Annunci Auto Annunci fiat 126

57 risultati

Fiat 126

La Fiat 126 può essere considerata l’erede della Fiat 500, con la quale condivide il ruolo di citycar italiana per antonomasia. Presentata al Salone di Torino del 1972, riprende lo schema meccanico del Cinquino, con il motore e la trazione posteriori. Nel 1976 la 126 beneficiò di un aggiornamento con il lancio della seconda serie, le cui versioni Personal si possono facilmente riconoscere per i paraurti rivestiti in plastica nera anziché cromati. Nel 1979 la sua produzione italiana arrivò al termine, ma la 126 continuò ad essere realizzata in Polonia. Nel tempo si susseguirono numerosi aggiornamenti tecnici ed estetici, che non arrivarono comunque mai a stravolgere il progetto iniziale. L’unica piccola eccezione è rappresentata dal lancio della 126 Bis del 1987, con motore a sogliola, portellone posteriore e cerchi da 13 pollici anziché da 12. Questa evoluzione rese l’auto un po’ più pratica e versatile, con miglioramenti a livello di capacità di carico, efficacia dell’impianto di climatizzazione e comportamento su strada. La 126 è uscita dal listino italiano nei primi anni Novanta, ma la sua produzione per i mercati dell’Est è proseguita fino al 2000. Oggi la cercano soprattutto gli amanti delle auto d’epoca.

I MOTORI
Le Fiat 126 più datate montano lo stesso motore bicilindrico posteriore, a sbalzo, raffreddato ad aria, da 594 cm3 e 23 CV della 500 R. Questa unità uscì di scena nel 1977, rimpiazzata da un’altra da 652 cm3, con un incremento della potenza limitato però a un solo cavallo. L’unica svolta tecnica di rilievo nella storia del modello si ebbe con l’avvento della 126 Bis del 1987. Questa versione, riconoscibile per le prese d’aria nella parte posteriore delle fiancate, è dotata di un motore a sogliola (ovvero con cilindri orizzontali) da 704 cm3 e 25 CV, raffreddato ad acqua. Questo propulsore è più moderno e raffinato e vanta testa e basamento di lega di alluminio. Le 126 di tutte le epoche adottano cambio manuale a quattro marce e sono accomunate da consumi sempre contenuti.

PRO E CONTRO
Le dimensioni tascabili sono croce e delizia per chi sceglie di viaggiare su una Fiat 126. Con una lunghezza di poco superiore a 310 cm si intuisce subito come la maneggevolezza negli spazi stretti sia il pregio principale, complice anche un diametro di sterzata contenuto. Una scocca tanto compatta impone tuttavia notevoli sacrifici sul fronte dell’abitabilità a chiunque superi i 180 cm di altezza. La zona posteriore è scomoda da raggiungere e assai sacrificata. La 126 è un’auto che nasce per la città e come tale va usata. Affrontare lunghi viaggi è un’impresa, sia per le prestazioni molto modeste (di norma la velocità massima effettiva non arriva ai 120 km/h) sia per il confort di marcia limitato. Il molleggio è infatti scarso e il motore, a ridosso del divanetto posteriore, si fa alla lunga fastidioso con la sua rumorosità. Tra le curve è bene essere cauti, perché la tenuta e la stabilità non sono certo paragonabili a quelle delle utilitarie moderne e lo sterzo lamenta una certa imprecisione. Nessun esemplare è stato mai dotato di servoassistenza e nemmeno di Abs o airbag.
Leggi Tutto
Quotauto Quattroruote

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.

Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>