• player icon Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
    News
    Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
  • player icon Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
    News
    Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
  • player icon Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
    News
    Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
  • player icon Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
    News
    Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
  • player icon Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph
    News
    Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph

Patenti specialiOmologazione Joystick: dispositivo approvato!

 

La si attendeva da anni. L’omologazione ministeriale del sistema di guida che consente alle persone disabili più gravi di guidare in tutta sicurezza è finalmente arrivata. Ora, anche gli automobilisti disabili italiani, al pari di quelli di tanti Paesi europei, potranno acquistare un veicolo adattato per la guida con joystick senza più affrontare lunghi iter burocratici con tanto di espatrio. 

Drive by wire - Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dopo accurate verifiche e test di guida, ha infatti recentemente omologato il sistema di guida Space Drive, dell’azienda tedesca Paravan. Basato sulla tecnologia “drive-by-wire”, il moderno sistema digitale consente anche alle persone con gravi patologie invalidanti, come le distrofie muscolari, di guidare in sicurezza un'autovettura o altri veicoli destinati al trasporto merci o passeggeri. L'omologazione riguarda sia lo Space Drive, per comandare sterzo o acceleratore-freno, sia lo Space Drive 2, per acceleratore-freno e sterzo. 

Joystick – Il sistema della Paravan consente quindi alle persone con ridotte forze residue di guidare attivamente e in perfetta autonomia un veicolo mediante diversi elementi di comando, come il joystick, il minivolante, la leva acceleratore-freno e il “pedal”, lo sterzo azionabile dai piedi dedicato alle persone con malformazioni agli arti superiori. Inoltre, in caso di evoluzione della patologia, è possibile adattare con facilità lo Space Drive, regolando i parametri del sistema relativi allo sforzo di azionamento o all’escursione degli elementi di comando. Anche se è una trasformazione economicamente impegnativa, abbinando il sistema Space Drive agli adattamenti per posizionarsi al posto guida, direttamente in carrozzina, si chiude un cerchio: ora, anche in Italia, la piena autonomia al volante non è più un sogno! 

Luigi Giuliani