Prove su strada

Volkswagen Multivan

Non chiamatelo furgone, ora è una (ottima) auto

La settima serie del pullmino di Wolfsburg nasce su piattaforma Mqb. Il risultato? Comoda e agile come una wagon, ma spaziosa e moduare come non mai. Prestazioni e consumi ok, grazie a un buon powertrain plug-in

di Lorenzo Facchinetti | foto di Alejandro Gil Delgado |
  • Il nuovo T7, che offre un assortimento di Adas e un infotainment di alto livello, sorprende per la notevole guidabilità. Senza contare che è scattante e (a batteria carica) "beve" poco: merito del sistema ibrido plug-in da 218 CV.
  • Dentro è un monolocale: sette comodi posti modulabili a piacere, oppure un bagagliaio a prova di trasloco. Il peso dei sedili singoli è stato ridotto del 25%, ma per spostarli servono ancora braccia forti.
  • Scoprite il nostro test completo, con tutti i dati rilevati dal Centro prove su prestazioni, consumi, frenata, comportamento dinamico e altro. 

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser