Con la Clio, la Renault ha introdotto la tecnologia ibrida e ha fatto subito centro. Anticipo un dato: la vettura francese, con una media di 21,7 km/litro effettivi, sale sul podio delle segmento B meno assetate in commercio. La filosofia alla base dell'ibrido E-Tech, i cui primi passi sono stati mossi una decina d'anni fa, è del resto quella di ridurre al massimo i consumi. D'accordo, sono concetti alla base di qualsiasi schema ibrido. Ma, per spremerli al massimo, la Régie ha fatto una scelta controcorrente in materia di trasmissione: non un Cvt, nemmeno un doppia frizione, bensì un inedito cambio robotizzato privo dei primi due rapporti e della retromarcia, di sincronizzatori e di frizione. Le partenze avvengono sempre ed esclusivamente in elettrico, con l'unità termica che entra in gioco ad auto già ben lanciata. Nella maggior parte delle situazioni, è davvero difficile percepire l'operato della trasmissione MultiMode. Tendendo l'orecchio, talvolta percepisci un cambio di tonalità, del motore elettrico o del termico, a seconda di chi è in ballo. E quello è l'indizio che si è passati a un rapporto differente

Renault Clio: la nostra prova completa

Video

alternative text

Un sistema efficiente. Nel complesso, la marcia è sempre assai fluida e garantisce, o quasi, la stessa scorrevolezza di un Cvt, senza però il fastidioso trascinamento in accelerazione tipico di quella trasmissione. Certo, quando le si chiede il massimo, sorge qualche reminiscenza dei robotizzati di un tempo: con l'acceleratore a tavoletta, il tachimetro sale rapidamente, ma la velocità di cambiata non è paragonabile a quella di un doppia frizione. Di certo, peraltro, la Clio ibrida non nasce per la guida sportiva.

La francesina dà il meglio di sé nella vita di tutti i giorni con consumi, rilevati dal Centro prove, molto interessanti. Se, rispetto alla concorrenza (mi riferisco a Toyota Yaris e Honda Jazz), i 26 km/litro in città non fanno notizia, quello che sorprende sono i 18 in autostrada, dove le rivali non vanno oltre quota 15. Il segreto sta in una rapportatura del cambio tarata in modo da far lavorare il propulsore termico al regime ottimale fra le tre corsie.

Come funziona. L'unità elettrica principale, di origine Nissan, eroga 49 cavalli e provvede allo spunto da fermo e alla propulsione a bassa velocità. La seconda unità elettrica da 15 kW, invece, avvia l'1.6 a benzina da 91 cavalli (anch’esso fornito dall’alleato giapponese) e lo porta all'esatto regime di rotazione, che serve per innestare senza contraccolpi la seconda marcia (la prima è riservata all’elettrico); la medesima sincronizzazione accade negli altri cambi di rapporto. Come sempre sulle ibride, in decelerazione il motore elettrico principale si trasforma in un generatore e pure la seconda macchina elettrica può produrre corrente quando viene trascinata dall'unità a benzina: entrambi inviano l’energia a una batteria agli ioni di litio da 1,2 kWh.
Una doverosa precisazione: tutti i numeri rilevati dal Centro prove si riferiscono alla E-Tech da 140 cavalli. Di recente, la gamma è stata aggiornata e il powertrain, ora, dispone di 145 cavalli. 

Genesi dell'E-Tech. Nel corso delle vacanze di Natale del 2010, Nicolas Fremau, esperto di architettura delle trasmissioni della Renault, vuole verificare la fattibilità della sua idea di ibrido, che unisce la funzionalità alla semplicità. Così, decide di utilizzare i celebri mattoncini Lego per costruire un modello funzionante dello schema da lui ideato, che prevede di unire un motore elettrico e quello a benzina con un cambio a tre marce privo di frizione e di sincronizzatori. In una ventina di ore di lavoro, il "prototipo" di quello che sarebbe diventato l’ibrido E-Tech è pronto e Fremau lo presenta ai suoi capi, che danno disco verde per lo sviluppo vero e proprio. Al Salone di Parigi del 2014, la Renault presenta la Eolab, una showcar plug-in che promette di consumare appena 1 litro/100 km: è la prima applicazione del nuovo sistema ibrido della Casa. Con un solo motore elettrico e il cambio a tre rapporti, però, la funzionalità è insoddisfacente, in particolare per il “buco di coppia” che si crea durante i cambi marcia. Così, in seguito, si decide di adottare un secondo motore elettrico e un quarto rapporto, da utilizzare alle velocità autostradali. La strada per dar vita all'attuale Clio E-Tech era aperta.

Renault Clio E-Tech Hybrid 145 Techno

Full Hybrid
  • PREZZO (LISTINO) 24.040
  • MOTORE L4 benzina + elettr. - 1.598 cm3
  • POTENZA 106 kW - 145 CV
  • CONSUMI Omologato 23,3 km/l
    Rilevato 21,7 km/l
    Costo 6,44 €/100 km
  • EMISSIONI CO2 Omologato 82 g/km
    Rilevato 110 g/km

Dotazioni e Accessori

Prezzi in euro
  • Prezzo di listino
    24.050
  • Prezzo della vettura provata
    25.540
  • Airbag anteriori, laterali e a tendina
    di serie
  • Apertura porte senza chiave
    di serie
  • Assistenza mantenimento corsia
    di serie
  • Cerchi di lega da 16 pollici
    di serie
  • Cerchi di lega da 17 pollici
    470
  • Climatizzatore automatico
    di serie
  • Fari fendinebbia a Led
    di serie
  • Fari performance Led
    260
  • Frenata automatica di emergenza
    di serie
  • Iluminazione interna a Led
    di serie
  • Impianto multimediale
    di serie1
  • Modalità di guida Multi-Sense
    di serie
  • Pacchetto Winter
    4102
  • Pack advanced driving assist
    960
  • Regolatore/limitatore di velocità
    di serie
  • Retrovisori est. risc. e ripiegabili elettr.
    di serie
  • Rivestimenti specifici E-Tech
    di serie
  • Ruotino di scorta
    270
  • Sensore luci e pioggia
    di serie
  • Sensori di parcheggio ant. e post.
    di serie
  • Strumentazione digitale da 7 pollici
    di serie
  • Telecamera posteriore
    di serie
  • Telecamera 360°
    di serie
  • Vernice metallizzata
    820
  • Vetri posteriori scuri
    di serie

In rosso: presente sulla vettura provata.
Note: 1) Easy Link da 7 pollici con connessioni Android Auto e Apple CarPlay; 2) sedili anteriori e volante riscaldabili.


Abitabilità e visibilità

Misure in centimetri, angoli in gradi
  • Totale angoli bui
    117° (32%)
  • Visibilità posteriore
    (ostacolo alto 70 cm)
    6,0 m
  • Visibilità montante anteriore sinistro
  • Uomo
  • Bambino
  • Bicicletta
  • Giudizio complessivo

Vano di carico

  • Capacità complessiva
    225 litri
  • di cui sotto il pavimento
    -
  • Altezza soglia di carico
    78 cm

La batteria ruba 10 cm di sfruttabilità in altezza rispetto al modello termico, con il volume che passa da 290 a 225 litri.


Prestazioni

  • Velocità
  • Massima
    182,1 km/h
  • Scarto tachimetro a 130 km/h
    1,2%
  • Accelerazione
  • 0-60 km/h
    4,5 s
  • 0-100 km/h
    9,6 s
  • 0-110 km/h
    11,2 s
  • 0-120 km/h
    13,0 s
  • 0-130 km/h
    16,7 s
  • 0-140 km/h
    19,3 s
  • 0-150 km/h
    22,3 s
  • 400 metri da fermo
    17,0 s
  • Velocità d'uscita
    131,1 km/h
  • 1 chilometro da fermo
    31,0 s
  • Velocità d'uscita
    170,0 km/h
  • Ripresa in D
    (a min/max carico)
  • 70-90 km/h
    3,2/3,7 s
  • 70-100 km/h
    4,6/5,5 s
  • 70-120 km/h
    8,0/10,6 s
  • 70-130 km/h
    11,7/13,8 s
  • 70-140 km/h
    14,2/17,4 s
  • Frenata
  • 100 km/h a minimo carico
    39,0 m (1,01 g)
  • 180 km/h a minimo carico
    67,7 m (0,98 g)
  • 100 km/h su asfalto asciutto + pavé
    47,2 m (0,83 g)
  • 100 km/h su asfalto bagnato + ghiaccio
    127,0 m (0,31 g)
  • Resistenza freni
    10 frenate da 100 km/h a pieno carico
30 Ottimo
40 Discreto 50
Scarso 60
1
40,8 m
2
41,4 m
3
41,0 m
4
41,1 m
5
41,1 m
6
41,4 m
7
40,9 m
8
41,9 m
9
41,4 m
10
41,4 m

Consumi

  • Percorrenze medie e autonomia
  • Città
    26,0 km/l - 1.092 km
  • Statale
    22,0 km/l - 924 km
  • Autostrada
    18,0 km/l - 757 km
  • Media rilevata
    21,7 km/l - 912 km
  • Consumo medio omologato e rilevato
    23,3 km/l - 21,7 km/l
  • COSTI
    (1,399)
Città
5,38 €/100 km
Statale
6,36 €/100 km
Autostrada
7,76 €/100 km
Media
6,44 €/100 km

Confort

  • Acustico
OTTIMO DISCRETO SCARSO
50 km/h su asfalto 59,7
dB(A)
50 km/h su asfalto drenante 67,8
dB(A)
50 km/h su pavé 76,5
dB(A)
Max in accelerazione
Max in acceleraz.
76,1
dB(A)
  • Sospensioni
0 Ottimo
1,0 Discreto 2,5
Scarso 4,0
50 km/h su pavé
1,3 - m/s2
Gradino 30 km/h
3,6 - m/s2
Caditoie stradali 30 km/h
2,8 - m/s2
Rotaie 30 km/h
2,6 - m/s2
Lastroni 30 km/h
2,1 - m/s2
Passo carraio 30 km/h
1,3 - m/s2
  • Anteriore
  • Posteriore

Prove dinamiche

  • TENUTA DI STRADA
  • Accelerazione laterale
    0,95 g
  • STABILITÀ
  • Doppio cambio di corsia sul bagnato
    88 km/h
  • Cambio di corsia in rettilineo
    160 km/h
  • Cambio di corsia in curva
    103 km/h

AGILITÀ DI MANOVRA

  • Diametro di sterzata
    10,9 m
  • Giri del volante
    2,6
  • Sforzo volante in manovra
    1,5 kg
  • Sforzo frizione statico/dinamico
    -

Dati Vettura

  • Massa
  • In condizioni di prova
    1.400 kg
  • Ripartizione massa
    60%
    40%
  • AERODINAMICA
  • Cx stradale
    0,288
  • Superficie frontale
    2,141 m2

Test sistemi adas

Qadas test
Generali
  • Caratteristiche principali
  • Telecamera
    1
  • Radar
    1
  • Sensori ultrasuoni
    12
  • Lidar
    -
  • Laser scanner
    -
  • Range di funzionamento
  • Veicoli
    7-170 km/h
  • Pedoni
    7-80 km/h
  • DOTAZIONI DELL'AUTO IN PROVA
  • Prezzo
    Disattivabile
    Regolabile
  • Frenata automatica di emergenza
    di serie
    disattivabile:
    regolabile: no
  • Regolatore di velocità attivo
    -1
    disattivabile: -
    regolabile: -
  • Assistenza mantenimento di traiettoria
    -2
    disattivabile: -
    regolabile: -
  • Avviso angoli bui
    300
    disattivabile:
    regolabile: no
  • Monitoraggio traffico posteriore
    -
    disattivabile: -
    regolabile: -

Commento: l'equipaggiamento Adas della Clio è superiore alla media del segmento. In futuro, tra gli optional, ci sarà anche un pacchetto per l'assistenza alla guida di livello 2.
In rosso: presente sulla vettura provata.
Note: 1) disponibile solo con il motore TCe 130 abbinato al cambio automatico e negli allestimenti Intens, Initiale Paris e R.S. Line; 2) di serie c'è l'assistenza al mantenimento della corsia, disattivabile e regolabile.

  • ATTRAVERSAMENTO PEDONI
    (a 5 km/h)
Adulto
Avvisi:
Efficace fino a 35 km/h
Bambino
Avvisi:
Efficace fino a 50 km/h

Commento: la frenata automatica di emergenza della nuova Clio si comporta più che discretamente nei test con l'adulto, evitato senza problemi fino a 35 km/h. Ineccepibile la condotta nelle prove con la sagoma del bambino, rilevata correttamente fino a 50 km/h. Gli avvisi anticollisione funzionano bene in tutti i frangenti.

  • VEICOLI IN MARCIA IN COLONNA

L'Ufo è fermo al centro della corsia, l'auto sopraggiunge a 50 km/h

Mitigazione Mitigazione
Avvisi

L'Ufo è fermo a lato strada, l'auto arriva a 50 km/h. I veicoli sono allineati al 25%

Mitigazione Mitigazione
Avvisi

L'Ufo è in movimento a 20 km/h, l'auto sopraggiunge a 60 km/h

Nessun impatto Nessun impatto
Avvisi
  • Falsa Partenza

L'auto è accodata all'Ufo fermo, che poi parte e, a 10 km/h, frena all'improvviso

Impatto Impatto
Avvisi
  • Parcheggio

L'auto esce dal parcheggio a pettine mentre l'Ufo sopraggiunge a 10 km/h

Non rilevabile
Avvisi No

Commento: nei test relativi alla marcia in colonna e con l'Ufo in movimento non ci sono problemi, perché la Clio evita sempre l'impatto. La situazione cambia quando il target è fermo: a 30 km/h la vettura evita il bersaglio, mentre a 50 km/h mitiga l'impatto in due prove su tre. Nella falsa partenza, l'Ufo viene colpito in un caso ed evitato correttamente negli altri due. 


Valutazioni Euro NCAP Le differenti metodologie rendono i giudizi non direttamente comparabili con quelli delle nostre prove. Per la frenata automatica, l'Euro NCAP prevede un massimo di 6 punti per i pedoni e di 7 per i veicoli.

  • Anno
    2019
  • Pedoni
    5,6/6
  • Veicoli
    6,4/7

Pagella

  • Posto guida

    Si viaggia a 51 cm da terra (due in più rispetto alla precedente Clio), su sedili rivestiti di tessuto ed ecopelle ben conformati e dotati di regolazioni manuali. Il volante si muove sui due assi e le cinture si adattano in altezza.

  • I gradevoli interni vanno a braccetto con una disposizione dei tasti più razionale, anche se alcuni elementi potrebbero essere più curati. Scomodo – e ormai vetusto – il comando a satellite della radio.

  • La nuova Clio si lascia alle spalle l'analogico: il display multifunzione da 7" è esauriente e raccoglie tutte le informazioni che servono. Quattro diversi layout assecondano le impostazioni del sistema Multi-Sense.

  • L'andamento verticale del touch screen è questione di gusti, ma le tante funzioni e l'immediatezza generale spazzano via i pregiudizi: completo e moderno, l'infotainment è una delle migliori proposte del segmento.

  • L'impianto automatico, di serie sulla vettura in prova, mantiene con efficacia le temperature prescelte. Le bocchette sono parzializzabili e il tutto si gestisce con semplicità agendo sulle apposite manopole.

  • La vista sulla strada è generalmente sgombra: tuttavia, nelle svolte, il montante anteriore può generare qualche fastidio. Dietro non ci sono problemi, mentre le manovre sono agevolate dalle telecamere a 360°.

  • La nuova Clio cambia passo anche per quel che riguarda la qualità costruttiva: la quinta generazione alza il livello sia sul fronte dei materiali sia su quello degli assemblaggi, risultando nel complesso più curata.

  • L'esemplare testato soddisfa quasi tutti i desideri: con la ricca dotazione, di serie o a richiesta, l'Intens si prende cura dell'estetica, ma soprattutto propone un corredo tecnologico piuttosto raro per un'auto di segmento B.

  • Di livello: sono compresi il mantenimento della corsia, il cruise control, il monitoraggio degli angoli bui, i fari full Led, i fendinebbia con funzione cornering e la frenata automatica con riconoscimento di pedoni e ciclisti.

  • L'accessibilità è buona e le misure interne, nella media, non sono cambiate. In prima fila lo spazio a disposizione è sufficiente per viaggiare con un certo agio, mentre dietro bisogna scendere a qualche compromesso.

  • Voto piuttosto basso, perché il baule cede qualche litro alle batterie, passando da 290 litri ai 225 verificati dal Centro prove. In compenso, ha forme regolari, è rivestito completamente di moquette e non mancano ganci e occhielli per fissare i bagagli.

  • Si viaggia bene sulla Clio. In città perché la componente elettrica azzera quasi del tutto i decibel all’orecchio, in autostrada perché l'abitacolo, ben insonorizzato, assicura un isolamento acustico di livello. Efficaci anche le sospensioni anteriori.

  • Il quattro cilindri benzina aspirato di per sé non è da candidatura agli Oscar, ma il powertrain nel suo complesso produce un rendimento inappuntabile, per piacevolezza e per efficienza.

  • Lo scatto breve è buono, ma non certo da riferimento e lo conferma pure il cronometro - 9,6 secondi - tenendo conto che dentro il cofano ci sono 145 cavalli.

  • Va meglio quando si tratta di riprendere velocità: il notevole il sostegno elettrico garantisce una spinta sostenuta. Occorrono solo 8 secondi per passare da 70 a 120 orari.

  • Di sicuro vanno premiati l’originalità tecnica e il rendimento complessivo di questa trasmissione, con sole quattro marce, priva di frizione e sincronizzatori. Tuttavia, in certe situazioni, si avverte una riduzione di coppia che riporta alla mente certi vecchi robotizzati.

  • Il comando è rapido e preciso ai piccoli angoli. Il carico è sempre piuttosto leggero, anche quando si seleziona la modalità Sport: ne risente in parte la comunicatività.

  • L'impianto della Clio è correttamente dimensionato, si comporta generalmente bene e fa registrare spazi d'arresto soddisfacenti anche quando è sotto stress. Va lunga quando l'aderenza è bassa e non uniforme.

  • È un'auto sana, agile e rassicurante, sorvegliata da un'elettronica ben tarata. Svelta e composta negli inserimenti in curva, non si tira indietro quando la guida diventa più briosa, ovviamente nei limiti della categoria.

  • Punteggio pieno e i numeri lo dimostrano. La Clio copre in media 21,7 km/litro e stupiscono i 18 in autostrada. In città si tocca quota 26 km/litro, in statale i 22.


Pregi & Difetti

Pregi

Consumi. Molto efficiente, al momento è la ibrida meno assetata del segmento B.
Agilità. Piacevole da guidare: è agile e scattante in ogni situazione.

Difetti

Baule. Il baule si riduce di 65 litri per via delle batterie: quel che avanza è poco più che sufficiente.
Freni. Molto lunga la frenata su bassa aderenza.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Renault Clio E-Tech Hybrid 145 Techno - L'ibrido alla francese - VIDEO

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it
logo qpremium