Sei in: Home > News > Mercato > Febbraio da record

Mercato italianoFebbraio da record

 

In Italia l'auto continua a viaggiare a doppia cifra: dopo il +17,4% registrato nel primo mese dell'anno, febbraio si conferma come un mese particolarmente brillante, con vendite in aumento del 27,3%. Una vera e propria locomotiva, trainata dal noleggio e dalle campagne promozionali per i privati.

I numeri. Secondo i dati diffusi oggi dall'Unrae e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, febbraio si è chiuso con un immatricolato di 172.241 auto, in crescita del 27,3% rispetto alle 135.317 unità dello stesso mese del 2015. Merito, tra l'altro, del giorno lavorativo in più. Allo stesso tempo, il primo bimestre segna una crescita del 22,6% e 327.963 auto vendute rispetto alle 267.428 del gennaio-febbraio 2015, che a sua volta aveva già evidenziato un incremento del 13%.

Festeggiano quasi tutti. Tra i Gruppi, dati molto positivi sono evidenziati da FCA (50.232 immatricolazioni, +32,18% rispetto a febbraio 2015 e quota di mercato del 29,16%), Volkswagen (21.702, +31,22%), PSA (16.515, +30,98%), Ford (12.662, +33,78%) e Daimler (8.652, +32,92%). Meno brillanti, pur nel generale entusiasmo, sono stati BMW (7.790 vendite, +22,89%), Toyota (7.525, +23,48%), GM 9.620, +24,9%) e Renault (14.438, +19,02%), Hyundai (8.712, +10,83%). In controtendenza Nissan (5.446 immatricolazioni, -6,55%), mentre va notato il boom di Jaguar Land Rover, a quota 2.150 (+73,39%), ottenuto grazie all'introduzione della XE.

Boom dei privati. La struttura del mercato evidenzia un vero e proprio record delle vendite ai privati: se nel febbraio del 2015 erano state 78.076, ora si vola a 107.808, per una crescita pari al 38,1%. Come detto, anche il noleggio ha fatto la sua parte (42.788 immatricolazioni, +16,7%), in particolare quello a breve termine (22.737, +28,6%).

La top ten. La classifica dei modelli vede ancora largamente al comando la Fiat Panda con 14.704 immatricolazioni, seguita dalla Lancia Ypsilon (6.770), dalla Fiat 500L (5.143, balzata in un mese dal 7° al terzo posto), dalla 500 (5.036) e dalla Volkswagen Golf (4.597), risalita al 5° posto. La Fiat 500X scende in sesta posizione con 4.572 immatricolazioni (a gennaio era quarta), seguita dalla Ford Fiesta (4.321, nona a gennaio), dalla Volkswagen Polo (3.871), dalla Renault Clio (3.853) e dalla Fiat Punto, rientrata nella top 10 con 3.722 vendite.

Le ibride volano. Per quanto riguarda le alimentazioni, il gasolio si conferma in ottima forma con 97.451 immatricolazioni (+26,7% su febbraio 2015, contro il 20,2 di gennaio), mentre la benzina allunga la corsa con 58.644 unità (+44,8% rispetto a un anno fa). Continua, invece, la crisi delle vetture a Gpl (9.411 immatricolazioni, -16,1% rispetto a febbraio 2015) e a metano (4.774, -15%), penalizzate dalla diminuzione dei prezzi dei carburanti principali. La perdita, comunque, è ridotta rispetto al mese di gennaio. Le ibride, invece, hanno registrato un vero e proprio boom con 3.528 unità complessive (+78,5%) di cui 3.480 con alimentazione benzina-batteria. 

La top ten per alimentazione. Tra le vetture a benzina, la Panda non ha avversari con 10.034 immatricolazioni, mentre la Lancia Ypsilon (4.332 vendite a febbraio, contro le 3.420 di gennaio) è riuscita a scalzare dal terzo posto la 500 (3.372 unità). La Fiat Punto (2.466) conquista la quarta posizione a scapito della Volkswagen Polo (2.245). Tra le diesel, la 500X si conferma nuovamente regina con 4.310 immatricolazioni, seguita dalla 500L (4.104, terza a gennaio) e dalla Clio (2.891), scesa dal secondo al terzo posto. In quarta posizione la Jeep Renegade è stabile con 2.794 immatricolazioni, mentre la Golf si conferma quinta con 2.704 vetture, una quarantina in più rispetto a gennaio. Tra le vetture a Gpl, la classifica è la stessa di gennaio ad eccezione della prima posizione, in cui si avvicendano l'Opel Corsa (ora prima con 1.068 immatricolazioni) e la Ford Fiesta (seconda con 1.056). Sempre terza la Lancia Ypsilon (992), seguita dalla Fiat Panda (967) e dalla Dacia Sandero (644). Nel metano, la Panda e la Golf (rispettivamente con 1.246 e 1.104 immatricolazioni) "doppiano" la Punto, stabile in terza posizione con 625 unità. Tra le ibride continua incontrastato il dominio Toyota, in vetta con Yaris (1.643 immatricolazioni), Auris (814) e la nuova Rav4 (465), seguite dalle tre Lexus NX, RX e CT. Infine le elettriche, con 32 immatricolazioni per la Leaf, 13 per la Citroën Z-Zero e 10 per la Tesla Model S.

Il dettaglio dei segmenti. Il mese di febbraio vede il segmento A a quota 31.086 vetture (17,9%), di cui quasi la metà sono rappresentate dalla Panda. Il segmento B vede 72.214 unità (41,5%) è guidato dalla Ypsilon, mentre il C (47.824 vetture, 27,5% del mercato) è appannaggio della Golf. Nel segmento D (19.250 unità, 11,1%) continua la battaglia tra la BMW Serie 3, l'Audi A4 e la Volkswagen Passat (rispettivamente a quota 1.381, 1.299 e 1.097 unità). Nel segmento E (3.110 vetture, 1,8% del mercato) l'Audi A6 è invece prima con 553 unità, seguita dalla BMW Serie 5 (447). Infine il segmento F (399 vetture, 0,2%), con la Ghibli in prima posizione (86 vetture), seguita dalla Porsche 911 (60) e dalla BMW Serie 7 (41).

La top ten per carrozziera. Anche a febbraio, Panda, Ypsilon e 500 guidano la classifica delle berline. Tra le crossover, la 500X supera la Captur (2.848 unità) e la Qashqai (2.306), mentre nei fuoristrata la Renegade (1.422 immatricolazioni) stacca le Land Rover Range Evoque (939) e Discovery Sport (771). Sempre più serrato il confronto tra le station wagon e le familiari, con la Peugeot 308 (1.441 vendite) tallonata dalla Ford Focus (1.140), dall'Audi A4 (1.133) e dalla BMW Serie 3 (1.127). Considerando le monovolume, tra le piccole la 500L è sola al comando, mentre le compatte vedono la sfida tra la Ford C-Max (1.504 auto) e la BMW Serie 2 (1.031);  tra le grandi monovolume, la Ford S-MAX (187) se la deve vedere con la Galaxy (186), la Renault Espace (152) e la Volkswagen Sharan (113). Infine la Fiat Qubo (895 auto) guida la classifica delle multispazio, l'Alfa Romeo Mito (533) quella delle coupé, la Mini (112, un boom) quella di cabrio e spider, con la MX-5 (72) salita al secondo posto a scapito della Volkswagen Maggiolino.

Redazione online