Prove su strada

BMW iX3

L'elettrica in incognito fa 320 km con una carica - VIDEO

La Suv a corrente vuole essere simile in tutto e per tutto alle sorelle termiche della Casa bavarese, sia fuori sia dentro. Ma non va considerata un modello di transizione, perché sottopelle c'è il powertrain di quinta generazione che servirà anche le future iX e i4. Abbiamo provato l'allestimento Impressive

di Lorenzo Facchinetti |

Ci sono due tipi di auto a batteria: le native digitali, fatte e pensate per essere esclusivamente elettriche, e quelle che invece lo diventano in una seconda vita. Quest'ultimo è il caso della nuova iX3, versione a batterie della BMW più venduta, che in un certo senso rappresenta anche una sorta di anello di congiunzione fra due mondi. È stata proprio la Casa di Monaco, infatti, una delle prime a investire in maniera massiccia su progetti esclusivamente elettrici, con la originalissima i3 del 2013. Adesso, con la iX3, sceglie invece una strada più convenzionale, ma lo fa con un occhio verso il futuro. Perché questa Suv può contare sull'efficiente powertrain elettrico di quinta generazione che finirà sulle prossime i4 e iX, i due inediti modelli a corrente attesi quest'anno. La sport utility bavarese, però, non è da considerare come un'auto di transizione, bensì come un'alternativa a batteria che può incontrare i favori di chi preferisce una vettura dalle sembianze tradizionali e non troppo fuori dagli schemi.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser