Industria e Finanza

Cinesi in Europa

Quel primo sbarco finito male

Breve storia dei tentativi di conquista del Vecchio Continente da parte del made in China all’alba del terzo millennio. Con tanti annunci, pochi prodotti effettivamente commercializzati e un unico successo

di Manuela Piscini |

IN QUESTO ARTICOLO

  • Dal 2007, quando un dealer olandese importa le prime 200 Landwind, all’operazione nostalgia della Borgward, lanciata nel 2015.
  • Il caso Great Wall e il trucco della fabbrica in Bulgaria.
  • Crash test, cloni, mancato rispetto delle norme antinquinamento, ma anche ambizioni eccessive: le ragioni che spiegano tanti fallimenti.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser