Prove su strada

Ferrari SF90 Stradale

Elettro Shock

Perché si muove (anche) in silenzio. Perché ha mille cavalli. Perché polverizza lo 0-100 in 2,19 secondi. Elettricità e benzina si alleano e costruiscono un ponte tra passato e futuro. Oppure, se preferite, tra supercar e hypercar

di Alessio Viola | foto di Wolfango |

Il parabrezza è più grande del retrovisore. Anche su una Ferrari. E vale quindi la pena di guardare avanti piuttosto che concentrarsi su ciò che scivola alle nostre spalle. E in effetti, per la prima volta dopo molto tempo, alla Ferrari introducono un modello, anzi un concetto, del tutto nuovo. E peculiare, ché la SF90 Stradale non va accostata al resto dell'universo conosciuto: non è l'erede né della F8 Tributo né della LaFerrari. S'incarica semmai di definire una nuova normalità, portando le performance di quest'ultima nel settore meno esclusivo (nella vita, è sempre questione di riferimenti) delle supercar. Una sorta di hypercar di serie, con otto cilindri anziché dodici e in libera vendita: la si può infatti comprare senza la liturgia delle serie limitate, che sono concesse solamente a chi della Casa è già cliente.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser