Industria e Finanza

Silk-Faw

Il mistero dei cinesi scomparsi

Aveva suscitato grandi attese il progetto sino-americano di realizzare supercar nella Motor Valley. L'entusiasmo, però, è presto scemato per l'assenza di fatti. E di soldi. Che cosa è successo? Ecco quanto abbiamo scoperto

di Rosario Murgida |
  • A Gavassa, alle porte di Reggio Emilia, avrebbe dovuto sorgere una nuova fabbrica automobilistica a opera della joint venture tra gli statunitensi della Silk EV e la cinese Faw. Il progetto, però, non è mai partito e l'intera vicenda ha assunto i contorni di un giallo dai risvolti internazionali.
  • Le nostre ricerche ci hanno portato a scoprire non pochi dettagli misteriosi sul reale coinvolgimento dei cinesi e sull'assenza delle risorse necessarie per portare avanti un investimento da oltre 1 miliardo di euro.
  • I segnali negativi non sono pochi e anche le istituzioni locali rimangono in attesa di sapere quali siano le effettive intenzioni di una società che forse è alle prese con troppi problemi finanziari.

 

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser