Lo sbarco in America dell'Alfa Romeo avverrà con qualche mese di ritardo, secondo Automotive News, ma le novità annunciate per la Casa del Biscione sono molte. Innanzitutto, la "piccola" di cui si parla dalla presentazione del piano strategico Fiat-Chrysler non sarà la MiTo a cinque porte, come si era pensato inizialmente, ma un'auto tutta nuova. In più, potrebbe davvero arrivare la spider a due posti a trazione posteriore che gli appassionati aspettano da anni: se fosse approvata, potrebbe essere prodotta a Brampton, in Ontario.

Prima la 4C. L'amministratore delegato Sergio Marchionne aveva detto che la Casa del Biscione sarebbe tornata sull'altra sponda dell'Oceano nel 2012: in realtà, alla fine del prossimo anno arriverà soltanto qualche esemplare della 4C, la coupé a due posti con trazione posteriore che sarà prodotta in edizione limitata a cinquemila pezzi circa. Per i prodotti di serie bisognerà aspettare l'anno succesivo.


La Suv nel 2013. A metà del 2013 dovrebbe essere commercializzata negli States una crossover media, quella "Alfa-Suv" anticipata dalla concept Kamal nell'ormai lontano 2003. Dovrebbe essere prodotta a Mirafiori sulla piattaforma modulare C-wide della Giulietta e misurare circa 4,5 metri di lunghezza. In Europa dovrebbe essere presentata qualche mese prima, a fine 2012, e proporre motori a benzina (il V6 Pentastar di origine Chrysler) e turbodiesel (il 2.0 JTDm da 140 e 170 CV).

Giulia "made in the Usa". Non prima della fine del 2013, ma potrebbe slittare anche al 2014, arriverà sul mercato americano anche la Giulia, vale a dire l'erede della 159. Il progetto è rallentato dalla difficile definizione dello stile: Marchionne avrebbe già bocciato tre proposte. Se la linea sarà approvata in tempi brevi, la Giulia arriverà alla fine del 2013, con la versione station wagon a seguire l'anno successivo. Il modello sarà prodotto negli Stati Uniti e importato anche da noi. Costruita anch'essa sulla pittaforma C-wide, la Giulia avrà motore trasversale e trazione anteriore o integrale.

La Giulietta e le altre. Sempre nel 2013, secondo Automotive News, dovrebbe essere esportata in America anche la Giulietta in versione restyling. Pare abbandonato, invece, il progetto di una grande Suv Alfa Romeo sulla base della Jeep Grand Cherokee: probabilmente il progetto è stato sacrificato in favore della Sport Utility della Maserati, che sarà costruita proprio con la meccanica della Grand Cherokee e che costituirà una proposta ancora più esclusiva. Infine, la grande berlina. Nei piani più recenti, è programmata per il 2014: potrebbe essere costruita negli Stati Uniti su una versione allungata della solita piattaforma C-wide. C. Bal