Mettendo a segno una doppietta nelle due gare previste in Bahrein, Nico Rosberg, figlio di Keke (campione del mondo di F.1 nel 1982) ha centrato il primo titolo assegnato nel campionato GP2, la categoria che da quest'anno ha preso il posto della Formula 3000 Internazionale.

Rosberg ha preceduto nella classifica finale Heikki Kovalainen: entrambi hanno già un piede in Formula 1, il primo nell'orbita Williams, il secondo in quella Renault (qualcuno già ne parla come di un possibile erede di Giancarlo Fisichella, se le cose tra il romano e il team francese non dovessero andare per il meglio).

La GP2, che disputa la maggior parte delle proprie gare in concomitanza con la F.1, si sta dimostrando un buon trampolino di lancio per le giovani speranze dell'automobilismo mondiale; tra le sue file milita un altro figlio d'arte, Nelson Piquet junior. E anche il titolo squadre ha premiato un rampollo illustre: se lo è aggiudicato, in anticipo sulla fine della stagione, il team Art di Nicolas Todt, figlio del direttore generale della Ferrari.