Mercedes Vito

Il Mercedes Vito è il veicolo commerciale di taglia media che la Casa di Stoccarda propone tradizionalmente in svariate configurazioni. La prima generazione (caratterizzata dal nome in codice W638) risale al 1996 ed è rimasta sulla scena fino al 2003, quando ha passato il testimone alla seconda (W639). La staffetta tra quest’ultima e la terza (W447) è avvenuta invece nel 2014. Gli esemplari più diffusi sul mercato appartengono proprio al modello più recente, che si riconosce facilmente per il taglio più allungato dei fari e, in generale, per la sagoma più affusolata e aerodinamica della carrozzeria. Quest’ultima è proposta con tre diverse lunghezze comprese tra i 490 e i 537 cm. I Vito destinati al trasporto passeggeri portano il nomignolo Tourer e ricalcano fedelmente le linee delle monovolume Classe V. Rispetto a queste ultime, tuttavia, l’allestimento è più spartano, con arredi, rivestimenti e soluzioni interne che badano più al sodo e meno alla forma. Neanche a dirlo, lo spazio abbonda in tutte le direzioni anche sulla versione più corta, capace già di venire incontro a esigenze di carico importanti.

I MOTORI
Il Mercedes Vito è spinto solo da motori turbodiesel, curiosamente abbinati a tre diversi schemi di trasmissione. Il best seller nella fascia bassa del listino è l’1.6 che equipaggia le versioni 109 e 111 CDI, abbinato alla trazione anteriore: una soluzione perfetta per chi si sposta spesso con carichi voluminosi ma leggeri. A un livello superiore si pone il classico 2.1, presente nel cofano di altri modelli della Stella e qui presente nei Vito 114, 116 e 119 CDI. In questi casi, l’abbinamento è con la trazione posteriore (ideale per chi viaggia a pieno carico o deve effettuare traini) o con quella integrale, che facilita le manovre sui fondi a bassa aderenza. Molti sono gli esemplari offerti con il valido cambio automatico 7G-Tronic Plus.

PRO E CONTRO
La praticità è lo scontato asso nella manica del Mercedes Vito, pronto ad accogliere a bordo intere squadre di amici o merci anche molto ingombranti. Lo spazio a bordo è tanto, può essere sfruttato fino all’ultimo centimetro e i solidi arredi resistono bene anche a un uso senza troppi riguardi. Promosso anche il confort, mentre la stazza pone qualche logico limite in materia di agilità e handling.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca