Sei in: Home > News > Industria > Bruxelles, interrotta la produzione dopo gli attentati

AudiBruxelles, interrotta la produzione dopo gli attentati

 

A seguito degli attacchi terroristici che hanno colpito Bruxelles nella mattinata, l'Audi ha deciso di interrompere le operazioni produttive nel suo stabilimento della capitale belga.

Misure di sicurezza rafforzate. Lo riporta l'edizione francese della Reuters, citando un portavoce del Costruttore: la direzione della fabbrica ha deciso di annullare il turno pomeridiano a seguito della raccomandazione delle autorità nazionali, che hanno chiesto ai cittadini di restare a casa. Contestualmente, sono state rafforzate le misure di sicurezza presso l'impianto.

Si attendono decisioni per domani. "Per il momento, il primo turno di domani non è stato annullato" ha dichiarato un altro portavoce interpellato da Automotive News Europe, precisando però che la situazione è in divenire, sulla base degli eventi e delle indicazioni delle forze dell'ordine. Il portavoce ha inoltre aggiunto che per il momento non si hanno notizie di dipendenti (la fabbrica conta complessivamente 2.500 addetti) coinvolti nella serie di attentati.

Sarà la casa della Suv elettrica. Lo stabilimento belga dei quattro anelli produce oggi la compatta A1. Dal 2018 questo modello verrà spostato sulle linee Seat di Martorell per fare posto alla Suv elettrica dell'Audi, che sarà prodotta dalla sola fabbrica di Bruxelles per tutti i mercati mondiali. F.S.