Sei in: Home > Auto > Foto spia > Test sulla neve camuffata da Panamera

Porsche Mission ETest sulla neve camuffata da Panamera

 

Un prototipo di casa Porsche si aggira tra le nevi della Scandinavia. Quella che a un primo sguardo sembra una Panamera dalle proporzioni stranamente compatte, dovrebbe in realtà essere un muletto assemblato con il solo scopo di testare la piattaforma destinata alla versione di serie della Mission E, la prima sportiva elettrica che la Casa tedesca presenterà nel 2020, con l'ambizioso obiettivo di vendere 20.000 esemplari all'anno.

Caratteristiche. Rispetto alla sinuosa concept vista nel 2015, questo muletto è ovviamente qualcosa di totalmente diverso. Carreggiate e passo sono molto diversi rispetto alla Panamera di serie, dal momento che i collaudi sono per il momento limitati alla piattaforma e all'elettronica di controllo. Anche l'assetto risulta più alto del normale per via delle batterie, con l'intera sezione inferiore della carrozzeria allungata artificialmente verso la strada. La certezza sulla natura del prototipo ovviamente non c'è, ma la Mission E sembra l'alternativa più concreta. Gli indizi potrebbero far pensare anche a una nuova crossover, ma gli adesivi di pericolo sulla carrozzeria in riferimento alla corrente elettrica sono un indizio piuttosto importante.

500 km di autonomia per la Concept. La Mission E Concept, che ha introdotto elementi di design significativi sia per la carrozzeria sia per l'ergonomia degli interni, ha fatto a suo tempo notizia per le caratteristiche tecniche. Con un motore elettrico per asse, la potenza totale raggiunge i 600 CV, mentre un inedito sistema di ricarica ultrarapida studiato dalla stessa Porsche permetterebbe di recuperare in circa 15 minuti l'80% dell'autonomia, ovvero circa 400 km sui 500 totali. Immancabile anche il riferimento del giro al Ring: sotto gli 8 minuti, come si conviene a una sportiva di Stoccarda. L.Cor.