Sport

Formula 1
Ecco la nuova McLaren MCL35M

Formula 1
Ecco la nuova McLaren MCL35M
Chiudi

La McLaren ha presentato la nuova MCL35M, la monoposto con cui prenderà parte al Mondiale di Formula 1 2021 e che sarà affidata alle cure dell'inglese Lando Norris e dal nuovo arrivo nel team, l'australiano Daniel Ricciardo.

Torna un binomio storico. La McLaren, dopo sei stagioni in cui ha lavorato con Honda e Renault, torna quest'anno a un suo precedente e storico partner. Il 2021 del team di Woking segna infatti il ritorno alla motorizzazione Mercedes, per un binomio che ha scritto capitoli importanti nella storia della Formula 1. Le due compagini hanno lavorato insieme per ben 20 stagioni - dal 1995 al 2014 - ottenendo quattro titoli: tre Piloti (Hakkinen nel 1998 e nel 1999, poi Hamilton nel 2008) e un titolo costruttori (nel 1998), per un totale di 78 vittorie.

La MCL35M. Nonostante il congelamento dei regolamenti tecnici, la McLaren ha dovuto apportare una serie di considerevoli modifiche alla propria vettura, così da accogliere la nuova power unit della Mercedes. Il team ha fatto le modifiche necessarie al retrotreno, spendendo così i due gettoni relativi allo sviluppo: c'è parecchio ottimismo per la nuova vettura e l'obiettivo è poter almeno riconfermare il terzo posto in classifica costruttori. Sotto il profilo estetico, la nuova McLaren mantiene in gran parte la stessa livrea dello scorso anno, con il suo design arancione papaya e il blu. La MCL35M farà la sua prima uscita pubblica domani a Silverstone, per un filming day che anticiperà la prima vera sessione di test, in programma in Bahrain dal 12 al 14 marzo.

COMMENTI

  • La McLaren team di F1 è il tipico esempio di come se si ha un management competente, si può risorgere dalle ceneri anche in presenza delle tante difficoltà economiche di questo periodo pandemico (ricordiamo che la casa madre è stata costretta a vendere la nuda proprietà della sua sede di Woking). Zak Brown ha saputo muoversi bene su tutti i fronti circondandosi di persone capaci e fornitori top. Ad iniziare da Andreas Seidl (proveniente dalla Porsche), passando per il genio di James Key (uno, che ripeterò fino alla noia, la Ferrari si è lasciata colpevolmente sfuggire ai tempi della Sauber), per finire col ritorno alla PU Mercedes, la quale anche grazie al prossimo congelamento degli sviluppi tecnici, probabilmente resterà a lungo e in modo incontrastato la migliore PU della F1. ...... in ultimo si possono pure citare i piloti, perso Sainz migrato a Maranello (di cui credo si stia già pentendo), lo hanno sostituito con Ricciardo che non ha bisogno di endorsement, e confermato Norris che è indiscutibilmente uno dei giovani talenti presenti in pista. Con queste premesse hanno tutte le carte in regola per fare bene, anche se la concorrenza di Red Bull a Aston Martin non sarà facile da battere per quel famoso 3° posto costruttori....