• player icon La funzione Remote View 3D per la nuova BMW Serie 5
    News
    La funzione Remote View 3D per la nuova BMW Serie 5
  • player icon Ford avrà la guida autonoma nel 2021
    News
    Ford avrà la guida autonoma nel 2021
  • player icon Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
    News
    Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
  • player icon Il sound dell'Aston Martin DB11
    News
    Il sound dell'Aston Martin DB11
  • player icon Una SEAT Ateca di sabbia
    News
    Una SEAT Ateca di sabbia

PneumaticiL'ETÀ HA LA SUA IMPORTANZA

 

Il Touring Club svizzero ha messo alla prova pneumatici di età compresa tra 2 e 14 anni ma con battistrada ancora in ottimo stato, ovvero con spessore di almeno 5 mm.

Peggiora il grip. I risultati confermano le previsioni: col progredire dell'età, peggiora l'aderenza del battistrada, in particolare sul bagnato. La riduzione del grip si fa evidente a partire dai 5 anni: la frenata sul bagnato da 80 km/h si allunga di 6 metri rispetto alle coperture nuove. In altri termini, con le gomme vecchie si avanza ancora a 30 km/h quando con i pneumatici freschi ci si è già fermati. Il deterioramento delle prestazioni si avverte anche nella guida sul circuito bagnato, dove il controllo della vettura diventa sensibilmente più impegnativo.

Massimo due anni. Per questo motivo, il Tcs raccomanda di acquistare pneumatici con al massimo due anni di età e di non utilizzarli oltre i dieci anni. Va detto, però, che il decadimento delle caratteristiche delle mescole dipende molto dalle condizioni di stoccaggio delle coperture: se immagazzinato seguendo alla lettera le indicazioni dei produttori, ovvero al chiuso, al buio, all'asciutto e non a contatto di oli, carburanti e solventi, un pneumatico si conserva in buone condizioni più a lungo.

Nessuna normativa. Inoltre, non esiste una normativa che ponga limiti alla vita in servizio delle gomme, dato che essa dipende da molteplici fattori. Si consiglia, tuttavia, di far controllare regolarmente le coperture da uno specialista, così da rilevare eventuali danneggiamenti come tagli, rigonfiamenti, screpolature che potrebbero comprometterne le prestazioni oppure l'integrità strutturale. R.B.