Emissioni

Se le regole cambiano

L'Unione Europea pensa di certificare la quantità di sostanze emesse dalle auto dalla produzione al fine vita. Risultato: quelle delle Bev non sarebbero più zero. E le vetture a batteria dovrebbero fare tanta strada per essere più virtuose di quelle termiche

di Fabio Sciarra |

IN QUESTO ARTICOLO

• Entro il 2023, la Commissione europea dovrà esaminare criteri più ampi per valutare le emissioni delle auto.

• Come risultato di questo riesame, le elettriche non risulterebbero più a zero CO2, pur restando più "pulite" delle termiche.

• Più avvantaggiate sarebbero quelle con batterie, di taglia medio-piccola, prodotte in Paesi che hanno un mix energetico ad alto tasso di rinnovabili.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser