Q Storie

Pubblicità

Distributori di sogni

Un meraviglioso viaggio onirico riporta alla mente dell’autore ricordi che ci conducono dritti agli anni 60. Quando anche le compagnie petrolifere assoldavano “copy” da Oscar per sedurre i ragazzi con grande astuzia

di Giorgio Terruzzi |

Un sogno con dentro un sogno composto da molti sogni. Capita, è capitato a me l’altra notte, consegnandomi una inattesa eredità. Una immagine. La coda del tigre. La coda, proprio lei. Peluche inteso come pelo, giallo ocra il fondo, nere le striature, un elastico bianco per legare la coda, roba di quindici centimetri, dove volevi. Al manubrio della bici, visto che era quello l’unico mezzo disponibile per noi che avevamo otto, dieci anni, roba così...

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser