Burocrazia

Ecotassa
Si pagherà sopra i 160 g/km

Ecotassa
Si pagherà sopra i 160 g/km
Chiudi

Dopo quasi due settimane di discussioni, maggioranza e governo hanno trovato l’accordo su ecotassa ed ecobonus. Partiamo dalla prima, con l’avvertenza che il testo dell’emendamento di cui Quattroruote è in possesso, e sul quale c’è la convergenza delle due anime della maggioranza, pur essendo già stato depositato, non è ancora stato approvato.

Ecotassa sopra quota 160 g/km. Partiamo dall’ecotassa. Riguarderà tutte le auto nuove con emissioni di anidride carbonica superiori a 160 g/km che saranno acquistate e immatricolate nel periodo compreso tra l’1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021. Potrà essere applicata anche alle auto precedentemente immatricolate all’estero. L’imposta sarà progressiva in base al seguente schema:

·         161-175 g/km: 1.100 euro

·         176-200 g/km: 1.600 euro

·         201-250 g/km: 2.000

·         Superiore a 250 g/km: 2.500 euro

La nuova tassa, che si aggiungerà a tutte le altre (Iva, imposta provinciale di trascrizione e tassa automobilistica) e si dovrà pagare una tantum all’atto dell’immatricolazione, dovrà essere versata dall’acquirente o da chi chiederà l’immatricolazione utilizzando il modello F24. Ne saranno esentati gli acquirenti di camper, veicoli blindati, auto con accesso per sedie a rotelle, caravan e auto funebri.

Ecobonus, tetto di 61.000 euro. Per quanto riguarda, invece, l’ecobonus, l’incentivo sarà limitato ai veicoli con emissioni di anidride carbonica fino a 70 g/km e prezzi di listino inferiore a 50 mila euro Iva esclusa 61.000 euro Iva compresa). E aumenterà se l’acquisto di un’auto a basse emissioni sarà accompagnato dalla rottamazione di un’auto Euro 0, 1, 2, 3, 4. In particolare, senza rottamazione il bonus sarà di 4 mila euro per auto con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 20 g/km e scenderà a 1.500 euro se le emissioni saranno comprese tra 21 e 70 g/km. Con la rottamazione, invece, il bonus salirà, rispettivamente, a 6.000 e 2.500 euro. Attenzione, però, l’incentivo non sarà illimitato. L’emendamento, infatti, prevede un limite di 60 milioni di euro per il 2019 e di 70 milioni per gli anni 2020 e 2021. Come nelle precedenti iniziative di rottamazione, l’auto da togliere dalla circolazione dovrà essere intestata alla persona che acquista la macchina nuova o a un suo familiare convivente. E il bonus sarà corrisposto, sotto forma di riduzione del prezzo di acquisto, dal venditore a cui sarà rimborsato dalla Casa che, a sua volta, lo recupererà sotto forma di credito d’imposta.

Incentivi alle wall box. C’è poi l’incentivo all’acquisto di una wall box privata (“non accessibile al pubblico”). Le spese per la posa di in opera di una infrastruttura di ricarica di veicoli elettrici potranno essere detratte in dieci quote annuali di pari importo nella misura del 50% e nel limite di 3 mila euro di spesa “documentata” sostenuta nel periodo compreso tra l’1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Ecotassa - Si pagherà sopra i 160 g/km

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it