Curiosità

Garage Italia Customs
Spider Duetto Hybrid, un tuffo (a bomba) negli anni 90

Garage Italia Customs
Spider Duetto Hybrid, un tuffo (a bomba) negli anni 90
Chiudi

L’Alfa Romeo Spider non ha certo bisogno di presentazioni: si tratta della quarta serie della celebre Duetto, prodotta dalla Casa del Biscione coronato dal 1989 al 1994. Utilizzando come base una “donor car” del 1992, Garage italia Customs – per celebrare la Milan Design Week - ha realizzato, per dirla alla loro maniera, un tributo (ibrido) alla car culture e alla città di Milano. Scegliendo una vera e propria icona degli anni '90.

Legno e pelle. Tranquilli: la sempiterna linea disegnata da Pininfarina non è stata stravolta. Per cominciare, il restomod ha riguardato la sostituzione dei paraurti, dal look più pulito, e la riverniciatura completa della carrozzeria, ora dipinta in un brillante verde acqua. Tonalità, questa, che riveste anche la parte centrale della plancia (ridisegnata) e dei pannelli porta. I sedili sono in morbida pelle Poltrona Frau arancione, mentre la D-Tales (azienda italiana che realizza su misura interni di elicotteri, jet privati, yacht e supercar one-off) si è occupata di ricoprire la zona dietro agli schienali con una modanatura di legno pregiato.

spider-garage-italia

Ibrido leggero. Corpose, infine, le modifiche al powertrain della Spider: a spingere c’è sempre il quattro cilindri bialbero da 2 litri e 122 cavalli, ma è stato aggiunto un sistema mild hybrid denominato K.e.r.s, lo stesso montato sull’Abarth 595 K-Hertz. Nessuna novità, infine, nel reparto trasmissione: il cambio è sempre il manuale a 5 marce, mentre la trazione rimane rigorosamente posteriore, con differenziale autobloccante al 25%.

COMMENTI

  • Trasformare una vettura d'epoca in elettrica,è come avere in casa una riproduzione di un quadro d'autore o mettere il movimento al quarzo in un orologio meccanico di valore così "è più preciso e non mi dimentico di caricarlo) :mio parere personale !
  • Orrore senza nome. All'epoca tra duetto e 124 spyder abath, scelsi la 124, era meno "appariscente" e più perfomante, ma stravolgerla in questo modo + un peccato mortale
  • Ovvero come massacrare uno degli spider piu' belli di tutti i tempi complimenti ai geni che l' anno partorita
  • Perché rovinare un’icona del passato e di buon valore commerciale?Probabilmente chi ha progettato , realizzato e modificato quest’auto non ne conosce il valore storico del duetto.
  • Una vota si chiamava tuning, roba da palati fini. Indipendentemente dal nome, bisognerebbe mettere a pane e ad acqua gli ideatori di questi sgorbi
  • Davvero brutta. E pacchiana. Perdipiù è stata mantenuta l'unica componente mal riuscita della IV serie: i cerchi (vedete quelli di Alfaholics, please...).