesse TP, come mi piacerebbe una Giulietta TP. Le TA lasciamole fare a chi le sa fare, BMW ha fatto ottime TP che l'hanno anche contraddistinta. Questa non è una monovolume... e poteva distinguersi come unica TP del segmento. Purtroppo gli studi commerciali hanno rilevato che, malgrado il segmento sia affollato di TA, conviene comunque fare una comoda e dotata TA piuttosto che una angusta, costosa e sportiveggiante TP.
     Leggi le risposte
  • Oscena...il marchio bmw in questi anni ha fatto dei passi indietro incredibili...se penso a cos'era la serie 3 E92.....quella era un'auto..
     Leggi le risposte
  • Indegna
     Leggi le risposte
  • Niente trazione posteriore, nessuna versione 6 cilindri con cambio manuale.......quindi non e' una BMW !
  • Da grande estimatore dell'elica tedesca, su questo modello ha fatto una magra figura, non all'altezza del blasone dei modelli del marchio......penso che presto ci metteranno una toppa.....
  • forte del passaggio alla trazione anteriore??? per carità, non che io la disprezzi, anzi. ma se lo dico io ha un peso, voi...non era proprio la ta ad essere un punto di debolezza alfa, incapace, per questo motivo, di competere ad armi pari con il prestigio (non con le prestazioni, questo è tutto un altro capitolo) della concorrenza tedesca? mah
     Leggi le risposte
  • Ultime prove

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca