Multe “Il Tutor? È fuorilegge”

×
 

Stavolta non è il solito problema di vizi nell’accertamento o nella notificazione. Stavolta nel mirino c’è la stessa legittimità del Tutor. È una sentenza che fa discutere, quella del giudice di pace di Terni, che l’8 febbraio scorso ha accolto un ricorso presentato dall’avvocato Marco Ripamonti, del Foro di Viterbo, e ha annullato un verbale di violazione dei limiti di velocità rilevata sull’autostrada A1 tra Magliano Sabina e Orte. Il motivo? Perché, semplificando al massimo, il Sicve (Sistema informativo controllo velocità), come si chiama tecnicamente il Tutor, sarebbe fuorilegge. O meglio, perché il trasferimento dell’omologazione da Autostrade per l’Italia alla controllata Autostrade Tech, avvenuto nel 2010 in seguito a una riorganizzazione societaria, sarebbe illegittimo.

Il 24 dicembre 2004 l’approvazione del Tutor. Una roba da azzeccagarbugli? Forse, ma in punta di diritto non del tutto campata in aria. Vediamo di capire perché. Il Sicve viene approvato il 24 dicembre 2004 con decreto dirigenziale n. 3999 del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti. La domanda di approvazione era stata presentata un anno prima, il 29 dicembre 2003, da Autostrade per l’Italia, la società che aveva sviluppato il nuovo strumento per la rilevazione (anche) della velocità media.

Nel 2010 arriva Autostrade Tech. Il 26 ottobre 2010, in seguito a una riorganizzazione societaria, Autostrade per l’Italia trasmette al Mit una nota con la quale comunica che Autostrade Tech, nata nel 2009 come spin off tecnologico di Autostrade per l’Italia, “è subentrata, a far data dall’1 gennaio 2010, ad Autostrade per l’Italia nelle attività e in tutti i rapporti attivi e passivi relativi alla gestione di zone a traffico limitato e ai sistemi di controllo della velocità (Sicve)”. Alla luce di questa comunicazione, il 9 dicembre 2010 il Mit “decreta” che le omologazioni/approvazioni concesse ad Autostrade per l’Italia “sono trasferite a nome della società Autostrade Tech”.

“Violato l’articolo 192 del regolamento Cds”. Peccato, dice oggi il giudice di pace di Terni, che ciò sia avvenuto in violazione dell’articolo 192 del regolamento di esecuzione del Codice della strada, quello che disciplina “l’omologazione o l’approvazione di segnali, dispositivi, apparecchiature, mezzi tecnici per l’accertamento e il rilevamento automatico delle violazioni”. Articolo che, al comma 5, stabilisce: “l’omologazione o l’approvazione di prototipi è valida solo a nome del richiedente e non è trasmissibile a soggetti diversi”. Insomma, sentenzia il giudice, “il trasferimento in questione deve ritenersi contra legem”. E a nulla vale il decreto dirigenziale del 2010, non potendo una norma di rango inferiore intervenire su una di rango superiore, cioè il regolamento di esecuzione del Codice. Pertanto, il verbale dev’essere annullato.

Ma per la Stradale è tutto regolare. Fonti della Polizia Stradale, interpellate da Quattroruote, minimizzano affermando che non vi è stato alcun trasferimento di omologazione “a soggetti diversi”, visto che Autostrade Tech è un mero spin off tecnologico di Autostrade per l’Italia, è interamente controllata da quest’ultima e ha sede negli stessi uffici della controllante. Quindi, al contrario di quanto stabilito dal Giudice di pace di Terni, non vi è alcuna violazione del regolamento di esecuzione del Codice della strada. Insomma, per il Viminale Autostrade Tech è lo stesso soggetto di Autostrade per l’Italia, non un “soggetto diverso”.

La parola al tribunale. La sentenza, però, al di là della diversa interpretazione del dettato normativo, cioè della parola “soggetto”, mette ancora una volta nel mirino il Tutor e, in teoria, potrebbe mandare in fumo i verbali non ancora notificati e rendere impugnabili tutti quelli notificati ma non ancora pagati. Che cosa succederà? La parola definitiva la metterà il tribunale, a cui, fanno sapere le stesse fonti del ministero dell’Interno, la Prefettura competente, tramite l’Avvocatura generale dello stato, presenterà appello. Insomma, la battaglia legale è appena iniziata.

Mario Rossi

edoardo z

controllo ingresso ed uscita. Tempi inferiori al previsto? Sanzione. Allora io vado ai 200 e poi mi fermo! Bravo, basta qualche auto civetta, una ogni 100/150 km e sei sistemato. Ci sono troppi incidenti e troppi morti.

COMMENTI

  • controllo ingresso ed uscita. Tempi inferiori al previsto? Sanzione. Allora io vado ai 200 e poi mi fermo! Bravo, basta qualche auto civetta, una ogni 100/150 km e sei sistemato. Ci sono troppi incidenti e troppi morti.
     Leggi risposte
  • SPeriamo lo tolgano
  • SPeriamo lo tolgano
  • Quanti sforzi per punire i pericolosissimi automobilisti che viaggiano a 140 invece che a 130. Mi piacerebbe che lo stesso rigore venisse applicato anche ai ladri, agli assassini, ai truffatori, ai corrotti, a quelli che fanno fallire aziende lasciando in mutande centinaia di persone e continuano a farsi vedere in giro con auto che superano i centomila euro....
  • SI POSSONO AVERE GLI ESTREMI DELLA SENTENZA? CHE IN RETE PROPRIO NON SI TROVANO........
  • Le regole sono uguali per tutti..chi sbaglia paga,in questo caso autostrade tech non ha titolo per usare il tutor quindi dovrebbe pagare tutte le spese della causa e anche risarcire il multato.invece troveranno il solito cavillo per salvarsi e far valere la legge " io so io e voi plebei non siete niente" abuso di potere a mille.Vergogna.Non c'entra niente le vite salvate ecc. A loro di questo non importa un bel niente,interessa solo estorcere soldi per imposizione e basta anche se vai a 136km l'ora con una Ferrari con freni carboceramici.L ente pubblico è così dietro il fare del bene al popolo estorce sempre con prepotenza e burocrazia asfissiante soldi e poi ancora soldi per pagarsi i loro schifosi privilegi di nullafacenti e ridono alle ns. spalle.Questo è ,i buonisti del caso sono ridicoli.
  • incidente con una vittima,20 anni senza patente,incidente grave senza vittime 10 anni senza patente,sparirebbero gli incidenti,senza avere limiti di velocità imposti per legge!
     Leggi risposte
  • Cambiate i limiti che sono R I D I C O L I !!!!
  • Al netto dei soliti giustizialisti vorrei far notare che nel paese l'applicazione della legge non spetta ai commentatori dei forum. Detto ciò nel nostro ordinamento vige la regola che se lo stato sbaglia paga, se chi deve fare i controlli li omette l'atto è nullo.dunque sempre ammesso che grazie ai tutor si presume che nn vi siano stati tanti morti, resta un fatto :se risulta che questi aggeggi sono farlocchi o nn autorizzati o nn controllati le multe restano nn valide.piaccia o no è la legge. Poi vorrei dite al gentile Roberto che si leggesse le statistiche e troverà che i morti in autostrada nn sono dovuti all'eccesso di velocità.
     Leggi risposte
  • Le regole le deve rispettare prima chi pretende che vengano rispettate.Il TUTOR ben venga se utilizzato con intelligenza e no dove esistono limiti ridicoli (come alcune tratte autostradali a 60KM.A Napoli sulla tangenziale vige un limite di 80 km su una arteria a tre corsie che tranne alcuni tratti e libera da traffico, li il limite dovrebbe essere portato almeno a 100km ora.Non e' il tutor che salva la vita , mail buon senso di chi guida ,anche a 60 km orari se si guida e si chatta,...come si vede spesso sulle nostre strade si e' piu' pericolosi di chi viaggia a 120 ma con attenzione
  • Rispettare le regole prima di pretendere che altri rispettano deve essere la cosa fondamentale.Poi per quando riguarda i TUTOR, ben vengano ma no dove poi si mettono limiti assurdi(vedi tratti autostradali a 60,ecc ecc,...la tangenziale di Napoli costituita da tre corsie avere un limite di 80 km sembra iniquo Non e' il tutor a salvare la vita ma il buon senso di chi guida,essere investiti da chi magari sta chattando col smart fon anche a 30 km ora e pericoloso.Questa e' una brutta abitudine che vedo spesso sulle nostre strade
  • Che ti tira fuori dal cappello un avvocato pur di non pagare una multa, eh? L'ho sempre detto io, ci vuole sempre il giusto incentivo!
  • per prima Cosa sono da licenziare subito tutti i coinvolti del passaggio del Tutor da autostrade a autostrade tech. paghiamo sempre gente che non sa fare il proprio lavoro e poi ci troviamo coi problemi. chi sbaglia deve pagare. per quanto riguarda i limiti in autostrada non riesco a capire come mai sulla brebemi non mettono il limite dei 150. certo più e bassa la velocità e meno sono gli incidenti ( e meno ore di autostrade chiuse). però la brebemi attirrerebbe più automobilisti.
  • Decessi ogni milione di abitanti in incidenti stradali: l'Italia si trova all'undicesimo posto, con 58 decessi. Spagna (37) e Germania (41) hanno migliorato la propria posizione, portandosi a ridosso dei Paesi che tradizionalmente registrano i migliori risultati. In particolare proprio la Germania, nonostante l'assenza di limiti di velocità su molti tratti autostradali, ha diminuito ulteriormente il numero di vittime per un totale di 41 ogni milione di abitanti nel 2013. http://www.gazzetta.it/Passione-Motori/Auto/05-04-2014/sicurezza-incidenti-stradali-mortali-media-unione-europa-ue-italia-morti-milione-2013-2012-80383768741.shtml?refresh_ce-cp
     Leggi risposte
  • Come se un tutor salvasse la vita, perché uno Rispetta i limiti di velocità. A 150 km/h, se ti schianti ti schianti ed essendo una velocità molto elevata, anche se concessa dal codice della strada, ti ammazzi senza problemi se fai un frontale o se ti cappotti. Inoltre io pago l'autostrada fior fior di quattrini e pretendo, pagando questi importi insensati, che ci sia la giusta illuminazione, un fondo stradale sempre perfetto e multe per chi sorpassa dove non dovrebbe. Ecco le principali cause di morte, non i 150, i 200 o i 300 km/h. Ragazzi, sveglia!!!!! Prendiamo esempio da paesi, dove le cose girano meglio. Questo è un modo truffaldigno (legalizzato), per fare solo ed esclusivamente CASSA!!!!!
  • Tutti devono rispettare le regole. Anche la società autostrade. Non è che se salvano vite allora possono essere fuorilegge. Ci sono delle leggi? L'automobilista ha fatto bene a tutelarsi. Così come quando vengono installati autovelox giusto per fare cassa da parte di certo comuni.
  • Il problema è che chi deve far rispettare le leggi dovrebbe essere il primo a rispettarle e in Italia non è proprio così
  • ennesima pagliacciata all'italiana . Poi ci si meraviglia di come mai sia lo zimbello dell'europa. Complimenti al giudice di pace (spesso un avvocato in pensione o simile) che per mania di protagonismo, e dietro a lauti compensi si erge a sommo vate . E l'itaGlia affonda sempre più ... contenti voi ...
  • Che bei commenti. Come se non sapessimo che le autostrade vennero progettate senza limiti di velocità, e come se non sapessimo che i limiti di velocità hanno una valenza politica e populistica, e come se non avessero inventato i freni che frenano, oltre ai freni che non frenano ma costano meno. "La velocità non ha mai ucciso nessuno. Fermarsi improvvisamente, ecco cosa ti frega". E non l'ho scritto io, ma se l'avessi scritto io cosa mi avreste risposto? Poi posso anche aggiungere altre considerazioni, ma se uno è stanco chi gli vieta di andare a 110 Km/h e fermarsi a riposare, bere un caffè, lavarsi la faccia, etc? Personalmente non ho mai osservato un granchè i limiti ma non ho neanche mai preteso che le auto davanti a me si aprissero e facessero corona, però se mi adeguo al traffico circostante, di solito gli amici che ho in macchina con me si lamentano, non so perchè :-) Ah, avere il cambio automatico aiuta. Anche in autostrada. E comunque se volessimo essere onesti con noi stessi, potremmo avere limiti di velocità più umani, diciamo fino ai 160 Km/h. Ma anche laddove questo sarebbe possibile, le società concessionarie non vogliono. Se poi la gente non sa guidare, ritirategli la patente. Comunque nell'ultimo caso di banditi in autostrada (Audi gialla) si è visto a cosa è servito il tutor, e allora come la mettiamo? ;-)
     Leggi risposte
  • a questo avvocato per come ha impostato il ricorso non solo gli farei pagare la multa, ma gli sospenderei anche la patente per 2 anni
  • questo è il malsano rapporto che gli italian hanno con il CdS - incidenti "ahhh i criminali in galera, ci vogliono più controlli" - arrivano i controlli "servono a fare cassa" - arrivano le multe "ricorso, è una truffa!" - tolgono i controlli "vittoria!" - arrivano gli incidenti "Servono i controlli" e il ciclo ricomincia
     Leggi risposte
  • Premesso che il Tutor è da ritenersi una misura tecnologica dal funzionamento abbastanza equo, perchè misurando la velocità media e non quella istantanea, va a punire solo chi realmente procede a velocità superiori al consentito per lunghi tratti e non rappresenta gli "agguati" per fare cassa come certi autovelox posti in punti trappola, magari in fondo alle discese, e che dunque questo appello a non pagare le multe appare più un attaccarsi al cavillo burocratico che ribellarsi ad un torto subito. Ciò premesso però, non posso non notare come a reagire e fare appello alla sentenza del giudice di pace non sia la società concessionaria (che ricordiamo è un soggetto privato da quando la gestione è stata assegnata alla famiglia Benetton, con tutti i risvolti del caso che ciò ha comportato, compresa la tentata rivendita agli spagnoli di Abertis), ma soggetti pubblici come il ministero dell'interno e la Polizia di Stato che dovrebbero essere superpartes e curare la trasparenza delle regole della giustizia e non difendere gli "inciuci" e le scatole cinesi di aziende private, che di certo non hanno effettuato questo Spin Off per puro gusto, ma in ottica di massimizzare i loro guadagni.
  • tutti i morti evitati in questi 10 anni di tutor ringraziano. Al cliente di questo avvocato farei pagare una vagonata di euro di multa per aver cercato appigli impossibili per non voler pagare una multa, e sospenderei l'avvocato per aver fatto perdere tempo e soldi al sistema giudiziario. Senza contare il casino che verrebbe fuori se dovessero annullare tutte le multe. Scusate lo sfogo, ma sono cose che mi fanno ... esplodere.
     Leggi risposte
  • La partita iva è diversa quindi legalmente autostrade per l'italia e autostrade tech sono due soggetti giuridici differenti, nonostante una sia controllata dell'altra. Quindi legalmente l'omologazione non è valida ed i verbali sarebbero nulli. In ogni caso, troveranno un inghippo per evitare che tutto quel ben di Dio di verbali vada perso.. d'altronde, la legge non è mai uguale per tutti..
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19388/poster_1e908834-49cc-4c75-903f-3ab1b5e74a28.jpg La Renault Symbioz Concept ci prioetta al 2030 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-renault-symbioz-concept-ci-prioetta-al-2030 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19389/poster_197bca3e-cfa7-43e1-b30b-0d144719e116.jpg Il design della nuova Bentley Continental GT (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/il-design-della-nuova-bentley-continental-gt-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19394/poster_1f0d2ae2-6884-49eb-b126-74094abb6edc.jpg Mercedes-Benz al Salone di Francoforte 2017 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-benz-al-salone-di-francoforte-2017-in-inglese-1 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19396/poster_d11e1091-badc-4887-b615-bd7ad416e48c.jpg Mercedes EQ-A Concept in 60 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-eq-a-concept-in-60-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19400/poster_5bc718e4-8b86-4400-9590-58a22de2bedb.jpg Audi Elaine Concept: l'auto è sempre più intelligente http://tv.quattroruote.it/news/video/audi-elaine-concept-l-auto-sempre-pi-intelligente News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19405/poster_fd8b1cfb-e0ea-49d1-bcd4-59efc1729934.jpg Bugatti Chiron da record: 0-400 km/h in soli 42 secondi http://tv.quattroruote.it/news/video/bugatti-chiron-da-record-0-400-km-h-in-soli-42-secondi News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19459/poster_011.jpg Citroën C3 Aircross: al volante della Suv compatta http://tv.quattroruote.it/news/video/citro-n-c3-aircross-al-volante-della-suv-compatta News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CITROËN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona