Anteprima

Lamborghini

Il Gran salto del Toro

La Casa di Sant'Agata Bolognese, di nuovo diretta da Stephan Winkelmann, è pronta - a tre anni dalla Urus - a una più radicale rivoluzione: plug-in su tutta la gamma e un quarto modello, soltanto a batterie. Ve lo mostriamo, in anteprima, nella nostra ricostruzione

di Roberto Lo Vecchio | disegni di Marcelo Poblete |
  • La Casa emiliana ha tracciato una roadmap che la porterà a ibridizzare prima la Urus e poi le sue supersportive entro il 2024, nonché ad aggiungere alla gamma un ulteriore modello, totalmente elettrico, nella seconda metà del decennio.
  • Ne abbiamo ricostruito l’aspetto sulla base delle poche informazioni trapelate da Sant’Agata Bolognese e cioè che non si tratterà di una supersportiva in senso stretto, ma di un’auto più utilizzabile su base quotidiana e con più di due posti.
  • Abbiamo immaginato una sorta di moderna e-Spada, una grande coupé 2+2 a batteria. Ecco le ipotesi sull’architettura, sul taglio degli accumulatori, sulla rete di bordo e sui motori. E una certezza: spingerà il Toro sopra le 10 mila unità annue.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser