Nuovi Modelli

Mercedes-AMG
Firma ipersportiva per la nuova serie della SL

Mercedes-AMG
Firma ipersportiva per la nuova serie della SL
Chiudi

Torna la SL, ma si rinnova ben oltre le apparenze. Ora si chiama Mercedes-AMG SL, che nel gergo di Stoccarda significa aver cambiato madre ed essere figlia del mondo di Affalterbach come la GT e le sue derivate. La Mercedes ha quindi sostituito la SL precedente, nota internamente come R231 e presentata nel 2012, con un progetto tanto inedito quanto fedele allo spirito originale dell'iconico modello degli anni Cinquanta. 

Torna alla formula 2+2 con tetto di tela. Tetto di tela e abitacolo 2+2 tornano dopo una assenza durata 20 anni, ovvero dall'uscita di scena della SL R129, mandando così in pensione il tetto ripiegabile di metallo. Allo stesso tempo la piattaforma space frame in alluminio composito firmata AMG (nata espressamente per questa vettura e più rigida del 50% rispetto al pianale precedente) dona alla SL un’indole sportiva contrapposta all'atmosfera premium dell'abitacolo, dove confort e tecnologia sono al top. Il design è a sua volta figlio dell'evoluzione globale del marchio e segue i dettami della "sensual purity" che ha guidato la nascita di tutti i modelli recenti con un approccio più semplice e pulito rispetto al passato. Immancabile una citazione alla prima SL del 1952 nelle 14 lamelle verticali della mascherina, affiancata dai gruppi ottici Led Digital Light di ultima generazione.

Peso e baricentro sono ottimizzati. La scelta del tetto di tela è figlia di una precisa filosofia di progetto. L'obiettivo della AMG era infatti quello di ridurre la massa e soprattutto di lavorare sul baricentro per donare alla SL un feeling di guida più sportivo e diretto. La capote tristrato non solo permette di ridurre di 21 kg il peso, ma sposta significativamente le masse verso il basso, aumentando anche lo spazio a disposizione per passeggeri e bagagli. Apertura e chiusura richiedono 15 secondi ciascuna fino a 60 km/h, mentre la capacità del bagagliaio varia da 213 a 240 litri in base alla posizione del tetto. La SL è lunga 4,7 metri con un passo di 2,7 (10 centimetri in più della precedente) ed è larga 1,91, mentre il peso in ordine di marcia è pari a 1.950 kg (1.970 per la SL 63). Quest'ultimo dato non è molto diverso dal modello uscente, che non poteva però contare sulle dotazioni di sicurezza e sulla tecnologia presente sul nuovo modello.

2021-Mercedes-SL-53

Aerodinamica protagonista. Grande attenzione è stata rivolta alla efficienza aerodinamica, integrando nella linea elementi attivi anteriori e posteriori per mantenere il CX a quota 0,31 nonostante la carrozzeria aperta. L'Airpanel anteriore è stato sdoppiato per gestire al meglio i flussi di raffreddamento, mentre in coda l'ala si alza oltre gli 80 km/h e può assumere diverse posizioni in base a velocità, accelerazione e sterzata. In opzione l'AMG ha previsto anche un ulteriore elemento attivo in carbonio nel sottoscocca a monte del motore: si attiva a partire da 80 km/h aprendosi verso il basso di 40 mm per aumentare l'aderenza sull'asse anteriore.

Interni sportivi e digitali. Per disegnare l'abitacolo la Mercedes si è ispirata alla 300 SL Ali di Gabbiano. La plancia lineare è quasi del tutto priva di comandi fisici e la gestione dei sistemi di bordo viene demandata allo schermo verticale da 11,9" regolabile (da 12 a 32 gradi) dell'Mbux derivato dalla Classe S ma rivisto nella grafica dalla AMG con schermate dedicate anche alla guida in pista. Pure la strumentazione è digitale con schermo da 12,3", ma è integrata in una visione tridimensionale per ottenere un effetto che i tedeschi chiamano "iper-analogico", abbinabile in opzione con l'head-up display a colori. I sedili posteriori sono studiati per passeggeri con altezza massima di 1,5 metri ed ampliano così le possibilità di utilizzo della vettura, rispetto a prima. I sedili anteriori sono di tipo sportivo con poggiatesta integrato e sistema Airscarf per il riscaldamento del collo, mentre quelli Performance AMG opzionali adottano il sistema Multicontour che modifica le imbottiture in base alle modalità di guida. Il volante adotta infine le superfici touch e display multifunzione ed integra i sensori hands-on che verificano l'attività del guidatore e in caso di emergenza possono attivare i sistemi di sicurezza per l'arresto del veicolo. Sono presenti ovviamente anche i paddles di alluminio del cambio automatico.

2021-Mercedes-SL-06

V8 biturbo a trazione integrale, poi l'ibrido. Trattandosi di una SL, per di più firmata AMG, l'aspettativa dei clienti in fatto di prestazioni è elevata, ma ad Affalterbach, sede della divisione sportiva, sono andati oltre decidendo di introdurre per la prima volta nella storia anche la trazione integrale 4Matic+ in abbinamento al cambio automatico 9G Speedshift MCT AMG con frizione a bagno d'olio. Al lancio, in Italia, la vettura è disponibile con il V8 4.0 biturbo nella variante da 585 CV ed 800 Nm (SL 63 4Matic+), mentre su altri mercati sarà offerta anche la SL 55 4Matic+ (476 CV). Pur derivando dalle altre varianti già note, il V8 (nome in codice M177) è stato modificato per l'uso sulla SL adottando coppa dell'olio e intercooler specifici, oltre ad aspirazione e scarico riprogettati. La SL 63 dichiara 3,6 secondi per lo 0-100 e 315 km/h di velocità massima. La Mercedes ha già confermato l'arrivo di ulteriori motorizzazioni e di un modello ancora più potente, elettrificato: la vettura riceverà infatti in futuro la tecnologia plug-in Hybrid AMG E Performance, diventando la prima SL ibrida della storia. 

Istruttore di guida virtuale. Partendo dal nuovo telaio irrigidito in alluminio la AMG si è concentrata sull'assetto adottando sospensioni a cinque bracci anteriori e posteriori. La SL 63 sfrutta l'Active Ride Control AMG con elementi idraulici attivi che sostituiscono le barre antirollio tradizionali, cerchi da 20", differenziale autobloccante, supporti motore attivi e sollevatore dell'asse anteriore (+30 mm) con memoria gps degli ostacoli. Di serie, inoltre, l'asse posteriore sterzante (in fase oltre i 100 km/h e in controfase alle velocità inferiori) e l'impianto frenante AMG in materiali compositi con dischi dotati per la prima volta di fori direzionali, mentre rimangono opzionali i cerchi da 20" aerodinamicamente ottimizzati, quelli AMG da 21" fucinati e l'impianto frenante carboceramico con dischi anteriori da 402 mm. Le regolazioni dell'assetto sono integrate nel Dynamic Select AMG, che permette di scegliere tra i programmi di guida Slippery, Comfort, Sport, Sport+ e Individual, oltre alla modalità più estrema Race per la SL 63. Questa offre di serie anche l'AMG Track Pace, un sistema avanzato di telemetria per la guida in pista integrato nell'Mbux e capace di gestire 80 diversi segnali consultabili e confrontabili poi in un secondo tempo per migliorare le proprie performance. Per la prima volta questo accessorio si arricchisce anche della funzione di realtà aumentata che visualizza sullo schermo centrale la traiettoria del miglior giro già registrato in tempo reale, comportandosi come un istruttore di guida virtuale.

2021-Mercedes-SL-17

Personalizzazioni e Adas. Al lancio la Mercedes offrirà la SL in dodici colori, incluse sei varianti speciali Manufaktur, da combinare con tre varianti della capote in tela e nove design dei cerchi. Gli interni sono disponibili in sei tipi di pelle nappa monocromatica o bicolore, nella declinazione Style con cuciture a rombi e in quella mista pelle e microfibra Dinamica Race con cuciture a contrasto riservata ai sedili Performance. La carrozzeria può inoltre essere dotata dei pacchetti di finitura AMG Cromo, Night AMG, Night AMG II e AMG carbonio. La dotazione di serie include inoltre i più avanzati Adas di livello 2: l'Attention Assist, il Distronic, l'assistenza attiva dello sterzo, il riconoscimento dei cartelli stradali, l'antisbandamento attivo (fino a 250 km/h), la frenata d'emergenza automatica, la frenata attiva con assistenza agli incroci, il Blind Spot Assist, ed i gruppi ottici Digital Light con proiezione di simboli di pericolo di fronte al veicolo. 

COMMENTI

  • Se non fosse la Mitica SL sarebbe un'auto gradevole, ma questa dell'icona non ha nulla, sembra una pseudo 911 cabrio. Un po' sulla scia di BMW che ha anonimizzato il mito della serie 8 anni 90. Osate di più!
  • Qualcosa di spettacolare,come tutte le Sl d'altronde!!
  • Al di la della bruttezza estetica, è un inutile doppione della AMG GT spider. La SL è una elegante vettura aperta, non una supersportiva.
  • Finalmente a trazione integrale e con 2+2 posti. Più vicina che mai ad una 911 convertible.
     Leggi le risposte
  • La convergenza stilistica con Porsche e' sempre piu' attuale. Credo che ormail AMG come brand e come modello crei confusione.
  • Molto bella, linea pulita sportiva ed elegante. Ma di leggero non ha niente purtroppo. Un altro pachiderma
     Leggi le risposte