Eventi

Torino
In mostra l'ultima opera di Tjaarda

Torino
In mostra l'ultima opera di Tjaarda
Chiudi

Giovedì 20 giugno, a due anni dalla sua scomparsa, il Circolo del design di Torino renderà omaggio al car designer americano Tom Tjaarda, che lavorò alla Ghia, alla Osi, alla Pininfarina e infine alla Fiat. L’Italia divenne la sua casa, e italiane erano tutte le auto che ne hanno fatto uno dei maestri del design mondiale. Per la De Tomaso firmò la Pantera e la Deauville, fu tra gli ideatori della Y10 per l'Autobianchi, mentre per la Fiat supervisionò il progetto della Croma. Sono numerose le auto che uscirono dalla sua matita, ma fu la 124 Sport Spider del 1965 ad aprirgli l’Olimpo del design automobilistico mondiale, che in quegli anni era il nostro Paese.

Una "bomba" a Torino. E proprio sulla Spider di Fiat il designer continuò a progettare fino all’ultimo. Un lavoro che è proseguito anche dopo la sua morte e che ha dato vita alla 124 Tjaarda Targa, che sarà presentata in anteprima mondiale alle 12 di giovedì nel cortile del Circolo del design in via San Francesco da Paola 17. La “bomba”, come la chiamava il designer americano, è un esemplare del 1970 con un motore elaborato da due litri in grado di erogare 160 cavalli, dallo stile inedito e dotata di un roll-bar strutturale. Questa one-off è caratterizzata anche da rifiniture elaborate e raffinate, carreggiata allargata e doppi scarichi di inox.

C'è anche la Rondine. L’esposizione comprende anche la 124 Tjaarda Rondine, un progetto nato nel 1963 quando Tjaarda, a soli 29 anni, disegnò la show car Corvette Rondine per il Salone di Parigi nello stand della Pininfarina. L'anno successivo fu proprio Sergio Pininfarina ad assegnare a Tjaarda il design della 124, che da quella Corvette prese molto e diede vita all’esemplare che sarà in mostra.

Un premio dedicato al designer. Il lascito di Tjaarda verrà celebrato alle ore 18 quando verranno premiati i vincitori della prima edizione del bando Tjaarda Design Award, ideato dalla moglie, Paola Bronzino, e dall’amico e collega Michele Albera, coordinatore del corso di Transportation Design dello Ied Torino. Il bando, sviluppato con il supporto tecnico del Centro Stile Fiat, ha fornito il package per una proposta di stile di un’auto sportiva scoperta coinvolgendo gli studenti delle scuole di design italiane e ai laureati delle stesse scuole nel 2018. La giornata si concluderà con un talk al quale parteciperà anche Roberto Giolito, direttore di FCA Heritage, durante il quale si racconteranno la carriera di Tjaarda attraverso i veicoli progettati, tutti riconoscibili per la linea sportiva, asciutta, contemporanea e adatta alle alte velocità.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Torino - In mostra l'ultima opera di Tjaarda

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it