Mercato

Incentivi auto
Al via il nuovo schema delle agevolazioni

Incentivi auto
Al via il nuovo schema delle agevolazioni
Chiudi

Il ministero dello Sviluppo economico apre la nuova fase dello schema di incentivi per l'acquisto di veicoli a zero o basse emissioni. A partire dalle ore 10 del 2 novembre è infatti possibile prenotare sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it  i nuovi incentivi per l’acquisto di auto con emissioni di CO2 fino a 60 g/km (ibride plug-in o elettriche), secondo la nuova formulazione stabilita dal Dpcm adottato dal governo all'inizio di agosto: su proposta del ministro Giancarlo Giorgetti, sono stati apportati dei correttivi al precedente schema agevolativo con l'obiettivo di allargare la platea dei beneficiari e favorire i redditi bassi.  

I correttivi. La principale novità riguarda i cittadini con un Isee inferiore a 30 mila euro: per l’acquisto di veicoli di categoria M1, elettrici e ibridi plug-in, potranno beneficare per il 2022 di un incremento del 50% dei contributi finora previsti sulla base delle risorse già stanziate. Dunque, il bonus sale da 3.000 euro a 4.500 e, con la contestuale rottamazione di un mezzo ante Euro 5, da 5.000 a 7.500 euro, nel caso di auto con emissioni nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo pari o inferiore a 35.000 euro (Iva esclusa). Per le vetture nella fascia 21-60 g/km e con listini pari o inferiore a 45.000 euro, è previsto che l'incentivo salga da 2.000 a 3.000 euro e, con la rottamazione, da 4.000 e 6.000 euro. Inoltre, i nuovi ecobonus spetteranno anche alle società di noleggio (diverse dal car sharing), purché mantengano la proprietà dei veicoli almeno per 12 mesi: potranno ottenere fno a un massimo di 2.500 euro con rottamazione (1.500 euro senza rottamazione) per veicoli nella fascia 0-20 g/km e prezzi di sotto dei 35 mila euro e fino a 2.000 euro (1.000 euro senza rottamazione) per la fascia 21-60 g/km CO2 con listini sotto i 45.000 euro.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Incentivi auto - Al via il nuovo schema delle agevolazioni

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it