• player icon Ford avrà la guida autonoma nel 2021
    News
    Ford avrà la guida autonoma nel 2021
  • player icon Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
    News
    Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
  • player icon Il sound dell'Aston Martin DB11
    News
    Il sound dell'Aston Martin DB11
  • player icon Una SEAT Ateca di sabbia
    News
    Una SEAT Ateca di sabbia
  • player icon Lamborghini Centenario: in pista a Nardò con la supercar da 770 CV
    News
    Lamborghini Centenario: in pista a Nardò con la supercar da 770 CV

Gruppo DaimlerNel 2015 nuovo boom di vendite

 

Il Gruppo Daimler ha chiuso il 2015 con un nuovo record di vendite grazie al boom delle Suv e della sua gamma compatta: complessivamente ha consegnato nel mondo quasi due milioni di vetture, facendo segnare un aumento del 14% rispetto all’anno precedente. Tra i brand Mercedes-Benz ha realizzato la maggior parte dei volumi (94% del totale), ma Smart è cresciuto maggiormente (+33%). Il merito di questi risultati è da attribuire  principalmente al buon andamento delle vendite in Cina, il mercato più importante per il costruttore tedesco, oltre all’aumento della domanda in Europa (+ 10,5%) e in Nord America (+ 5,2%). Ottimi risultati che non si limitano solamente al consuntivo degli ultimi dodici mesi: quelli appena trascorsi sono stati il miglior dicembre (178.000 unità, +9,1%) e il miglior quarto trimestre (495.000 pezzi, +8,8%) nella storia del Gruppo.

Segno più in tutta Europa. Mercedes-Benz ha venduto quasi 800.000 auto in Europa, la sua regione più importante. Il totale è cresciuto del 10,5% non tanto grazie alla Germania (+4,7%; dove comunque è stato il brand Premium più venduto), quanto al Regno Unito (+17%) e all’aumento a doppia cifra in quasi tutti i Paesi del Continente. Da sottolineare la performance di Italia (+13,8%), Spagna (+27%), Turchia (+31%), Svizzera (+22%) e Olanda (+31%). La quota di entrambi marchi nei cinque principali mercati europei è passata dal 6,01% del 2014 al 6,40% dell’anno scorso, con incrementi, anche in questo caso, in tutti i Paesi, guidati dal Regno Unito dove la quota è salita dal 5,20% al 5,84%), mentre in Germania si è attestata al 10,13%.

Cresce anche Asia-Pacifico. La seconda regione per volumi è stata l’Asia-Pacifico, che ha rappresentato il 33% delle vendite globali del marchio Mercedes-Benz. Nel complesso, le consegne del Gruppo sono aumentate del 25%, un risultato che poteva essere anche migliore se non fosse stato mitigato da crescite più contenute in stati come il Giappone. La Cina ha pesato per il 61% delle vendite in questa regione ed è stato il singolo mercato più grande (100.000 unità in più delle vendite realizzate in Germania). Mercedes-Benz è stato uno dei pochi brand in Cina a non accusare il deciso rallentamento del mercato, andando addirittura in controtendenza e aumentando considerevolmente le vendite. Grazie all’avvio della produzione locale dei modelli GLA e GLC, il brand tedesco è infatti riuscito a offrire il prodotto giusto nel momento giusto. Dal punto di vista delle immatricolazioni, è diventato il brand estero più venduto in Giappone superando Volkswagen, mentre in Corea ha sottratto quote a BMW, il leader tra i marchi d’importazione, targando 47.000 unità, il 33% in più (BMW ha immatricolato 47.900 macchine, con una crescita del 19%).

Negli Usa traina la Mercedes GLA. A causa della crescita contenuta (+3,8%) gli Stati Uniti hanno perso il primo posto come mercato per Mercedes-Benz. Il numero di vetture vendute in questo Paese ha pesato per l’87% del totale commercializzato in Nord America. Una percentuale che cresce ancor di più se si includono i veicoli commerciali Sprinter e Metris: in questo caso Mercedes occupa il primo posto come costruttore premium superando BMW e Lexus. I risultati del brand di Stoccarda si devono principalmente al successo della sua gamma di Suv (+ 17%) e, soprattutto, della GLA (+272%), dal momento che l’introduzione dei modelli GLC e GLE non è bastata per mitigare il calo di vendite delle vecchie GLK e ML. Per contro, le vendite della gamma sedan/sportiva sono scese del 3%.

I modelli più venduti. La classe C è stato il modello più popolare del brand Mercedes-Benz: l’anno scorso ne sono state vendute 444.000 unità, il 40% in più. Il successo di questa vettura è stato tale che in alcuni mercati ha superato nella classifica di vendita la sua diretta rivale, la BMW serie 3. La famiglia compatta (classe A, B, CLA e GLA) ha raggiunto 580.000 nuovi clienti, con una crescita del 26% rispetto all’anno precedente. La gamma di Suv (classe G, GL, GLA, GLC, GLE, ML e GLK) ha seguito quasi le stesse orme delle compatte: 526.000 esemplari consegnati, pari al +27%. Smart ha fatto molto bene grazie alla nuova generazione della fortwo e al buon andamento della forfour. Nel complesso il marchio ha venduto 119.400 vetture, realizzando una crescita del 33%.

Redazione online