Audi A8 L'ammiraglia punta verso la guida autonoma

Lorenzo Corsani Lorenzo Corsani
Audi A8
L'ammiraglia punta verso la guida autonoma
Chiudi
 

La quarta generazione della Audi A8 è pronta a debuttare sul mercato con novità di grande impatto in termini di design e tecnologia. L'ammiraglia Audi, che porta con sé un numero molto elevato di dispositivi inediti relativi alla guida autonoma, sarà disponibile in Germania entro la fine del 2017 con prezzi a partire da 90.600 euro, mentre la A8 L a passo lungo sarà proposta a partire da 94.100 euro.

Benvenuti nel futuro. La A8 è stata da tempo annunciata come una vera e propria pietra miliare per il marchio tedesco. È la prima a portare a compimento l'evoluzione stilistica voluta da Marc Licthe, ma è soprattutto la prima sul mercato a proporre funzionalità di guida autonoma, con una tecnologia che sarà la base su cui si svilupperanno tutti i sistemi futuri. I primi dispositivi proposti saranno l'AI Parking Pilot, l'AI Garage Pilot e l'AI Traffic Jam Pilot, ma gradualmente i sistemi più evoluti saranno resi disponibili sullo stesso hardware. Una ulteriore primizia assoluta è quella della presenza dell'impianto elettrico principale a 48 Volt, necessario per gestire molte delle nuove funzionalità disponibili, tra cui l'inedito AI Active Suspension. È importante sottolineare anche l'introduzione dell'Adaptive Driving Assistant (ADA), un'evoluzione del Cruise control attivo che lavora da 0 a 250 km/h integrando il Lane assist e il Traffic jam per un completo controllo degli spostamenti laterali e longitudinali. In totale, sono 41 i dispositivi di assistenza alla guida disponibili, un dato mai raggiunto prima d'ora in campo automobilistico.

2017-Audi-A8-9

Il nuovo design. Con 5,17 metri, ovvero 37 mm in più rispetto al modello uscente, e con 2,99 metri di passo, la A8 è imponente, come dimostra la scelta di dare ancora più risalto alla mascherina single frame. I gruppi ottici anteriori a matrice di Led con tecnologia laser ne seguono i contorni, mentre al posteriore è previsto un inedito elemento Oled che percorre l'intero portellone. Il taglio dei cristalli laterali è slanciato e gli sbalzi limitati esaltano le proporzioni, elemento ancora più evidente sulla A8 L con passo allungato di 13 centimetri (per 5,30 metri totali). I passaruota bombati sono una scelta precisa di Licthe e richiamano i modelli quattro del passato. La piattaforma Audi Space Frame utilizza alluminio, magnesio e carbonio, migliorando così del 24% la rigidità torsionale: questo ha permesso di ridurre ulteriormente le vibrazioni trasmesse nell'abitacolo.

2017-Audi-A8-10

La rivoluzione nell'abitacolo. L'abitacolo prende le distanze da tutte le Audi attuali e introduce elementi assolutamente inediti. È il caso del volante a quattro razze multifunzione, ma soprattutto della console centrale con doppio display touch: quello più basso da 8,6 pollici sostituisce i comandi fisici tradizionali, mentre quello superiore da 10,1 pollici controlla l'infotainment. Sparisce del tutto l'interfaccia MMI Touch vicino alla leva del cambio automatico, dal momento che il display inferiore viene utilizzato anche per scrivere con le dita e per inserire comandi specifici. Entrambi i display restituiscono un feedback tattile e sonoro e dispongono della funzione di swiping, ma sono comunque previsti anche i comandi vocali. Il pacchetto Audi Connect con connessione LTE integra infine per la prima volta il sistema Car-To-X che permette di far dialogare la A8 con altre auto e con le infrastrutture esterne, elemento fondamentale dei futuri standard di guida autonoma. Alla base dell'infotainment di bordo della nuova piattaforma MIB 2+ troviamo il processore K1 della Nvidia. Un secondo K1 è dedicato all'Audi Virtual Cockit con display da 12,3 pollici, ora dotato di grafica HD con risoluzione 1920x720 pixel, abbinabile in opzione al nuovo head-up display.

2017-Audi-A8-11

Tecnologia anche per il confort della zona posteriore. I passeggeri posteriori della A8 L possono contare anche su speciali sedili singoli opzionali con regolazioni elettriche, console dedicata con display Oled da 5,7 pollici e poggiapiedi con massaggio e riscaldamento. Nella zona posteriore sono previsti anche luci di lettura a matrice di Led, infotainment dedicato con due tablet removibili da 10,1 pollici e un sistema per effettuare chiamate separato da quello riservato ai posti anteriori.

Guida semiautonoma con l'AI Traffic Jam Pilot. La sigla "AI" davanti alla denominazione Traffic Jam Pilot ha un significato preciso: indica l'intelligenza artificiale che la vettura mette a disposizione per gestire autonomamente la guida fino a 60 km/h nel traffico intenso in autostrada. Acceleratore, freno e sterzo sono gestiti dal computer attraverso il sistema ZFas, che ricostruisce un'immagine di tutto ciò che circonda il veicolo: in questa fase il guidatore può togliere le mani dal volante fino a quando il veicolo non richiederà un intervento. In assenza di feedback, l'auto si fermerà nel primo spazio disponibile. I dati sono raccolti attraverso la telecamera frontale, il radar, i sensori a ultrasuoni e l'innovativo scanner a tecnologia Laser. L'Audi ha intenzione di introdurre gradualmente questa funzione sui mercati, una volta chiarite le dinamiche legali e assicurative in base alle leggi locali.

Manovre da remoto con l'AI Garage Pilot e l'AI Parking Pilot. Anche gli altri sistemi automatizzati non richiedono l'intervento del guidatore. L'AI Parking Pilot e l'AI Garage Pilot sono infatti in grado di far entrare e uscire la A8 da un garage e di gestire le manovre attraverso il semplice input del proprietario attraverso il proprio smartphone. Nella nuova MyAudi App è presente una specifica funzione, in cui il guidatore può tenere premuto il tasto AI per poter eseguire le manovre dall'esterno e avere una visione a 360 gradi grazie alle telecamere di bordo. A manovra conclusa, la vettura inserisce automaticamente la posizione P della trasmissione e spegne il propulsore.

L'AI Active Suspension. Come già anticipato nelle scorse settimane, un altro passo avanti importante è stato compiuto dal punto di vista tecnico introducendo nuove sospensioni pneumatiche a controllo elettronico. Denominato AI Active Suspension, questo impianto a 48 Volt può controllare ogni singola ruota sia per quanto riguarda l'assorbimento sia per l'altezza da terra. Grazie al dispositivo Pre-sense 360° è così possibile alzare uno dei lati del veicolo in caso di imminente urto laterale per concentrare l'impatto sui longheroni, mentre la telecamera frontale consente di leggere lo stato dell'asfalto e anticipare la reazione della vettura per massimizzare il confort. L'impianto frenante dell'A8 adotta dischi di alluminio con pinze fisse. In opzione le versioni V8 e W12 potranno però adottare un nuovo impianto carboceramico con dischi anteriori da 420 mm e pinze anteriori a dieci pistoncini. La gamma dei cerchi di lega spazierà invece da 17 a 21 pollici, con misura massima di 275 mm per i pneumatici.  

Trazione quattro e sterzata integrale. La nuova A8 adotta anche l'asse posteriore sterzante, soluzione che ha permesso di rendere agile l'ammiraglia nonostante le dimensioni (con un raggio di sterzata di 11,4 metri), permettendo allo stesso tempo di utilizzare un rapporto più diretto per l'asse anteriore, migliorando così il feeling di guida. A questo elemento va aggiunta l'efficienza della trazione quattro con torque vectoring e della ripartizione di base al 60% sull'asse posteriore. Per tutte le versioni sarà inoltre previsto in opzione il differenziale posteriore sportivo, che lavora sfruttando i dati provenienti dalle sospensioni e dal telaio per offrire la massima dinamicità di guida.

Elettrificazione per tutta la gamma benzina e diesel. In un panorama così complesso e innovativo non va dimenticata infine l'evoluzione dei powertrain. L'Audi ha scelto di elettrificare l'intera gamma, una anticipazione di quello che gradualmente avverrà anche per gli altri modelli. Al lancio la A8 sarà quindi offerta nelle varianti V6 3.0 TDI e TFSI. Il diesel eroga 286 CV, mentre il benzina raggiunge i 340 CV.  In un secondo tempo, si aggiungeranno alla gamma il V8 4.0 TDI da 435 CV e il V8 TFSI da 460 CV, oltre alla top di gamma W12 6.0 da 590 CV e 800 Nm. Tutte le unità adottano un alternatore a cinghia (BAS) collegato all'impianto 48 Volt di bordo: il dispositivo consente di veleggiare a motore spento tra 55 e 160 km/h per un tempo che può raggiungere i 40 secondi, riattivando poi l'unità in maniera fluida; inoltre, recupera energia e controlla lo Start-Stop, attivo già sotto i 22 km/h. Secondo i dati preliminari, questa soluzione Mild Hybrid (MHEV) permette di ridurre i consumi di circa 0,7 l/100 km nella guida reale. Tutti i propulsori sono abbinati esclusivamente al cambio Tiptronic a otto marce di seconda generazione, dotato di una nuova strategia di funzionamento che migliora il confort e di una pompa elettrica per l'olio che consente il funzionamento della trasmissione in combinazione con il coasting e con lo Start-Stop evoluto.

La A8 L e-tron quattro. In futuro la A8 sarà proposta anche nella versione plug-in hybrid: la A8 L e-tron quattro offrirà un powertrain da 450 CV e 700 Nm, basato sul V6 3.0 TFSI e su batterie al litio che consentiranno di percorrere circa 50 km in modalità elettrica, sfruttando anche l'Audi Wireless Charging da 3.6 kW per la ricarica. In alternativa, sarà possibile utilizzare la ricarica via cavo fino a 7,2 kW, recuperando il 10% dell'energia in circa due ore. La e-tron quattro toccherà i 100 km/h da fermo in 4,9 secondi e permetterà di viaggiare con le sole batterie fino a 135 km/h, mentre i dati di consumo non sono ancora stati resi noti. Oltre alle varie modalità di guida e al pedale acceleratore attivo (per mantenere la vettura nella modalità EV), la e-tron sarà dotata anche del Route Guidance integrato nel sistema di navigazione, capace di lavorare in modalità predittiva integrando le informazioni relative al traffico per gestire al meglio il funzionamento del powertrain e massimizzare l'autonomia e l'efficienza.

5 utenti e 35 profili per l'Audi Connect Key. Persino l'accesso alla vettura offre qualcosa di nuovo. Si tratta dell'Audi Connect Key, una soluzione compatibile con Android che permette di sostituire lo smartphone alle chiavi tradizionali. Attraverso un sistema Nfc sarà sufficiente avvicinare il telefono alla maniglia per sbloccare la vettura e avviare il motore. Attraverso il cloud sarà possibile associare fino a cinque utenti per ogni veicolo: ogni profilo potrà contenere fino a 400 personalizzazioni relative alle impostazioni di bordo e sette diversi livelli di configurazione, passando dalle regolazioni del climatizzatore alla posizione di sedili e specchietti, fino alle destinazioni di navigazione e ai media preferiti, incluse le preferenze dei menù sui display di bordo.

COMMENTI

  • Rimane l'auto migliore del mondo, con buona pace di quanto dichiarato dai vertici mercedes nel 2012 con quel barcone di classe s
     Leggi risposte
  • Vorrei ricordare a qualcuno che disegnare un auto di più di 5 metri è difficile, la volete slanciata, bella, muscolosa, guardate che non è una Clio. E poi a quei livelli uno la acquista più per la tecnologia e io mi soffermerei su quella.
     Leggi risposte
  • paragonare questo vagone merci alla splendida ultima saab 9-5 berlina è un affronto al senso del gusto estetico
     Leggi risposte
  • Per quanto rigurada l'estetica puo' piacere o no.., sono ottimi gli interni la qualita' veramente eccelsa , anche se un po' freddi.. Mentre il lato B mi ricorda una Saab ..il frontale e troppo agressivo per i miei gusti.., probabilmente non ha la classe ne' charme di alcune concorrenti .., pur essendo super tecnologica ..
  • Esteticamente banale, le belle macchine son fatte in altro modo... Internamente invece un bel salto di qualità con interni spaziosi e senza una miriade di tasti. Certo per far concorrenza alla best seller Classe S ci vuole ben altro, gli manca lo status non trasuda opulenza. Venderà in Cina ma per gli altri mercati Europa usa russia sarà la solità auto che i concessionari non sapranno come svendere...per strappare qualche cliente alla Mercedes . Peccato, un'occasione mancata.... Sui gadget tecnologici non commento perchè la maggior parte di essi sono totalmente inutilizzabili, la guida autonoma è un'altra cosa!
     Leggi risposte
  • A livello di design ho notato un cofano motore e bagagliaio piatto e basso. Ció dovrebbe snellire molto l´auto e darle un aspetto più "leggero" e sportivo. Un pó come le ammiraglie degli anni 80-90 (Vedasi BMW E32,E38). Come si vede il cofano motore si trova sulla stesso livello della linea di cintura. Mancano quei 5 cm in altezza, che oggi quasi tutte le auto hanno, probabilmente per superare la prova pedone. Questo si può anche notare meglio sul sito bimmertoday.de dove si confronta la A8 con la BMW 7.
     Leggi risposte
  • la soluzione Mild Hybrid con un risparmio di circa 0,7 l/100 sembra un po' una barzelletta su un auto del genere
     Leggi risposte
  • Condivido la considerazione di chi dice che il plus tecnologico delle ultime ammiraglie dopo qualche tempo viene condiviso anche dalle berline di segmento inferiore (com'è accaduto con MB S/E prima e BMW 7er/5er più recentemente) - e qui torniamo al solito discorso "una salsiccia tre misure" dei marchi tedeschi. A mio avviso, però, le Audi più recenti (e lo stesso vale per VW) sono diventate incredibilmente più noiose e spersonalizzate. Preferivo molto di più quelle dell'era De Silva e a questo proposito ritengo la nuova A5 una delle Audi più brutte mai prodotte, con quel muso appiattito e i fari grandi che la fanno sembrare una giapponese. Tornando al discorso A8, la vista laterale e posteriore è indubbiamente migliore della serie precedente, ma davanti non la digerisco. E, secondo me, la sensazione di lusso degli interni di una S è impareggiabile. Non condivido neppure l'assenza di tasti fisici, sembra uno di quei prototipi futuristici dei primi anni 2000 tipo la Lancia Nea... In ogni caso direi che la migliore del segmento è obiettivamente la S, anche se io personalmente prenderei una 7er o una Panamera: come ha notato qualcuno, la presenza della 7 su strada è davvero imponente è dà la sensazione di understatement che dovrebbe essere il motivo per cui si acquista un'auto del genere.
     Leggi risposte
  • il discorso che certe tecnologie in pochi anni diventano dominio di tutti non sta in piedi. Anzi fa ridere. Siamo arrivati alla volpe che afferma "tanto tra poche settimane l'uva marcisce e cade da sola.....". Non è questione di competenze, tutti sanno che basta immaginare, progettare. Oppure ordinare, comprare, pagare. Non poter spendere è più grave che non saper progettare.
     Leggi risposte
  • Ma veramente vi fidereste a mettere la vostra pelle nelle mani dell' elettronica di una casa che non può /non vuole rispondere dei suoi prodotti trascorsi due anni dalla consegna? (E anche prima, se il danno è grosso) ?
     Leggi risposte
  • Auto di livello assoluto. Esteticamente credo dal vivo possa piacere più che in foto. Di sicuro il cambiamento estetico risulta meno d'effetto di quelli effettuati da serie 7 e classe S rispetto alle progenitrici ma alla fine la politica del marchio la conosciamo bene e non hanno fatto altro che accontentare i loro clienti.
     Leggi risposte
  • Considerati i prototipi anticipatori da salone, esteticamente questa delude. Pancia troppo conservativa e posteriore indegno di una berlina di questa classe, limitatandomi a una valutazione di design. La tecnica non si discute, inclusa tutta l'avanzatissima elettronica, come il prevedibile super confort acustico e di assorbimento sospensioni. È una macchina perfetta per la Cina, dove amano avere il Chauffeur, ciononostante dubito che mancherà di qualità stradali degne di nota, soprattutto in versione S. Aggiungo solo che a riguardarla più e più volte ci si "abitua" un pochino al design, e migliora. La classe S è più classica, elegante e sa più di lusso sfrenato, soprattutto negli esterni, ma questa è probabilmente l'automobile tecnicamente più avanzata del mercato. Dal vivo mi aspetto renda meglio. Comunque realizzazione con la quale possono competere realmente solo le altre tedesche e Lexus.
     Leggi risposte
  • "...doppio display touch: quello più basso da 8,6 pollici sostituisce i comandi fisici tradizionali, mentre quello superiore da 10,1 pollici controlla l'infotainment. Sparisce del tutto l'interfaccia MMI Touch vicino alla leva del cambio automatico, dal momento che il display inferiore viene utilizzato anche per scrivere con le dita e per inserire comandi specifici...." Per poter scrivere "con le dita" sul touch-screen inferiore....TI DEVI FERMARE...Sennò ti devi affidare alla guida autonoma pena incidente sicuro!!!
     Leggi risposte
  • Che questa macchina rappresenterà la summa tecnologica di VAG pare evidente e pertanto, in questo senso, al vertice mondiale della produzione. Però noto che, a parte le solite discussioni e diatribe tra proseliti e detrattori, nessuno si fa una domanda, secondo me, fondamentale: chi sarà in grado o semplicemente vorrà utilizzare tutta l'elettronica o l'informatica di bordo di queste versioni "monstre" delle case automobilistiche? Molte di queste innovazioni hanno il sapore dell'esibizione muscolare troppo spesso fine a se stessa; altra cosa sono le evoluzioni "vere" di progetti tesi all'inevitabile futura ibridazione dei propulsori, alla maggiore efficienza, al comfort, al piacere di guida e quant'altro. Assai meglio avere una macchina bella, facilissima e piacevole da usare, piuttosto che un trattato su ruote, spesso illeggibile per molti... Comuqnue macchina ovviamente stratosferica, ma troppo conservativa nell'estetica (diversissima dai prototipi...). Saluti
  • Azzardo, ma credo che il 99% della tecnologia di questa superba Audi A8 sarà disponibile sulla ITALIANA imminente lamborghini Urus. Quindi probabilmente, chi crede che in italia non siano in grado di fare auto tecnologicamente pari alle ammiraglie tedesche, potrà trarne conforto
  • Dei commenti che ho letto concordo con alcune considerazioni: questa tecnologia ci sarà in breve tempo, uguale se non già migliorata, sulle sorelle minori, in particolare su nuova A6; l'articolo sembra partorito dalla maldestra fantasia di un ufficio marketing; gli sbalzi sono notevoli e tutt'altro che contenuti; per un certo tipo d'utenza continuerà ad esistere solo la Classe S, nera. Per il resto c'è il solito Coro di cornacchie in Re minore che accompagna l'uscita di ogni nuova Audi, tanto più immeritato se l'auto poi non è una Q2 ma un'Audi "vera".
     Leggi risposte
  • Perchè tirare in ballo la s class che non è tecnologicamente allo stesso livello di questa A8, men che meno altrettanto sportiva (lo era più la vecchia A8). E verosimilmente questa A8 alza l'asticella nel segmento anche per comfort, già la attuale Q7 ha lo stesso livello di insonorizzazione acustica della classe S prerestyling (test comparativo autobild)
  • l'auto giusta per una vecchia signora. con autista. ho sempre detto che le ammiraglie tedesche (serie s, sr7 e a8) sono progettate intorno al passeggero, contrariamente alle maserati che sono progettate intorno a chi guida. questa è la differenza che vale qui come in cina. tutto il resto, per il quale i soliti esperti del giorno dopo spendono tempo e spazio innalzando le loro servili lodi a livelli mai raggiunti prima, non conta nulla, è, automobilisticamente parlando, ininfluente. non uno che si sbilanci e dica la verità: quando abbiamo imparato ad amare le auto, non è stato per queste cose
     Leggi risposte
  • esteticamente non mi dice nulla proprio, anonima come le altre Audi, quasi tutte. mi associo a quanto detto sotto, indiscutibile la tecnologia a livelli incredibili ma è un ambito che corre troppo veloce per poterne restare ammaliati del tutto
  • Un passo indietro clamoroso nella plancia. Hanno abbassato il display che prima era basculante costringendo a distogliere lo sguardo.
  • Non sarà bella(perchè dai, non lo è...) però è un gran macchinone farcito con tutta la tecnologia disponibile. Nessuno ha notato quella cromatura tra i fari stile Serie7? Ma lo fanno per differenziarle visivamente dalle "sorelle" di taglia più piccola?
     Leggi risposte
  • E così l'Audi ha lanciato la sua nuova A8 - HAL9000. Di fronte ad un capolavoro tecnologico del genere, una domanda continua a frullarmi nella testa: ma è questo quello che cerca oggi il cliente? Ai posteri l'ardua sentenza.
  • a parte che la MB classe S non mi piace e la Serie 7 difficile distinguere dal modello precedente...anche questa A8 per niente porta una nuova linea stilistica (passerebbe anche come semplice restyling). tra le nuove presentate la Lexus LS (pur se non mi convince di tutto) porta esteticamente magiore novità. riguarda il testo noto che la QR mette giu tutto quello che scrive la casa senza riflettere sopra...non degno di una rivista di tale portata. gli interni di questa A8 (di qualità sicuramente impeccabile) sono di vecchio stile e lo schermo in basso col affollamento dei tasti picloissimi attorno è davero una trovata da scemi ! bello immaginarsi che il proprietario andando a 250 l'ora cerca reimpostando qualcosa guardando in basso...NO, è semplicimente improponibile (come su tutti modelli Porsche) e mi aspetterei da una rivista come questa una forte critica. se forse una Opel o Ford le critiche saranno volate...ma qui si parla del impero VAG...non si tocca.
  • a parte che la MB classe S non mi piace e la Serie 7 difficile distinguere dal modello precedente...anche questa A8 per niente porta una nuova linea stilistica (passerebbe anche come semplice restyling). tra le nuove presentate la Lexus LS (pur se non mi convince di tutto) porta esteticamente magiore novità. riguarda il testo noto che la QR mette giu tutto quello che scrive la casa senza riflettere sopra...non degno di una rivista di tale portata. gli interni di questa A8 (di qualità sicuramente impeccabile) sono di vecchio stile e lo schermo in basso col affollamento dei tasti picloissimi attorno è davero una trovata da scemi ! bello immaginarsi che il proprietario andando a 250 l'ora cerca reimpostando qualcosa guardando in basso...NO, è semplicimente improponibile (come su tutti modelli Porsche) e mi aspetterei da una rivista come questa una forte critica. se forse una Opel o Ford le critiche saranno volate...ma qui si parla del impero VAG...non si tocca.
  • Al di là della tecnologia...ai massimi livelli....che personalmente, nonostante sia effettivamente notevole, è un lato dell'auto che non mi stupisce per nulla in quanto con i passi da giganti che si compiono oggi, sarà già "normale" su molte auto tra pochi anni....basta vedere come una tiguan oggi sia tecnologicamente piu avanzata di una classe S di pochi anni fa.....credo che questa sia una delle più brutte audi degli ultimi anni...foto 14 e 21....pessime.....per non parlare della fanaleria posteriore in pieno stile Kia....sono gusti certo..ma una serie/ o una classeS sono su un altro pianeta come impatto visivo......poi che venda in Cina..ben per loro....
  • che macchina! ciò detto, la serie S mi piace di più, anche se questa pare ancora più tecnologicamente avanzata. Noi "olandesi" ancora di auto così però non riusciamo a farne (per fortuna dei tedeschi)
  • "gli sbalzi limitati esaltano le proporzioni," Ma dico, state scherzando???? Quattroruote, BASTA CON LE CARTELLE STAMPA!!!!! Nella prima foto sembra che abbia uno sbalzo di due metri, dai!!!!!!!
     Leggi risposte
  • Vedo che non sono il solo a giudicare brutta questa nuova A8 , è solo un giudizio estetico ma non credo che l'estetica sia l'ultimo dei parametri quando si sceglie un'auto. Sicuramente venderà molto ( la L in Cina ... ) e sicuramente è la più avanzata per tecnologia , ma non basta : concordo con altri post che la Mercedes classe S anche se più vecchia di progetto e di mercato , interpreta molto meglio il mix di bellezza, eleganza , tecnologia e classe per questo genere di auto.
  • Beh, è stato già scritto e io lo ribadisco, la A8 venderà soprattutto in Cina (e questa qui sul serio non come la Giulia), e ad alcuni top manager e politici europei, ... per questo scopo ha tutte le carte in regola sia estetiche che tecnologiche, inutile criticarla usando i canoni da "normali automobilisti" italiani, al contrario in USA non ha grosse prospettive così come nel ricco medio oriente dove le preferiscono senz'altro Mercedes. ..... Torno giusto da una settimana di vacanza in Baviera, ho visto in giro una marea di Klass S (anche in versione Amg col poco "signorile" rombo del V8), mentre pochissime serie 7 e men che meno A8 nonostante queste ultime 2 li giochino in casa contro la stella che è di Stoccarda..... situazione inversa nei segmenti inferiori, tante Bmw e Audi di tutti i tipi e colori, (tante A4 cabrio, da noi quasi sconosciute) segno che il privato automobilista fa fatica a scegliere la limousine coi 4 anelli.......
     Leggi risposte
  • Come vetrina tecnologica della marca, qui siamo oltre i massimi livelli. Come auto in se , ormai non si capisce se sono macchine oppure degli smartphone con ruote e motore.
  • Auto discreta fuori senza WOW factor. Se vogliamo dirla all' americana. Dentro il fattore spettacolo invece c'e' eccome. Come detto prima i due display in basso distrarranno parecchio.
  • E' vero che è una limousine, ma la Classe S ha molta più classe (scusate il gioco di parole) ed è molto più elegante, sportiva e gradevole nel complesso. Se poi tiriamo in ballo la Quattroporte, ciao. Questa a me pare troppo pachidermica. Single Frame ormai grande quanto tutto il frontale, perchè?? E' brutto! Posteriore troppo carico, anche qui, di roba orizzontale: sia la cromatura che i fari a tutta larghezza sono brutti. Tecnicamente ineccepibile, interessante l'impianto a 48V su tutta la gamma. Però la telecamera che legge il fondo stradale e la guida autonoma in autostrada le avevamo già viste da tempo. Comunque i cinesi ne andranno matti.
     Leggi risposte
  • ...prima tutti a criticare il doppio display Infiniti...adesso lo fa audi e diventa il non plus ultra dell'avanguardia della tecnica...
     Leggi risposte
  • mah, la solita noia Audi, decisamente meglio la Nuova lexus LS, che probabilmente si guasterà anche meno.
  • il linguaggio stilistico è molto diverso tra questa a8 e la precedente. Non vederlo è da miopi. C'è la stessa identica evoluzione che c'è stata nel passaggio dalle vecche alle nuove serie 7 o S klasse o, se vogliamo inserirla come concorrente, dalla vecchia quattroporte alla nuova. A me la vecchia A8 piaceva meno di zero, brutti montanti massicci, brutte squadrature, pessimo frontale. Questa recupera fluidità e morbidezza, slancio nella linea di cintura. Solo il frontale a tutta larghezza mi ha rotto proprio.... Poi dal punto di vista tecnologico è semplicemente impressionante.
     Leggi risposte
  • con la scusa che non è un'auto che si compra per la bellezza tirano fuori sto ' capolavoro'....anche la plancia....non si era detto che il display centrale dovrebbe stare più in alto allineato nei limiti con la strumentazione piuttosto che 20cm più sotto? Ok avrebbe spezzato la 'lama' delle bocchette ma insomma....pure il volante, per il restyling di quello del maggiolone....mah Tecnicamente vabbè, poco da discutere , è un catalogo semovente, vedremo cosa ci sarà di serie e cosa no ( e se scalzerà sr7 dallo stato dell'arte cit Massai) , magari per prestigio avrei fatto uscire prima le versioni top con il v8 che quelle con i v6.
  • La vista laterale risulta anche piacevole. Mantiene le proporzioni di una ammiraglia 3 volumi. Frontale, per me, inguardabile. Coda un pó massiccia, ma penso che il colore della vettura influenzi molto il giudizio sull´estitica dovuto al fatto die gruppi ottici a tutta larghezza. Gli interni non mi trasmettono quella sensazione di lusso, che le concorrenti hanno. Ok il ritorno ad un volante a 4 razze (ultimamente tutti i produttori fanno quasi esclusivamente volanti a 3 razze), ma questo quanto a design non mi piace.
  • "Di tutto e di più" com'è giusto che sia per un'auto che rappresenta lo stato dell'arte dell'intero gruppo. Rimango fortemente perplesso sul suo linguaggio stilistico, di brutto non ha niente ma neanche di particolarmente bello o innovativo. Infine una domanda a quattroruote: con l'asse anteriore così vicino all'abitacolo come fate a definire contenuto uno sbalzo anteriore del genere? Se andiamo a rivedere le immagini delle ammiraglie concorrenti dovremmo ridefinire il concetto.
     Leggi risposte
  • Se la valutiamo con i canoni delle auto normali certo la linea è pachiedermica, ma nel suo contesto, superberline di rappresentanza oltre i 5 m mi sembra molto equilibrata. Inutile aggiungere qualcosa su interni e tecnologia, spettacolo.
     Leggi risposte
  • Scusate ma di quale evoluzione stilistica si parla?? Il frontale è sempre lo stesso e Il posteriore è veramente banale!! Poi certo la tecnologia è al top e gli interni sono spettacolari ma la linea non mi sembra all'altezza del resto.
  • Che la macchina sia "tecnologicissima" ed innovativa, questo non si può negare, ma da qui a scrivere addirittura "...con novità di grande impatto in termini di design..." ce ne passa. Bene, come al solito, gli interni che anzi, a mio parere, compiono uno step interessante nell'abbandonare la vecchia piattaforma MMI che in passato ho spesso trovato alquanto farraginosa e non immediata nell'utilizzo come invece sbandierato dalla casa e dai media soprattutto. Andare verso una direzione full touch non può che essere il futuro e anzi, rimpiango il fatto che Alfa non abbia fatto tale scelta lei che, partendo da zero (o quasi), poteva puntare su ciò che voleva anzichè rincorrere per forza Audi nell'infotainment. Bello il volante a quattro razze, più Star Wars-fighter che non le vecchie "pagnotte" con bordo inferiore tagliato delle Audi passate. Interni spettacolari ed immagino ultra rifiniti come al solito anche se appunto, come design, anche qui le soluzioni a effetto (tipo il "tablet-ponte allungato" di Mercedes classe S sulla consolle) latitano. Comparto sospensioni: qui effettivamente parrebbero esser giunti, quelli di Audi, allo stato dell'arte del settore, vediamo... parrebbe che solo Land Rover, su taluni modelli, le stia al passo, al momento. Comparto elettronica: il sistema MIB2+ sembra promettere faville in quanto dinamico, aggiornabile a continui step evolutivi del cervellone dell'auto anche in un secondo momento dopo l'acquisto dell'auto. In sostanza gran bel berlinone, non c'è che dire, anche se le mie perplessità permangono soprattutto sul design esterno. Va bene che deve piacere e vendere ovunque e che in questi settori del lusso i voli pindarici non pagano quasi mai, ma se guardiamo ad altre rivali dirette, soprattutto tipo nuova Lexus LS o la stessa Quattroporte (o anche futura Cadillac CT6, piaccia o no), ci si rende conto che non è sempre vero questo assunto e che spazio per un minimo di "diversità" ancora può esserci. Qui mi sa che non basta mettere una barra luminosa a tutto baule a led (opps... a oled, pardon) o dei passaruota "bombati" (in omaggio allo storico "quattro") che di fatto bombati lo sono solo a parole del giornalista, per dirsi "nuovi"... Insomma, in definitiva bella ma nulla più che non un'evoluzione nel segno della continuità. Da Marc Lichte, onestamente, visti alcuni suoi passati apprezzabili lavori anche come concept, mi aspettavo qualcosa di più.
  • Interni top, esterni mah...per.fortuna che il.nuovo designer avrebbe dovuto rivoluzionare lo stile audi ok qualche superficie un po' più moderna e qualche cromatura frontale on più per far piacere ai cinesi.come ha già fatto bme. per il resto ultratecnologica ma visto il ritardo.con.cui è stata lanciata pensavo che la plug fosse disponibile fin dal lancio.
  • Interni top, esterni mah...per.fortuna che il.nuovo designer avrebbe dovuto rivoluzionare lo stile audi ok qualche superficie un po' più moderna e qualche cromatura frontale on più per far piacere ai cinesi.come ha già fatto bme. per il resto ultratecnologica ma visto il ritardo.con.cui è stata lanciata pensavo che la plug fosse disponibile fin dal lancio.
  • un'astronave.
     Leggi risposte
  • un'astronave.
  • purtroppo ha un unico ma enorme difetto : è bruttissima ! che delusione
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21039/poster_003.jpg La nuova Audi Q3: la prova completa http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-audi-q3-la-prova-completa Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21026/poster_007.jpg Teaser - Le prime immagini della nuova Audi Q3 http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-le-prime-immagini-della-nuova-audi-q3 Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20973/poster_003.jpg Audi Q3: sta per arrivare in Italia! http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/parigi-2018-audi-q3-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20970/poster_004.jpg La tecnica vista da Roberto&Roberto: i motori full hybrid e le auto a batteria, senza dimenticare le plug-in http://tv.quattroruote.it/eventi/video/ungaro-e-boni-viaggio-dell-elettrificazione-mov Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20962/poster_008.jpg Audi A1 Sportback e SQ2: piccole sportive Audi che fanno girare la testa http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/audi-a1-e-sq2-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20961/poster_007.jpg Guarda com'è fatta sotto la nuova Audi e-tron http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/parigi-2018-audi-e-tron-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20898/poster_008.jpg La nuova Audi e-tron vista da vicino http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/audi-e-tron-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/20775/_TS46306 -2-.jpg Audi TTS (restyling), è davvero così noiosa? La prova sull'Isola di Man! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/premiere-audi-tts-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20769/poster_006.jpg Teaser: l'Audi e-tron si butta giù dalla Pikes Peak... per ricaricarsi! http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/etron-pikes-peak-clip-20mbit-mp4 Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20632/poster_0041.jpg Audi Q8: l'abbiamo guidata nel deserto di Atacama http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/audi-q8-l-abbiamo-guidata-nel-deserto-di-atacama Prove

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona