Cerca

Eventi

Poltu Quatu Classic
L’eleganza è di casa Costa Smeralda

Cesare Nebbia
Condividi   
1 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

2 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

3 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

4 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

5 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

6 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

7 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

8 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

9 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

10 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

11 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

12 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

13 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

14 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

15 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

16 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

17 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

18 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

19 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

20 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

21 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

22 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

23 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

24 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

25 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

26 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

27 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

28 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

29 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

30 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

31 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

32 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

33 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

34 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

35 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

36 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

37 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

38 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

39 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

40 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

41 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

42 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

43 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

44 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

45 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

46 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

47 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

48 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

49 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

50 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

51 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

52 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

53 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

54 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

55 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

56 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

57 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

58 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

59 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

60 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

61 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

62 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

63 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

64 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

65 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

66 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

67 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

68 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

69 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

70 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

71 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

72 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

73 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

74 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

75 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

76 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

77 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

78 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

79 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

80 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

81 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

82 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

83 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

84 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

85 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

86 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

87 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

88 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

89 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

90 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

91 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

92 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

93 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

94 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

95 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

96 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

97 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

98 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

99 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

100 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

101 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

102 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

103 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

104 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

105 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

106 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

107 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

108 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

109 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

110 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

111 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

112 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

113 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

114 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

115 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

116 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

117 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

118 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

119 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

120 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

121 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

122 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

123 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

124 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

125 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

126 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

127 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

128 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

129 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

130 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

131 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

132 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

133 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

134 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

135 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

136 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

137 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

138 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

139 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

140 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

141 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

142 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

143 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

144 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

145 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

146 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

147 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

148 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

149 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

150 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

151 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

152 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

153 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

154 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

155 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

156 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

157 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

158 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

159 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

160 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

161 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

162 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

163 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

164 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

165 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

166 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

167 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

168 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

169 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

170 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

171 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

172 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

173 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

174 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

175 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

176 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

177 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

178 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

179 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

180 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

181 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

182 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

183 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

184 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

185 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

186 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

187 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

188 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

189 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

190 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

191 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

192 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

193 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

194 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

195 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

196 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

197 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

198 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

199 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

200 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

201 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

202 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

203 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

204 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

205 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

206 / 206

Foto Credit: Piotr Degler

È una ricetta difficile da battere quella del Poltu Quatu Classic: una piccola parte d’Italia dalla bellezza mozzafiato, le strade giuste per divertirsi dietro il volante e decine di vetture che hanno fatto la storia del design automobilistico. Cosa volere di più? La settima edizione del concorso d’eleganza che dal 2014 ha messo la Sardegna sulla mappa degli eventi più importanti d’Europa è partita ieri, ma rispetto a tante altre manifestazioni simili, a Poltu Quatu le auto non sono qui soltanto per essere ammirate, ma per essere godute per quattro giorni sotto il sole sardo.

Ospiti d’eccezione. Un format che raduna un sempre maggior numero di partecipanti, collezionisti che “rispolverano” i propri pezzi più importanti, ma anche l’occasione per mettere in mostra quelle vetture di nuova concezione che proprio dal mondo delle auto storiche traggono ispirazione e linfa vitale. È il caso della Duetto di Garage Italia, il restomod elettrificato della Spider del Biscione che proprio sulle strade della Costa Smeralda si mostra per la prima volta in azione, o ancora della Giulia dell’azienda torinese ErreErre Fuoriserie che fa di Poltu Quatu il suo palcoscenico per il debutto in società. Tante italiane, è naturale, ma non mancano neppure eccellenze dal resto del mondo come la Ruf CTR, trasposizione moderna (con telaio di fibra di carbonio) della mitica Ruf Yellowbird della fine degli Anni 80.

Supercar e non solo. La maggioranza di auto sportive e supercar non mette però in ombra la presenza di tante altre sfumature della passione automobilistica, come ci raccontano le sette classi di vetture presenti a questa manifestazione: oltre alla categoria “Supercar” troviamo, infatti, “Peace&Love” ovvero la classe di vetture come risposta ai bisogni del mondo, “Sex on the Beach” dedicata alle sempreverdi (e cool) spiaggine e “Ferrarissima 75”, la classe che celebra il 75esimo anniversario del Cavallino. Chiudono le fila le categorie “Rally Queen” con le vetture del Campionato del mondo Rally, “Something Special”, ovvero le reinterpretazioni delle leggende automobilistiche e “La Dolce Vita” dedicata alle auto protagoniste degli anni 50 e 60, che vedrà la partecipazione dell'esemplare originale della Lancia Aurelia B24 guidata da Vittorio Gassman nell'iconico film di Dino Risi, "Il sorpasso".