La Fiat 124 Abarth Gruppo 4 di Barbasio-Macaluso
Q Storie

Fiat 124 Abarth

L’elegante spider che vinceva i rally

Cinquant’anni fa, al Rally di Monte-Carlo, debuttava la nuova arma della Casa torinese, progettata con l’obiettivo di sostituire la gloriosa 124 Sport Spider, che nel 1970 aveva lanciato la Fiat nel mondo delle corse. Uscita dall’atelier Pininfarina, fu affidata alle cure della factory dello Scorpione, che la trasformò in auto vincente  

di Emanuele Sanfront |

Torino, dicembre 1972. Sul finire dell’anno venne programmato dalla Fiat un evento per la premiazione dei componenti della squadra ufficiale rally e dei clienti sportivi. Non solo, fu anche l’occasione per anticipare la stagione sportiva 1973, che si annunciava ricca di novità per il reparto Corse Fiat Abarth, che aveva sede a Torino, in corso Marche 72.

La Casa torinese, infatti, rafforzò la squadra sia negli equipaggi, con l’arrivo di nuovi ed esperti piloti, sia nel settore tecnico con l’assunzione di validi specialisti con il compito di sviluppare e rendere sempre più competitiva la nuova arma per i rally, la Fiat 124 Abarth, in sostituzione della gloriosa 124 Sport Spider 1.600.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser