Prove su strada

subaru solterra

La forza della versatilità

La prima Bev delle Pleiadi nasce da un progetto in comune con la Toyota, ma ha un'anima ben definita. Spaziosa e versatile, non primeggia sotto il profilo dell'efficienza

di Andrea Rapelli | foto di Alejandro Gil Delgado |

Archiviato definitivamente – con buona pace degli affezionati – quell'ipertrofico dinamismo tipico di sigle quali WRX ed STi, la Subaru si prepara ad affrontare di petto il mondo elettrico. Un terreno sostanzialmente inesplorato per la Casa giapponese, che per fare il suo ingresso in società fra le Bev ha sfruttato la partnership con la Toyota: dalla stessa piattaforma nasce pure la gemella bZ4X, ma ciò non significa che la Solterra abbia dimenticato le sue origini o che abbia deliberatamente scelto d'ignorarle.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser