Sport

F.1, GP Spagna

Hamilton vince a Barcellona, Verstappen secondo

F.1, GP Spagna

Hamilton vince a Barcellona, Verstappen secondo
Chiudi

Per la quinta volta consecutiva, Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Spagna. Il sette volte campione del mondo, partito dalla pole position, ha tagliato per primo il traguardo, nonostante avesse perso la leadership in partenza a favore di Max Verstappen. L'olandese, da parte sua, non ha potuto fare altro che accontentarsi della seconda posizione e del punto aggiuntivo per il giro più veloce in gara. Terzo Valtteri Bottas, dopo una gara senza infamia e senza lode.

Per la Mercedes una gara quasi perfetta. Verstappen in partenza ha rifilato un altro schiaffo morale al suo rivale diretto per il titolo, ma Hamilton ha dimostrato che le gare si vincono sulla distanza e non sullo sprint iniziale: l'inglese della Mercedes è riuscito a vincere grazie all'ottima gestione delle gomme e alla strategia che gli ha permesso di riportarsi davanti a tutti. "Che giornata! Fantastica!" ha esordito Lewis una volta uscito dalla monoposto. "La partenza non è andata benissimo, ma poi mi sono avvicinato a Max e la rimonta finale mi ha gasato". Non può che esserci delusione in casa Red Bull, con Verstappen che ha bisogno di una Red Bull migliore per poter puntare in alto: "Dopo la partenza credevo di avere ottime possibilità di vittoria, ma quando ho visto Lewis fare la seconda sosta, ho capito che era difficile perché le mie gomme erano troppo consumate".

Woking Vs Maranello. La lotta tra la Ferrari e la McLaren ha tenuto banco anche a Barcellona. Charles Leclerc è stato il migliore oggi: dopo una partenza fantastica che lo ha portato temporaneamente al terzo posto, il monegasco è riuscito a fare una corsa perfetta, senza sbavature, tenendosi dietro anche la Red Bull di Sergio Perez e tagliando il traguardo in quarta posizione. Daniel Ricciardo e Carlos Sainz se la sono giocati fino alla fine, con l’australiano che ha avuto la meglio sullo spagnolo. Molto più staccato Norris, ottavo al traguardo e un po’ sottotono sulla pista catalana. Le due squadre continuano a lottare per la terza posizione nel campionato costruttori e ora la McLaren ha soli 5 punti di vantaggio sulla Ferrari.

Punti anche per l’Alpine. Esteban Ocon regala alla Alpine un altro piazzamento utile per la classifica costruttori, con il francese che ha lottato con il coltello tra i denti per l'ottava posizione finale. Lo ha fatto fino all'ultimo giro, quando Gasly ha cercato in tutti i modi di superarlo, tagliando il traguardo alle sue spalle, in decima posizione, per appena un decimo di secondo.

Le classifiche. Lewis Hamilton guida il Mondiale con 14 punti di vantaggio su Max Verstappen, mentre nel campionato costruttori la Mercedes continua ad allungare: il team di Brackley ha ora 141 punti, contro i 112 della Red Bull. Prossimo round a Monaco, sulle stradine del circuito di Monte Carlo, per la quitna prova del campionato in programma dal 20 al 23 maggio.

I risultati completi del GP di Spagna sul nostro Speciale F.1

COMMENTI

  • Sono commoventi al limite del patetico i commenti dei cronisti (e anche qua nel forum) che cercano in tutti i modi di trovare una ragione valida per giustificare l'abbonamento a Sky-F1. Mercedes AMG, team chiaramente ad una sola punta dal 2017, vincerebbe i GP anche partendo dall'ultima posizione in ogni gara. Questo campionato è già deciso di nuovo. C'è chi (come al solito) critica l'inettitudine ferrarista (anzi, tutta colpa degli Agnelli): Mercedes vince perché a Maranello sono buoni a nulla. Eppure dall'avvento dell'era turbo-ibrida (leggasi Formula-Mercedes) nessuno, e sottolineo nessuno, è riuscito nell'intento di spodestare i padroni (anzi, gli unici ad almeno impensierirli sono stati proprio gli italiani). Perché anche RBR, nonostante Newey, nonostante un gran pilota, nonostante un gran team, nonostante la squadra satellite, nonostante il mega budget...raccoglie solo briciole. Vorrei anche nominare le eterne promesse quali Alpine/Ex-Renault e la recente Aston Martin/Ex-Racing Point (mondiale in 5 anni...ridicoli...). Oppure la McLaren che da quando monta il Mercedes, sembrerebbe aver fatto pure passi indietro. Forse Liberty Media pensava di raddrizzare la carretta col ritorno di Alonso o convincendo Vettel a non appendere il casco al chiodo. Ma ormai sia l'asturiano che il tedesco (ed aggiungiamoci infine il finnico dell'Alfa Romeo), tra l'altro tutti e 3 strapagati, sono da palmo davanti agli occhi.
     Leggi le risposte
  • Come ha scritto Pietro, la pista di Montmelò è definita una "Galleria del vento a cielo aperto" e dunque esalta i valori tecnici messi in campo, però resta il dubbio che con una strategia diversa della Red Bull (sostanzialmente copiare quel che ha fatto Hamilton marcandolo stretto), magari Max che al pit di Lewis era davanti, sarebbe potuto rimanere davanti e giocarsela fino alla fine a pari condizioni di gomme. Coi "se" e coi "ma" non si scrive la storia, però forse questo campionato non sarà una passeggiata per Hamilton come accaduto recentemente, già a Montecarlo forse vedremo qualcosa di diverso. ......... Le Ferrari al di la dei proclami del suo manager factotum continuano a prendere un secondo al giro dai migliori e la situazione si salva solo con le magie di Leclerc, che mettendoci molto del suo, riesce comunque a meritarsi qualche sprazzo di cronaca. ...... Continuano a deludere i 2 pluricampioni come Alonso e Vettel sovrastati dai più giovani compagni di team, e aggiungiamoci pure la Sauber/Alfa Romeo con le "comiche" del pit stop di Giovinazzi, magari non sarebbe entrato comunque nei punti, ma col livello raggiunto in F1 è inconcepibile una svista simile....
  • Binotto invece di arrabbiarsi con il commentatore che riferendosi a Leclerc dice: Date un'auto a questo ragazzo" dovrebbe rendersi conto che se per caso Norris e Perez prendono il ritmo in modo definitivo non salirà mai neanche sul gradino più basso del podio in tutto l'anno.
     Leggi le risposte
  • E' risaputo che la pista di Barcellona sia un ottimo indicatore sulle qualità e l'equilibrio globale di una vettura. Se nelle prime 3 gare qualche dubbio/speranza ci era rimasto, direi che ieri è apparso evidente che anche quest'anno la Mecredes controllerà agevolmente il camiponato. Del resto Bottas, pilote meno forte di Perez, gli è costantemente davanti sia in qualifica che gara.
  • "Quanta vittoria" invece di "quinta" forse è un lapsus freudiano... Anche oggi Hamilton si è dimostrato imbattibile e oltremodo efficace...
  • La Ferrari praticamente mai inquadrata. Vergognosa regia, oscena!
     Leggi le risposte