Curiosità

Majorette
La Hyundai i30N è un concentrato di passione

Majorette
La Hyundai i30N è un concentrato di passione
Chiudi

Hot hatch made in Korea, la Hyundai i30N si è ritagliata un posto d’onore tra le migliori sportive a trazione anteriore sul mercato. Gli appassionati l’amano per via del suo equilibrio pressoché unico tra design, prestazioni, prezzo e – soprattutto – piacere di guida. Il merito va alla ricetta meccanica: il 2.0 turbo da 280 cavalli e 392 Nm si abbina a un differenziale autobloccante a controllo elettronico. Un dettaglio, quest’ultimo, che migliora le prestazioni in curva e contiene il sottosterzo, nonostante buona parte del peso graviti sulle ruote davanti. Raffinatezza ingegneristica, che si trova anche nella scatola nel cambio: è possibile scegliere tra un automatico doppia frizione a otto rapporti e un manuale a sei marce. Il primo è caratterizzato da un’elevata versatilità, sia per un utilizzo sportivo sia tranquillo (per esempio, il tragitto casa-lavoro), e da una cambiata veloce. Il secondo è per gli amanti dell’analogico, i puristi della guida. Racing invece é la sua indole: la i30N è la base per le vetture che competono sia nel Tcr sia nel Wrc (anche se in questo campionato si possono definire quasi dei prototipi), oltre che rivestire il ruolo di safety car ufficiale nel campionato mondiale Superbike. Perché l’obiettivo principale alla base della progettazione della media coreana è uno solo: assicurare il piacere di guida in ogni situazione.

Nata in pista, ma per la strada. La pista è l’habitat naturale della Hyundai i30N e pure per la versione in miniatura di Majorette, caratterizzata da una livrea che rimanda al mondo delle corse. La colorazione della carrozzeria riprende fedelmente la tinta ufficiale della safety car del campionato del mondo Superbike: un’esclusiva che cattura lo sguardo dei più piccoli appassionati della velocità. Come le ruote bicolore, rosse all’anteriore e nere al posteriore, che donano una bella dose di sportività al modellino. La cura dei dettagli la si può notare invece nel logo N applicato sulla griglia frontale, e nella buona finitura dell’estrattore al retrotreno. Purtroppo, non c’è la possibilità di aprire le portiere o il cofano, una mancanza perdonabile se si considerano gli altri dettagli di questo modello votato al motorsport. Lunga 73,77 mm, larga 30,78 mm e alta 24,91 mm, la hot hatch “tascabile” pesa 35 grammi e si comporta bene tra i tornanti del tracciato, posizionandosi a metà classifica. Nella nostra sfida social compete nella categoria “racing” insieme alla McLaren Senna, alla Jaguar F-Type e alla Mercedes AMG GT-R: se la piccola asiatica è la vostra preferita non resta che andarla a votare nelle stories sul canale Instagram di Quattroruote.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Majorette - La Hyundai i30N è un concentrato di passione

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it