La variante coupé di una Suv oggi non si nega a nessuno. Figuriamoci a un'esponente della famiglia ID, la gamma in rapida espansione delle Volkswagen elettriche, che nella nuova ID.5 trova la sua più recente espressione stilistica e tecnologica. Meglio ancora: la più avanzata quanto a software, dal momento che introduce la release 3.1 (disponibile anche sugli altri modelli con aggiornamento Ota). Vi dico subito che il pacchetto è sostanzioso: spazia da piccole rifiniture come l'aggiunta della percentuale di carica della batteria nel cruscotto digitale e le nuove grafiche per l'ottimo infotainment, fino al sorpasso automatico e al parcheggio con memorie. 

Più in generale, trattasi appunto della variante dinamica (ma soltanto a livello di design) della già nota ID.4: paraurti dal taglio sportivo, padiglione spiovente e un grazioso spoiler posteriore. Tutte cose che non sono un mero vezzo, ma danno un contributo all'efficienza aerodinamica, come testimonia l'ottimo Cx di 0,27. Altra cosa da sapere: rispetto alla Suv di derivazione, la ID.5 è proposta esclusivamente in due varianti, la Pro Performance della prova (singolo motore da 204 CV) e la GTX (bimotore 4x4 da 299 cavalli). Perciò all'appello manca la versione d'accesso con motore da 170 cavalli e batteria da 52 kWh, mentre qui la capacità netta arriva a 77 (82 lordi). 

Sempre più autonoma

Clicca per visualizzare il contenuto

Con il nuovo software ID 3.1, la ID.5 introduce tante piccole e grandi novità: dai ritocchi grafici all'infotainment fino a nuove funzionalità per la guida autonoma

Per il resto, si ritrovano tutte le buone doti delle altre ID. A partire dall'abitacolo accogliente, che non impone sacrifici a nessuno degli occupanti: passo lungo, pavimento piatto, buona disponibilità di centimetri in larghezza e altezza, con quest'ultima che non varia rispetto alla Suv, nonostante il padiglione più inclinato. Semmai, si paga qualcosa in termini di volumetria del baule, ma i 414 litri rilevati sono comunque più che sufficienti per assecondare la maggior parte delle necessità. Stessa impostazione anche per il ponte di comando, con una struttura minimalista ed essenziale, ma non per questo scarna di funzionalità. C'è tutto quel che serve e l'ottimo assistente vocale, qui migliorato, sopperisce in maniera efficace alla scarsità di tasti fisici e al feedback non eccelso di quelli a sfioramento per gestire i dispositivi di bordo, climatizzatore in primis.

Con le ruote in movimento, la ID.5 ricalca in linea di massima il carattere delle sorelle. Tanto confort, innanzitutto, dato dall'insonorizzazione curata e dall'ottimo lavoro delle sospensioni. E questo mood orientato al relax si ritrova anche nell'erogazione del motore posteriore, che come abbiamo scritto in altre occasioni produce buoni numeri (8,2 secondi sullo 0-100), ma in modo garbato e progressivo; la riserva di potenza per muoversi in scioltezza non manca mai, però non dovete aspettarvi il calcio nella schiena tipico di alcune EV. La vera sorpresa rispetto alle sorelle, semmai, è l'efficienza, che già era elevata. La ID.5 fa segnare ottimi risultati in termini di consumo, con 5,6 km/kWh in media, e soprattutto pareggia il record di autonomia (461 km) della ben più costosa BMW iX. Grazie alla ricarica in corrente continua portata da 125 a 135 kW, poi, avrete cinque minuti in più da spendere altrove, anziché davanti a una colonnina.

VOLKSWAGEN ID.5

Pro Performance

Elettrica
  • PREZZO (LISTINO) 55.600
  • MOTORE 1 posteriore
  • POTENZA 150 kW - 204 CV
  • Batteria 82 kWh
  • CONSUMI Omologato 5,9 km/kWh
    Rilevato 5,6 km/kWh
    Costo (domicilio) 7,34 €/100 km
    Costo (colonnine) 10,31 €/100 km
  • Autonomia Omologata (Wltp) 499 km
    Rilevata 461 km

Abitabilità e visibilità

Misure in centimetri, angoli in gradi
  • Totale angoli bui
    96° (27%)
  • Visibilità posteriore
    (ostacolo alto 70 cm)
    maggiore di 10 m
  • Visibilità montante anteriore sinistro
  • Uomo
  • Bambino
  • Bicicletta
  • Giudizio complessivo

Vano di carico

  • Capacità complessiva
    414 litri
  • di cui sotto il pavimento
    7 litri
  • Altezza soglia di carico
    76 cm

Prestazioni

  • Velocità
  • Massima (autolimitata)
    163,8 km/h
  • Scarto tachimetro a 130 km/h
    1,9%
  • Accelerazione
  • 0-60 km/h
    3,8 s
  • 0-100 km/h
    8,2 s
  • 0-110 km/h
    9,8 s
  • 0-120 km/h
    11,6 s
  • 0-130 km/h
    13,8 s
  • 0-150 km/h
    19,2 s
  • 400 metri da fermo
    16,1 s
  • Velocità d'uscita
    139,1 km/h
  • 1 chilometro da fermo
    29,9 s
  • Velocità d'uscita
    163,2 km/h
  • Ripresa in D
    (a min/max carico)
  • 70-90 km/h
    2,7/2,9 s
  • 70-100 km/h
    4,1/4,4 s
  • 70-110 km/h
    5,7/6,1 s
  • 70-120 km/h
    7,5/8,1 s
  • 70-130 km/h
    9,7/10,5 s
  • 70-140 km/h
    12,1/13,2 s
  • 30-60 km/h
    2,5 s
  • Frenata
  • 100 km/h a minimo carico
    40,8 m (0,96 g)
  • 130 km/h a minimo carico
    66,7 m (1,00 g)
  • 100 km/h su asfalto asciutto + pavé
    47,1 m (0,84 g)
  • 100 km/h su asfalto bagnato + ghiaccio
    118,6 m (0,33 g)

Consumi

  • Scarto trip computer
    9,6 %

Consumi

  • COSTI
    (€/100 km)
  • Città
  • Statale
  • Autostrada
  • Media
Ric. a casa Colonnina
6,12 8,60
7,06 9,92
9,04 12,69
7,34 10,31

Autonomia e consumi

  • Percorrenze medie e autonomia
  • Città
    6,7 km/kWh - 553 km
  • Statale
    5,9 km/kWh - 479 km
  • Autostrada
    4,6 km/kWh - 375 km
  • Media rilevata
    5,6 km/kWh - 461 km
  • Media omologata
    5,9 km/kWh - 499 km

Tempi e costi di ricarica

Presa domestica a 2,3 kW1 (da 0 a 100%)
Tempo ricarica
30h 44'
100 km: 6h 20'
  • Costo

    0,41€/kWh 33,86
    kWh erogati: 86,1

    Efficienza Ricarica

    89%
Presa a 22 kW
Tempo ricarica
7h 37'
100 km: 1h 39'
  • Costo

    0,58€/kWh 47,55
    kWh erogati: 82,0

    Efficienza Ricarica

    94%
Presa a 55 kW
A corrente continua
Tempo ricarica
1h 0'
100 km: 0h 22'
  • Costo

    0,58€/kWh 28,37
    kWh erogati: 48,9
Presa a 150 kW
A corrente continua
Tempo ricarica
23'
100 km: 0h 8'
  • Costo

    0,79€/kWh 36,93
    kWh erogati: 46,8
  • Dotazione ricarica

Cavo
Domestico (Modo 2)
Wallbox/colonnina (Modo 3)

Presa
Ccs Combo 2

Caricabatterie interno
11 kW trifase

Livelli di ricarica domestica
10 ampere

Ricarica in corrente continua
135 kW a 400 volt

Note: 1) Valori stimati


Confort

  • Sospensioni
0 Ottimo
1,0 Discreto 2,5
Scarso 4,0
50 km/h su pavé
0,8 -1,1 m/s2
Gradino 30 km/h
1,5 -2,3 m/s2
Caditoie stradali 30 km/h
2,0 -2,6 m/s2
Rotaie 30 km/h
1,6 -2,2 m/s2
Lastroni 30 km/h
1,4 -2,1 m/s2
Passo carraio 30 km/h
0,7 -1,0 m/s2
  • Anteriore
  • Posteriore

Prove dinamiche

  • TENUTA DI STRADA
  • Accelerazione laterale
    0,95 g
  • STABILITÀ
  • Doppio cambio di corsia sul bagnato
    80 km/h
  • Cambio di corsia in rettilineo
    160 km/h
  • Cambio di corsia in curva
    101 km/h

Dai nostri test dinamici emerge una vettura ben bilanciata e omogenea nelle reazioni, doti imprescindibili per una buona sicurezza in caso di emergenza. Sia su asciutto sia su bagnato, la ID.5 è piuttosto rapida negli spostamenti, il rollio non è mai eccessivo e il retrotreno segue fedelmente la traiettoria impostata, senza scompensi. L'elettronica lavora bene: talvolta interviene in maniera un po' forte, ma non tale da compromettere la direzionalità.


AGILITÀ DI MANOVRA

  • Diametro di sterzata
    10,9 m
  • Giri del volante
    2,7
  • Sforzo volante in manovra
    1,7 kg

Dati Vettura

  • Massa
  • In condizioni di prova
    2.222 kg
  • Ripartizione massa
    47%
    53%
  • AERODINAMICA
  • Cx stradale
    0,271
  • Superficie frontale
    2,503 m2

Test sistemi adas

Qadas test
Generali
  • Caratteristiche principali
  • Telecamera
    1
  • Radar
    3
  • Sensori ultrasuoni
    8
  • Lidar
    -
  • Laser scanner
    -
  • Range di funzionamento
  • Veicoli
    5-250 km/h
  • Pedoni
    5-85 km/h
  • DOTAZIONI DELL'AUTO IN PROVA
  • Prezzo
    Disattivabile
    Regolabile
  • Frenata automatica di emergenza
    di serie
    disattivabile:
    regolabile: no
  • Regolatore di velocità attivo
    di serie
    disattivabile:
    regolabile:
  • Assistenza mantenimento di traiettoria
    a richiesta
    disattivabile:
    regolabile: no
  • Avviso angoli bui
    a richiesta
    disattivabile:
    regolabile: no
  • Monitoraggio traffico posteriore
    a richiesta
    disattivabile:
    regolabile: no

  • ATTRAVERSAMENTO PEDONI
    (a 5 km/h)
Adulto
Avvisi:
Efficace fino a 30 km/h
Bambino
Avvisi:
Efficace fino a 45 km/h
  • VEICOLI IN MARCIA IN COLONNA

L'Ufo è fermo al centro della corsia, l'auto sopraggiunge a 50 km/h

Nessun impatto Nessun impatto
Avvisi

L'Ufo è fermo a lato strada, l'auto arriva a 50 km/h. I veicoli sono allineati al 25%

Mitigazione Mitigazione
Avvisi

L'Ufo è in movimento a 20 km/h, l'auto sopraggiunge a 60 km/h

Nessun impatto Nessun impatto
Avvisi
  • Falsa Partenza

L'auto è accodata all'Ufo fermo, che poi parte e, a 10 km/h, frena all'improvviso

Nessun impatto Nessun impatto
Avvisi
  • Parcheggio

L'auto esce dal parcheggio a pettine mentre l'Ufo sopraggiunge a 10 km/h

Nessun impatto Nessun impatto
Avvisi

Valutazioni Euro NCAP Le diverse metodologie rendono i giudizi non comparabili con le nostre prove. Per la frenata automatica, l'Euro NCAP prevede fino a 6 punti per i pedoni e 7 per i veicoli.

  • Anno
    n.d.
  • Pedoni
    n.d.
  • Veicoli
    n.d.

Pagella

  • Posto guida

    Alto da terra, per favorire accessibilità e visibilità, ma con una seduta di stampo automobilistico, con le gambe semidistese. Precise e svariate le regolazioni.

  • Pochi tasti fisici, ben raggiungibili. Molte funzioni sono delegate ai comandi touch e vocali; i pulsanti per la regolazione del climatizzatore non sono retroilluminati.

  • I principali dati di viaggio sono raccolti nel piccolo schermo dietro al volante, che include il minimo indispensabile. Con il recente aggiornamento, ci sono più informazioni.

  • Un impianto facile da utilizzare, che dispone di tutto il necessario. Le migliorie alla grafica, ai comandi vocali e alle funzionalità lo rendono ancora più fruibile.

  • L'automatico a tre zone lavora sempre in modo impeccabile, per un clima ideale in tutto l'abitacolo. Meglio comandarlo a voce che con i poco precisi tasti a sfioramento.

  • Davanti è un bel vedere, grazie a montanti sottili che non ostruiscono oltre misura. Dietro, il lunotto è un po' piccolo, ma in manovra si fa affidamento alla retrocamera.

  • Al netto di qualche economia poco evidente, comune a molti prodotti su base Meb, l'impatto è positivo e l'insieme risulta appagante al tatto e alla vista.

  • Unico allestimento, il Pro Performance, dotato di tutto il necessario per soddisfare esigenze di confort e sicurezza. Tuttavia, c'è ampio margine per personalizzare.

  • Frenata automatica e Acc sono di serie. Per avere il pacchetto completo di livello 2, che include anche il sorpasso automatico, occorre attingere dalla lista degli optional.

  • C'è una notevole quantità di spazio in ogni direzione: nessuno si sentirà mai sacrificato. La carrozzeria più filante non impatta sulle misure rispetto alla ID.4, nemmeno dietro.

  • Qui invece la ID.5 paga una trentina di litri rispetto alla Suv di derivazione. Tuttavia, i 414 effettivi sono un valore buono per la categoria e risultano ben sfruttabili.

  • Un gran bel viaggiare. La ID.5 è molto silenziosa, anche quando si va forte, e le sospensioni lavorano bene: persino in caso di sconnessioni importanti, l'assorbimento è sempre efficace.

  • Questa unità da 204 cavalli, già apprezzata su altre applicazioni, offre un buon bilanciamento fra performance ed efficienza. In altri termini, prestazioni adeguate, a fronte di consumi contenuti.

  • Ormai l'abbiamo scritto più volte: questo powertrain garantisce numeri di tutto rispetto, senza però darlo troppo a vedere; la spinta è omogenea e progressiva, altre elettriche sono più brutali.

  • Feedback non eccelso, un po' asettico. Tuttavia, il comando vanta buone doti di prontezza e precisione. Taratura piuttosto leggera e buon diametro di volta, cosa che aiuta sia nel traffico sia in manovra.

  • L'impianto risulta adeguato alla stazza della vettura, garantendo sempre spazi d'arresto contenuti in ogni condizioni di aderenza. Buona anche la resistenza: sotto stress, non cede nemmeno un metro a ogni stop.

  • Ha un carattere improntato per lo più al confort, perciò fra le curve non ci si deve aspettare una reattività da sportiva. Però, nelle manovre d'emergenza risulta sempre molto sicura e bilanciata.

  • Addirittura meglio della già ottima sorella ID.4. Con la versione coupé abbiamo infatti rilevato un consumo medio di appena 5,6 km/kWh, valore che sale a ben 6,7 nel ciclo urbano.

  • La batteria di generose dimensioni (77 kWh utilizzabili), assieme ai sopracitati, ridotti consumi, fa sì che la ID.5 possa offrire un elevato range d'azione: circa 460 chilometri in media con un pieno.

  • Se per la corrente alternata c'è un classico caricatore di bordo da 11 kW, con quella continua la potenza è salita da 125 a 135 kW. In questo modo si può ridurre di qualche minuto l'attesa.

  • C'è un unico account, con card o app, per caricare pressoché ovunque a tariffe agevolate. In arrivo anche la funzione plug&charge, con cui non servirà neppure più avvicinare la card alla colonnina.


QUALITà

Qualità e finiture
Gli accostamenti sono curati, ma all'interno domina la plastica dura.

  • Esterno
  • Superfici carrozzeria
  • Giochi e profili
  • Insonorizzazione e guarnizione
  • Scocca
  • Interno
  • Materiali e accoppiamenti
  • Sedili
  • Funzionalità
  • Finitura bagagliaio

Infotainment


L'impianto ha un assistente vocale intelligente e può collegarsi senza fili con i vari smartphone Android e Apple. In più, il navigatore programma da solo le soste per la ricarica, così da far risparmiare tempo nei lunghi viaggi.

  • Dimensioni reali schermo
    12,0 pollici
  • Touch screen
  • Prese Usb
    4 di tipo C
  • Android Auto/Apple CarPlay
    sì/sì
  • MirrorLink
  • Accessibilità comandi
  • Telefono-vivavoce
  • Navigatore
  • Radio
  • Impianto audio
  • Collegamento internet
  • App incorporate
  • App smartphone
  • Indice di sicurezza

Pregi & Difetti

Pregi

Autonomia. L'efficienza è senza dubbio una delle sue doti migliori: si traduce in una media di 461 km di autonomia, con l'ansia che non ha più scuse.
Confort. Poi si viaggia bene: silenziosa e ottimamente ammortizzata, offre un confort di livello.

Difetti

Comandi. Alcuni comandi a sfioramento non offrono un buon feedback; quelli per la regolazione della temperatura continuano a non essere retroilluminati di notte.
Sterzo. Lo sterzo fa il suo dovere, ma in maniera un po' asettica.