Alfa Romeo 4C Le prime fotografie ufficiali

Alfa Romeo 4C
Le prime fotografie ufficiali
Chiudi
 

Il giorno è arrivato: ecco le prime fotografie ufficiali della nuova Alfa Romeo 4C, la versione definitiva della spettacolare concept car presentata al Salone di Ginevra due anni fa. Come s'intuiva dalle numerose foto spia pubblicate in questi ultimi mesi, la biposto sportiva a motore centrale ha conservato pressoché immutate le linee del prototipo e le annunciate caratteristiche tecniche, come il telaio portante di carbonio, il motore turbobenzina e il cambio a doppia frizione.

Guarda la galleria fotografica dell'Alfa Romeo 4C

Caratteristiche. Veniamo al sodo. Innanzitutto cominciamo col dire che l'Alfa Romeo non ha (ancora) divulgato i valori di potenza e coppia massima del 1.750 turbobenzina. L'unico dato ufficiale è il rapporto peso/potenza, inferiore ai 4,0 kg per cavallo, valore paragonabile a quello della Porsche Cayman S (4,4 kg/CV con cambio Pdk), un punto di riferimento assoluto in termini di dinamica di guida. La Casa sottolinea come si sia puntato non tanto sul valore di potenza assoluta del quattro cilindri (realizzato in alluminio e dotato di iniezione diretta), quanto piuttosto sulla vasta adozione di materiali leggeri, primi fra tutti fibra di carbonio e alluminio.

Parte da qui la nuova Alfa Romeo. Il modello, atteso al debutto al Salone di Ginevra, verrà prodotto dalla Maserati a Modena e sarà in vendita entro quest'anno. Alla 4C, è ormai ufficiale, spetterà l'onore di riportare il marchio del Biscione negli Stati Uniti, prima tappa simbolica dell'internazionalizzazione dell'Alfa.

Aspettando gli interni definitivi. Nel realizzare le linee della 4C, il Centro Stile Alfa Romeo si è ricollegato - oltre che ai modelli più recenti e alla 8C Competizione - ad alcune illustri antenate, prima fra tutte la 33 Stradale. Per quanto riguarda gli interni, al contrario, non sono ancora state diffuse immagini ufficiali, come del resto avevamo preannunciato. C'è però un'indicazione importante, a sostegno di quanto avevamo anticipato: l'abitacolo di serie, si legge nella nota diffusa dalla Casa, avrà parti di carbonio a vista, assenti nelle fotografie di Autoweek.

Arriva la modalità "Race". L'Alfa, riguardo molti aspetti della vettura, non ha ancora reso noti con precisione tutti i dati. Le dimensioni, per esempio: la 4C sarà larga 200 cm, alta 118 e lunga "poco meno di quattro metri", con un passo "inferiore ai 240 cm". Il motore, che ha condotti d'aspirazione e scarico specifici, rispetto all'unità montata dalla Giulietta Quadrifoglio Verde, è abbinato al doppia frizione Tct con comandi al volante e al nuovo selettore Alfa Dna, che alle tre modalità Dynamic, Natural e All Weather aggiunge l'inedita Race, pensata per esaltare le prestazioni in pista.

240 CV e 50.000 euro, circa. Tutte le rimanenti informazioni ufficiali verranno rese note al Salone di Ginevra. Per quello che ci risulta, e in virtù delle informazioni rilasciate oggi dal Costruttore, l'incremento di potenza rispetto ai 235 CV del motore originale non sarà elevato: il valore della 4C dovrebbe attestarsi di base sui 240 CV. E il prezzo? Dalle parti dei 50.000 euro.

Redazione online

leggi tutto

COMMENTI

  • Sicuramente ne vorrebbe una anche Aram Bengio
  • FARI E SPECCHIETTI SONO ORRIBILI,IDEM GLI INTERNI....LA CONCEPT ORMAI E' UN LONTANO RICORDO!!!! GRUPPO FIAT TI ODIO SEMPRE DI PIU'!!!!!!
  • Mah... A me non convince. Costerà un patrimonio e sarà comunque un auto dai bassi numeri. Un operazione meramente pubblicitaria come fu la 8C Competizione che ha però portato in Alfa il discutibile stile anni '60 attuale che ne ha di fatto abbassato le vendite. Io, per esempio, da cliente Alfa ho abbandonato la casa del Biscione proprio per quest'insulso design vecchio di 40 anni.
  • Meravigliosa....
  • questa si che è un' Alfa Romeo:) bellissima:)
  • @Massimiliano Fila ........quelli che vedi sono gli specchietti della 500 e della Grande Punto, ma ci vedi bene? E poi il punto non è il tricolore fenomeno ma il design dello specchietto....non mi interessa il tricolore so solo che gli specchietti sono posticci, non c'entrano nulla con il resto e hanno la capacità di rovinare il frontale...vedoche il senso estetico non manca solo a Marchionne...
  • Non ci posso credere: ma come si fa dico io a distruggere sempre tutti i concept che fanno!! Dove sono i bellissimi fari allungati visti a Francoforte? Cosa sono questi puntini luminosi incastonati a casaccio all'interno dei gruppi ottici? Dove sono finiti gli stupendi specchietti retrovisori con il tricolore sulla calotta effetto carbonio?! Ma di chi è stata l'dea di sostituirli??!! Incompetenti.
     Leggi risposte
  • Larga 2 metri, la pensavo piu' picccola, molto bene
  • Qui negli Stati Uniti venderanno tutte quelle che riusciranno a produrre. In Italia continuerete a comprare tedesco perche' avete il complesso di inferiorita'.
  • Estetica eccezionale. I presupposti per una vettura fuori dal comune ci sono proprio tutti. Spero veramente che non cadano negli interni, quelli che dicono provvisori sono veramente squallidi. Non vedo l'ora di poterla provare.
  • L'Alfa Romeo come "Warm Bodies". Sono anni che la danno per morta eppure continua a fare vittime illustre. La 4C si è già mangiato la VW/Porsche Bluesport (cancellata dopo che Piech aveva capito che in VW stavano per lanciare un prodotto inferiore alla concorrenza italiana), mentre la Duetto ha spaccato la BMW Z4 in due (in futuro ci saranno una Z6 più grande e una Z2 posizionata contro la Duetto)
     Leggi risposte
  • Mozza fiato!
  • speriamo che da qui inizi la rinascita del marchio !!!
  • Prendi una stradina tortuosa, con brevi allunghi, come tante nel nostro paese, seduti in una MACCHINA come questa, magari con il mattino in race e, di certo, ti riappropri di tante sensazioni che credevi dimenticate.Invece: non è un'Alfa, è una Maserati (hai detto niente!), bocciature sul cruscotto ancora non definitivo, persino sul telaio in carbonio! Vorreste una bella VAGx4, io no! Ciao
     Leggi risposte
  • Bella non c'è che dire, ma 50.000 euro sono un pò troppi, è un 1750cc. mica un 3000?
  • Dai... va bene... anche alla Burago devono pur lavorare per vivere... A quando un'automobile?
  • Quoto !
  • Al genio che ha deciso di costruire quest'auto con il telaio in fibra di carbonio ed a tutti coloro che gli hanno permesso questa decisione chiedo dove si potrà mai riparare un'auto cosifatta nel momemto in cui dovesse avere un incidente che danneggia il telaio, dalla Dallara? e quanto costerà? Non era molto meglio farla con un telaio in tubi d'accaio così come fanno per la nuova l'Alpine a110?
     Leggi risposte
  • spero che i fari posteriori si avvicinino il più possibile al prototipo,per il resto sono contentissimo
     Leggi risposte
  • Questa è un'Alfa. Una vera Alfa, e la cosa costituisce di per sè una notizia, dopo che la gamma era stata ridotta a due fiat col turbo. Non mi convincono del tutto i fari anteriori, ma quello che serve (telaio, peso, motore, trazione posteriore) c'è tutto e abbondante. 4 cilindri e vettura leggera, la filosofia Alfa. . ALL'ALFA PERO' SERVE SUBITO ANCHE UNA GAMMA VERA!!!
     Leggi risposte
  • Beh a parte tutto un traguardo l'ha raggiunto: far parlare di sè... questo è innegabile...
  • visto gli anni difficili che abbiamo passato e che ancora ci aspettano se avessi 50k da investire su un auto mi butterei su questa per riprovare emozioni passate.Tra un cuopè teutonico e questa non avrei alcun dubbioa prescindere dagli interni o dalla componentistica..Spero che l'elettronica non sia troppo invasiva o che sia disinseribile.s
  • Molto bella. Puntando al rapporto peso/potenza e non alle centinaia di cavalli per vantarsi al club dimostra di puntare nuovamente alla sostanza. Esteticamente preferisco la 8C Competizione per la maggior pulizia delle linee, ma anche la 4C è molto bella. Spero in bene per gli interni. Come "nuova Alfa" è un buon inizio, ora però vediamo di non far naufragare l'occasione come con MiTo e Giulietta
  • Ho votato la GT86 come novità dell'anno del 2012. Questa si inserisce nello stesso filone, offrendo (per 20000 ? in più) carbonio, leggerezza, una quarantina di cv in più, motore centrale, linea sensuale ed il miglior marchio di tutti. Dunque, per una questione di coerenza, per me è in testa per il 2013. E degli interni, molto francamente, chissenefrega.
  • Come al solito si sprecano i criticoni che a priori sputano su tutto ciò che è fatto in Italia.Fosse un Audi, non farebbero che tesserne le lodi. La mia personalissima opinione è che esteticamente (in foto, per lo meno) sia un meraviglioso capolavoro, un'opera d'arte.Se anche non lo fosse,quoto chi sostiene che in macchine simili conta solo guidare. Chi se ne frega di interni, specchietti o fari!
  • Bella, bellissima. Ma perchè non hai fari del prototipo? Sia davanti che dietro... Capisco benissimo i problemi di omologazione e i costi di produzione, ma la differenza tra le vetture italiane e le tedesche (giusto per fare un esempio) sta proprio nel fatto che quello che ti mostrano nei prototipi poi lo trovi veramente sull'auto di serie. Qui no. Peccato.
     Leggi risposte
  • Quello che manca all'alfa da anni ormai è ritrovare un'identità persa definitivamente secondo me con la cessata produzione del v6 busso...vanno benissimo questi modelli sportivi duri e puri,quasi dei miracoli,visto che appunto manca un'ossatura solida e un'identità bruciata da un ventennio di fiat incapace di gestire la "bmw italiana" ora quasta fiammata 4c va benissimo ma vediamo se riusciranno..
     Leggi risposte
  • Queste poche foto mostano una linea bellissima che conferma il design della concept.Monta la mia curiosità per dati tecnici definitivi e prezzo. Col 1750 tbi si potrebbero fare più step di potenza,considerando la prevista leggerezza del mezzo ci starebbe una versione "base" con ca 200cv e una versione potenziata con ca 250cv,ma l'estensione della gamma dipende anche da quante ne vogliono vendere.
  • Mi intriga come nessun'altra auto. E' Alfa, non alfa. Lontana dalle grandi Alfa di serie, più esotica e tecnologica (motore centrale, autotelaio in carbonio... Di certo impensabili su una giulia come-si-deve, cioè con la trazione dietro, il motore "per lungo" e a V), ma talmente vicina ad un'auto "normale" che lascia intravedere la grande Alfa che verrà! Orgoglio, tanto.
  • Ok, bellissima: tecnica, interni, esterni, tutto. E adesso? Che si fa con un'auto che nulla c'entra con la gamma, anche della concorrenza? Passato l'effetto mediatico che resta? La Giulia è in alto mare (su C-Wide o LC?) e realisticamente prima di Ginevra 2015 non si vedrà. Nel frattempo l'effetto "bellissima" sarà svanito, vista la tiratura. Uscirà prima la SUV? 4C + SUV = Rilancio Brand? Bah.
     Leggi risposte
  • Cavalleria scarsa...come al solito, siamo sempre distanti in termini di potenza, in tutti i segmenti. Anche se ci sono i limiti di velocità, la potenza ha sempre il suo fascino e per chi ha una vettura sportiva è diverso dire " la mia ha 330 CV..."....." la mia 240 CV..." Dovessi comprare un'auto del genere, starei sulla Cayman, anche se più cara...
     Leggi risposte
  • 310 commenti in poche ore... se è l'indifferenza la tomba del marketing direi che tutto questo parlare confermerebbe che la 4C fa gola a molti. Comunque sovrolando sul commento partigiano e un po' patetico di diversi "bimbi minkia" di 4R io 50k?, se ce li avessi da spendere, li darei volentieri per possederne una. Ben tornata Alfa.... dove eri finita?
  • Davvero bel giocattolino!!! complimenti!!!
  • Una di quelle pochissime auto che non ti stancheresti mai di guardare....
  • Cavilli che ragionamento senza senso... ecco redazione, ricominciamo da qui. Tonazzi che ragionamento senza senso...cosa vorresti che ferrari facesse motori per tutto il gruppo a partire dai 240cv in su.
     Leggi risposte