Multe

Multe
Come e quando si possono pagare online

Multe
Come e quando si possono pagare online
Chiudi

Quando si riceve la notifica di una multa, ci si può recare in un ufficio postale (o agli sportelli Lottomatica per gli Enti convenzionati), prendere il numero, fare la fila e pagare. Oppure, evitare tutto questo e pagare online. Non ovunque però, perché dipende da chi ha emesso il verbale. Ecco a quali portali accedere in base al tipo di contravvenzione ricevuta.

Polizia locale. Se la violazione è stata accertata dalla polizia locale, basta collegarsi al portale del Comune per seguire le procedure indicate. Invece di andare fisicamente in un ufficio postale o in una ricevitoria Lottomatica, nella maggior parte dei casi l’importo può essere corrisposto compilando l’apposito form e trasferendo il denaro attraverso una carta di credito (o prepagata ricaricabile). La procedura online permette di allungare di due giorni il termine entro il quale ottenere una riduzione del 30% rispetto al pagamento in contanti (da cinque a sette giorni). Alcuni comuni, addirittura, hanno predisposto un’app per i servizi attraverso la quale si possono anche pagare le multe oppure apposite sezioni dedicate solo alle violazioni delle Ztl o dei parcheggi. Ricordiamo che le amministrazioni aderiscono per legge al sistema di pagamenti PagoPa verso il quale si viene indirizzati dai portali di ciascun comune.

Altre forze dell’ordine. Se invece il verbale è stato elevato da polizia o carabinieri, il sito da prendere in considerazione è quello delle Poste Italiane, dove c’è un’apposita sezione dedicata ai pagamenti online di una serie di oneri tra cui anche le multe. È tuttavia necessario registrarsi prima di accedere ai servizi online. Una volta eseguito l’accesso, bisogna scegliere la sezione “carabinieri” oppure “polizia stradale” e procedere compilando il form con i dati del verbale. Si può pagare anche con carta di credito, non solo di Poste Italiane, quindi non è necessario essere titolari di un conto corrente postale.

COMMENTI