ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Industria e Finanza
Anche Renault entra in heycar

Industria e Finanza
Anche Renault entra in heycar
Chiudi

Dopo le fondatrici Daimler e Volkswagen - oltre alla compagnia assicuratrice Allianz - anche il Gruppo Renault insieme alla controllata RCI Bank and Services diventano azionisti di Mobility Trader Holding GmbH, la società che ha creato la piattaforma di vendita online di auto usate heycar, ad oggi presente in Germania, Regno Unito e Spagna. Grazie a questa operazione la casa transalpina, con i suoi concessionari, contribuirà allo sviluppo di heycar in Europa arricchendo il suo inventario con i propri veicoli usati. La piattaforma aprirà naturalmente anche in Francia dove, accanto al suo business B2C, verrà inserito quello, sempre B2C, curato da Carizy, la start-up francese leader nell'intermediazione acquisita nel 2018 dalla Régie.

La storia. La piattaforma di vendita online di auto usate heycar fu lanciata in Germania nel 2017 in collaborazione con VAPS (Volkswagen und Audi Partnerverband) e l'associazione dei concessionari tedeschi. Dopo lo sbarco nel Regno Unito nel 2019 e in Spagna nel 2020, ora punta a espandersi in tutta Europa, partendo, appunto, dalla Francia. La società rappresenta più di 5.000 concessionari multibrand, con un inventario di oltre 380.000 veicoli. "Siamo molto soddisfatti di questo progetto con heycar, che in pochi anni è diventato un attore chiave nella distribuzione online di veicoli usati", ha commentato il ceo del gruppo Luca de Meo. "Questo accordo è in linea con la strategia Renault di aumentare la creazione di valore in ogni fase del ciclo di vita del veicolo. In linea con la Re-Factory (il progetto di conversione dello stabilimento di Flins in un sito dedicato all'economia circolare della mobilità), attraverso questa partnership intendiamo rafforzare la competitività della nostra rete di vendita su tutta la catena del valore dei veicoli usati: dall'approvvigionamento al post-vendita, compresi il ricondizionamento, il marketing e la vendita di finanziamenti e servizi". La conclusione di questa operazione si attende per l’ultimo trimestre del 2021, dopo la consueta trafila in casi come questo: presentazione ai rispettivi consigli di amministrazione delle parti coinvolte, agli organi di rappresentanza dei dipendenti in conformità con la normativa francese applicabile e l'eventuale approvazione delle autorità competenti in materia di concorrenza.

COMMENTI