Curiosità

Gran Turismo 7
Il trailer (e i dettagli) del nuovo capitolo - FOTO GALLERY

Gran Turismo 7
Il trailer (e i dettagli) del nuovo capitolo - FOTO GALLERY
Chiudi

Dal 1997 l'equazione auto più videogiochi ha una sola soluzione: Gran Turismo. Non ce ne vogliano gli altri bellissimi titoli usciti nell'ultimo quarto di secolo, ma GT è indubbiamente il simulatore più famoso e diffuso al mondo. E dal prossimo 4 marzo, con l'uscita di Gran Turismo 7, la Poliphony Digital punta a rafforzare ulteriormente questa supremazia con una nuova grafica, maggiore realisimo e un numero ancora superiore di auto (totalmente personalizzabili, come sempre) e di circuiti su cui gareggiare. Da Le Mans a Spa Francorchamps, passando per il Lingotto di Torino, le varie location consentiranno di scatenare tutta la potenza di migliaia di modelli di tutte le epoche, comprese auto leggendarie come l'Alfa Romeo 155 DTM o la Porsche 962 C, vetture attuali (tranquilli, ci sarà anche la Toyota GR Yaris) e prototipi futuristici.

Quasi 25 anni di successi. Ma come siamo arrivati al settimo capitolo di una saga che ha fatto appassionare diverse generazioni di videogiocatori? Tutto è iniziato negli anni novanta quando i giapponesi della Sony lanciarono la loro prima console, la rivoluzionaria PlayStation con grafica tridimensionale. Inizialmente, l'idea di realizzare un simulatore di guida venne scartata, allora Kazunori Yamauchi si mise al lavoro su un arcade di corse, Motor Toon Grand Prix, che riscosse un buon successo. Ciò permise a Yamauchi-san di convincere i vertici aziendali a dare il via libera per la realizzazione di Gran Turismo, come vi raccontiamo nella nostra galleria di immagini.

COMMENTI