Nuovi Modelli

Aiways U5
La Suv elettrica debutta in Europa

Aiways U5
La Suv elettrica debutta in Europa
Chiudi

Il marchio cinese Aiways debutta a livello europeo al Salone di Ginevra presentando due prodotti molto diversi tra loro: da una parte la Suv elettrica U5 in versione definitiva, dall'altra la sportiva Nathalie realizzata in collaborazione con Gumpert e declinata in due varianti.

La Suv elettrica debutterà presto in Europa. La U5 è una Suv elettrica di taglia media da 4,68 metri di lunghezza e 2,8 metri di passo. Debutterà sul mercato europeo tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020, ma i prezzi non sono stati ancora comunicati. Il design esterno della cinque posti ha spunti di originalità nel frontale, dove troviamo gruppi ottici di forma complessa e la mascherina quasi totalmente chiusa. Più classici frontale e coda, mentre il montante posteriore è nascosto da una superficie scura e in parte vetrata. Gli interni puntano sulla digitalizzazione con il tri-fold display dedicato alla strumentazione e quello da 12,3" dell'infotainment, oltre a un sistema di riconoscimento facciale capace di integrare gli input del guidatore. La console centrale ospita un terzo display di comando e una struttura a ponte, che libera spazio nella zona inferiore. Completa anche la dotazione di Adas, con l'Automatic Queuing per la guida nel traffico, il cruise contol adattivo con gestione dello sterzo e il parcheggio automatico. 

190 CV e autonomia fino a 560 km. Il powertrain è composto da un motore elettrico sull'asse anteriore da 190 CV e 315 Nm (rinunciando così alla trazione integrale) e da batterie da 63 kWh che garantiscono fino a 460 km di autonomia. A queste è abbinato anche quello che viene definito il primo "AI Battery Pack" che agisce da Range Extender e permette di incrementare la percorrenza fino a 560 km. Il funzionamento di questo sistema non è stato tuttavia ancora spiegato nel dettaglio.

Debutto europeo per la Gumpert Aiways Nathalie. La Aiways ha stretto anche una collaborazione con Roland Gumpert per realizzare un'innovativa sportiva fuel-cell alimentata a metanolo. Già svelata nei mesi scorsi in Cina, la Nathalie prefigura un modello di serie che sarà prodotto in 500 esemplari a partire dal 2020 e viene affiancata da un'inedita versione da competizione. La Nathalie adotta un powertrain del tutto peculiare, con un motore elettrico per ogni ruota e una trasmissione a due marce che permette di toccare i 100 km/h da fermo in 2,5 secondi e di raggiungere una punta massima di 298 km/h. La cella a idrogeno è alimentata da un mix di acqua e idrogeno e genera fino a 5 kWh: il pieno richiede soli 3 minuti e l'autonomia può raggiungere gli 850 km.

In gara con il fuel cell. La variante da competizione della Nathalie è caratterizzata da componenti meccanici rinforzati, dal kit aerodinamico e da modifiche all'assetto, al sistema di raffreddamento e alle sospensioni pensate per resistere alle sollecitazioni della pista. L'obiettivo di Roland Gumpert è quello di portare la vettura nella serie EPCS Electric GT Championship approvata dalla Fia.

COMMENTI

  • bel suv elettrico, senza esagerate prestazioni è anche meglio, inoltre ha la gestione over-the-air (SOTA-FOTA-DOTA quindi software firmware diagnosis over the air), insomma un mezzo decisamente moderno con Gumpert (quello delle audi quattro da rallye vincenti) come garanzia, vedremo il prezzo e soprattutto le quantità disponibili da noi