ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Mobilità elettrica
Anche a Berlino i lampioni diventano colonnine

Mobilità elettrica
Anche a Berlino i lampioni diventano colonnine
Chiudi

Dopo Londra, dove Ovo Energy insieme alla Ubitricity, trasformò decine di pali della luce a punti di ricarica da 4,6 kW già a fine 2017, anche i lampioni di Berlino – circa 200 nelle zone di Steglitz-Zehlendorf e Marzahn-Hellersdorf -, sempre grazie alla società del colosso dell'energia Shell, sono diventati colonnine per il rifornimento di auto elettrificate da 3,7 kW di potenza. La ricarica in strada per chi non ha un garage, un box o vive in una villetta fuori città, è uno dei temi importanti per questa trasformazione della mobilità verso l’elettrico, con le istituzioni di paesi, come la Germania ma, soprattutto, il Regno Unito, spingono su soluzioni per la ricarica in strada (vedi anche l’ultima iniziativa di Trojan Energy in un quartiere di Londra).  

Ubitricity a Berlino. Ubitricity insieme al capogruppo Shell installa anche colonnine classiche: ad esempio ha appena annunciato l’istallazione di 478 punti di ricarica in corrente alternata e 56 a corrente continua a Le Havre e dintorni, in Normandia, entro il 2024, e già oggi gestisce già la più grande rete di ricarica pubblica del Regno Unito, avendo installato oltre 5.500 punti di ricarica in tutto il paese. Ora però la società si sta focalizzando sulla trasformazione dei lampioni per strada in punti di ricarica, come farà appunto a Berlino su oltre 800 pali della luce. Sui lampioni verranno dotati di caricatori "Heinz", che sono stati sviluppati insieme a ebee Smart Technologies nel campus Euref di Berlino, e consentiranno ai berlinesi senza un parcheggio privato – nella capitale tedesca sono circa il 60% dei residenti - di ricaricare le proprie auto. La selezione di dove inserire sui lampioni questi caricatori viene effettuata in coordinamento con il Dipartimento per l'ambiente, la mobilità urbana, la protezione dei consumatori e l'azione per il clima del Senato di Berlino, nonché con i distretti. Tutti i punti di ricarica dei lampioni sono alimentati esclusivamente con elettricità da energie rinnovabili da Shell Energy Retail GmbH. Non è necessaria alcuna registrazione o abbonamento per rifornirsi presso questi punti di ricarica, grazie a un QR code montato sul palo, anche se gli iscritti Shell Recharge hanno naturalmente la possibilità di rifornirsi. "Siamo entusiasti di portare a Berlino la riuscita ricarica dei lampioni di Ubitricity. Siamo orgogliosi del contributo che possiamo dare alla trasformazione della mobilità elettrica della città con i nostri punti di ricarica a lampione. L'utilizzo dell'infrastruttura esistente per i punti di ricarica pubblici è uno dei modi chiave per rendere possibili i veicoli elettrici a tutti i conducenti" ha detto il ceo di Ubitricity di Daniel Kunkel, a cui ha fatto seguito Fabian Ziegler, ceo di Shell in Germania: "Nell'estate 2021, il governo tedesco ha deciso di lottare per la neutralità climatica entro il 2045. Questo è ambizioso, ma fattibile, a condizione che tutti si uniscano. Vogliamo essere parte della soluzione e aiutare con il passa ai veicoli elettrici offrendo opzioni di ricarica per ogni occasione: a casa, al lavoro, in viaggio e con Ubitricity, anche nelle ore notturne presso i lampioni. Partiamo dal presupposto che in futuro solo un processo di ricarica su cinque avrà luogo presso le stazioni di servizio".

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Mobilità elettrica - Anche a Berlino i lampioni diventano colonnine

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it