Sei in: Home > News > Industria > "Profitti entro fine anno per Alfa Romeo"

Sergio Marchionne"Profitti entro fine anno per Alfa Romeo"

 

"L'Alfa Romeo farà utili dal quarto trimestre di quest'anno". Lo ha dichiarato oggi Sergio Marchionne durante la call con gli analisti seguita alla presentazione della trimestrale di cassa. "Con Alfa e Maserati stiamo ancora perdendo soldi, come previsto. Andrà meglio nel 2018", ha aggiunto il leader del gruppo FCA.

Obiettivo a 230 mila unità. Sempre sul fronte dei due marchi di prestigio, l'ad ha fornito un'ulteriore indicazione inedita, parlando per la prima volta di una previsione cumulativa di vendite per Alfa e Maserati: nell'anno fiscale 2017, ha annunciato Marchionne, il target è quello delle 230 mila unità, vale a dire "il 2,5% circa del mercato globale premium".

Nessuna cessione per generare cassa. Durante la conferenza, il ceo si è soffermato anche sui target finanziari del gruppo, ribadendo che entro la fine del 2018, momento indicato per il termine del suo mandato, FCA sarà in grado di raggiungere l'obiettivo prefissato dei cinque miliardi di cash flow "senza la necessità di vendere asset".

Allontanata l'ipotesi Marelli-Samsung. Eventuali operazioni di cessione, ha precisato Marchionne, non vengono pensate per ridurre il debito, ma "per creare valore sostanziale per gli azionisti", come è stato nel caso di Ferrari: una dichiarazione che sembra allontanare, per il momento, la possibile vendita di Magneti Marelli a Samsung, su cui certa stampa straniera è tornata recentemente a insistere.

Ancora un "no" sui contatti con Volkswagen. Se anche sul fronte di una possibile trattativa con VW il ceo ha ulteriormente ripetuto che non esistono contatti ("Non ho parlato con Müller: ero impegnato a realizzare il miglior trimestre della nostra storia", ha scherzato), la porta resta invece socchiusa sul fronte delle tech companies.

Guida autonoma, la grande apertura su Baidu. "Continueremo a guardare ad altri partner, oltre a Google, per alleanze tecnologiche", ha dichiarato Marchionne: un'affermazione che trova sponda in quanto anticipato dal direttore finanziario Richard Palmer: "Siamo aperti a una collaborazione con Baidu in Cina per lo sviluppo della guida autonoma".

Spin-off, pazza idea Jeep-Ram. Spazio, infine, a una domanda decisamente inaspettata, su un possibile spin-off di Jeep e Ram (le due galline dalle uova d'oro del ramo americano di FCA), sulla scia dell'operazione che ha reso indipendente Ferrari dal resto del gruppo. Laconica, e altrettanto inattesa, la replica: un "sì" che apre prospettive inedite. E che basta per innescare una vorticosa girandola di ipotesi nell'arco dei prossimi mesi.

Fabio Sciarra