Burocrazia

Omicidio stradale
Il Senato dice sì con la fiducia

Omicidio stradale
Il Senato dice sì con la fiducia
Chiudi

Il Senato modifica per l’ennesima volta il disegno di legge sull’omicidio stradale. Ma stavolta lo fa con un maxiemendamento presentato in fretta e furia dal Governo e sul quale il ministro delle riforme Maria Elena Boschi, ieri sera, ha chiesto la fiducia all’aula di Palazzo Madama. Fiducia che stamattina è stata ottenuta, seppure con il no dell'opposizione, che pure ha contribuito a impostare l'architettura del provvedimento, non messa in discussione dal governo: su 240 votanti, i sì sono stati 149, i contrari 91.

Il blitz del governo. Una discesa in campo irrituale, quella del Governo, visto che il ddl sull’omicidio stradale è un provvedimento d'iniziativa parlamentare. E sostanzialmente inutile, visto che, comunque, sarà necessario un ulteriore passaggio alla Camera (anch’esso con fiducia?). Ma tant’è. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, aveva promesso che entro la fine dell’anno l’omicidio stradale sarebbe diventato realtà e così quasi certamente sarà, calendario dei lavori della Camera permettendo.

Concorso di colpa più largo. Il maxiemendamento del governo corregge alcune storture, diciamo così, rispetto al testo approvato a fine ottobre dall’aula di Montecitorio, messe in evidenza ieri da molti senatori, anche dell'opposizione, durante la discussione generale. In particolare si disciplina diversamente il concorso di colpa, circostanza che comporta una diminuzione di pena fino alla metà. Nel nuovo testo scatterà anche in casi diversi dalla condotta colposa della vittima, per esempio per colpa di terzi, proprietari della strada compresi.

Arresto obbligatorio per conducenti professionali in stato di ebbrezza media. Il governo ha corretto anche la questione dell’arresto obbligatorio in caso di flagranza, previsto dalla Camera solo per chi causa la morte guidando in stato di ebbrezza grave (superiore a 1,5 g/l) o sotto l’effetto di droghe. Nel caso dei conducenti professionali l’arresto sarà obbligatorio anche in caso di ebbrezza media (più di 0,8 g/l ma meno di 1,5 g/l), circostanza, peraltro, già prevista nel testo approvato a giugno dal Senato ma poi eliminata dalla Camera.

Inibizione alla guida fino a 30 anni per gli stranieri. L’ultimo aspetto che il governo ha corretto riguarda la questione della revoca della patente (che nei casi più gravi può arrivare a 30 anni), prevista, dal testo approvato a Montecitorio, solo per le patenti italiane, ma non per quelle rilasciate da uno stato estero, per le quali era prevista una risibile inibizione alla guida (un documento rilasciato da uno stato estero non può essere revocato dalle autorità di un altro paese) fino a tre anni. Nel testo approvato dal Senato si modifica il Codice della strada prevedendo l’inibizione alla guida per un tempo corrispondente a quello della revoca prevista per la patente italiana.

Carcere da 5 a 12 anni. Nulla cambia rispetto alle previsioni di fondo del testo licenziato dalla Camera: reclusione da 5 a 10 anni se la morte di una persona è provocata da conducenti in stato di ebbrezza media (cioè con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l fino a 1,5 g/l) oppure che abbiano commesso violazioni particolarmente gravi (superato specifici limiti di velocità, attraversato un incrocio con il semaforo rosso, circolato contromano, effettuato un’inversione del senso di marcia in prossimità o in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi, effettuato sorpassi azzardati); reclusione da 8 a 12 anni se l'omicidio stradale colposo è commesso in stato di ebbrezza alcolica grave (più di 1,5 g/l) o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti oppure nel caso in cui sia stato commesso in stato di ebbrezza alcolica media (più di 0,8 g/l fino a 1,5 g/l) da conducenti professionali o da neopatentati.

Carcere fino 18 anni con le aggravanti. A questi due punti cardine si aggiunge una serie di attenuanti o aggravanti. Nel primo caso, come detto, la pena diminuisce fino alla metà quando l'omicidio stradale sia conseguenza anche di una condotta colposa della vittima o di terzi. Il carcere, invece, aumenta nel caso in cui il conducente provochi la morte di più persone oppure la morte di una o più persone e le lesioni di una o più persone (si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo con un limite di 18 anni). Nel caso in cui il conducente responsabile di un omicidio stradale colposo si sia dato alla fuga la pena aumenta da 1/3 a 2/3 e non può, comunque, essere inferiore a 5 anni o superiore a 18 anni. La pena aumenta, infine, se l'autore del reato non ha conseguito la patente (o ha la patente sospesa o revocata) o non ha assicurato il proprio veicolo.

Nulla cambia negli altri casi. In tutti gli altri casi dai quali la morte di una persona derivi da una violazione delle norme sulla circolazione stradale continuerà ad applicarsi la fattispecie generica di omicidio colposo, reato che, come ora, prevede la reclusione da 2 a 7 anni. Il testo, come detto, torna per la seconda volta alla Camera per quello che dovrebbe essere per davvero l’ultimo, formale a questo punto, passaggio parlamentare. Che il governo vuole a tutti i costi prima di Natale.

Mario Rossi

COMMENTI

FOTO


VIDEO

https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

SERVIZI QUATTRORUOTE

Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

logo

ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

RISPARMIA FINO A 2.000 €!

Calcola il tuo tagliando

QTagliando

Cerca annunci usato

LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.