Nuovi Modelli

GMC Hummer
Nuovo teaser del pick-up elettrico - VIDEO

GMC Hummer
Nuovo teaser del pick-up elettrico - VIDEO
Chiudi

La General Motors continua a tenere vivo l'interesse per il GMC Hummer, il pick-up elettrico che verrà svelato entro l'anno per poi debuttare sul mercato nel 2021. Dopo aver mostrato il frontale e una porzione degli interni, stavolta l'anteprima è ben più ampia, perché mostra la scocca e i manichini di stile dando una visione d'insieme del veicolo.

La scocca senza veli. Le linee sono massicce e squadrate come ci si attende da un veicolo Hummer ed è possibile vedere chiaramente l'impostazione del tetto con la trave centrale di rinforzo, che ha permesso di creare elementi amovibili per offrire un'esperienza di guida all'aria aperta. Le proporzioni sono quasi simmetriche perché all'abitacolo centrale a quattro porte sono abbinati il frontale e la coda molto alti e squadrati. Questo potrebbe portare ad un vano posteriore non particolarmente lungo rispetto ad altri concorrenti, ma del resto appare come una citazione della Hummer H1 che ha fatto anche carriera militare in passato. Alla fine della clip, l'Hummer viene mostrato anche con un profilo differente: in questo caso sono ben visibili sia la ruota di scorta esterna che la copertura del vano posteriore. Non sappiamo quindi se la GMC voglia proporre due varianti di carrozzeria o se questa differente configurazione sia prevista come accessorio. 

2020-gmc-hummer-02

Modalità di guida e Adas. La GM presenterà il pick-up in autunno, quando si apriranno anche le prenotazioni, mentre le prime consegne sono previste a circa un anno di distanza. Si conoscono già alcune delle caratteristiche tecniche: 1.000 CV e circa 3 secondi per toccare i 100 km/h da fermo, ma il dato relativo all'autonomia non è stato ancora svelato. Nel video teaser vengono citate anche nuove funzionalità, senza però spiegarne i dettagli: si parla di Andrenalin e Grab Mode, del SuperCruise di nuova generazione e della Ultra Vision Camera, anticipando quindi la presenza di modalità di guida diversificate in base al terreno e il ricorso ad Adas di ultima generazione. 

COMMENTI