Euro 6 Tutto quello che c'è da sapere sulle omologazioni

Redazione Online Redazione Online
Euro 6
Tutto quello che c'è da sapere sulle omologazioni
Chiudi
 

Tempi duri per gli automobilisti, che nel comprare la macchina nuova non devono fare i conti solamente con il portafogli, ma anche con la legge, sempre più severa con le vetture. Il dieselgate, e l’onda lunga che ne è seguita, ha determinato un giro di vite, accelerando l'introduzione di procedure di omologazione più restrittive e favorendo, specialmente nelle grandi città, blocchi alla circolazione dei modelli meno virtuosi.

Una giungla di codici. Così è caccia all'auto Euro 6, la classe più evoluta in questo senso. In vigore dal settembre 2014 per le auto di nuova omologazione, questa normativa europea non muta i limiti di emissione di monossido di carbonio (CO) e particolato (PM) rispetto ai già bassi livelli previsti dalle precedenti Euro 5, ma riduce quelli di ossidi di azoto (NOx) per le diesel e introduce anche per le benzina a iniezione diretta una soglia sul numero di particelle di polveri sottili, dieci volte più alta di quella già prescritta dalle Euro 5 per le diesel. Da notare, però, che le Euro 6 si sono evolute nel tempo in diverse sottoclassi (Euro 6, Euro 6b, c, d-Temp), che prevedono tempistiche operative e standard omologativi differenti in base ai quali un'auto Euro 6 non è uguale all'altra, e, a seconda dei casi, potrà circolare più o meno a lungo nelle zone soggette a restrizioni (Milano, per esempio, pianifica di vietare l'accesso all’Area B ai diesel Euro 6 b e c già da ottobre 2025). Facciamo dunque chiarezza sulle varie normative, da quando sono valide e cosa comportano. In tutto ciò, occhio alle sigle, che per alcune case automobilistiche rispondono a una nomenclatura differente (Euro 6.2, Euro 6.3, ecc).

Euro 6: cosa cambia tra a e b? L'Euro 6 è un parametro che riguarda tutti i veicoli immatricolati da gennaio 2016. In base al quale i benzina sono tenuti a contenere entro il limite di 1 g/km le emissioni di CO, di 0,06 g/km gli NOx e (solo per i motori a iniezione diretta) di 0,005 g/km il particolato, mentre i diesel devono fermarsi rispettivamente a 0,5 g/km, 0,08 e 0,005.

Euro 6c. La normativa Euro 6c, obbligatoria per le auto che sono state omologate a partire da settembre 2017 e per tutte quelle immatricolate da settembre 2018, non tocca tanto le vetture a gasolio, quanto quelle a benzina a iniezione diretta. A queste è imposta una riduzione delle emissioni di particolato (da 6.000 a 600 miliardi di particelle per chilometro) allo stesso livello già previsto per le diesel sin dalle Euro 5b, il che ha costretto i costruttori a installare il filtro antiparticolato anche su molti modelli che si riforniscono alla pompa verde. Ma la vera modifica introdotta con la Euro 6c sta nel metodo. Per la prima volta, infatti, si ricorre al nuovo ciclo di omologazione Wltp (al quale dal 1 settembre 2018 tutti si devono attenere) e alla prova su strada Rde (acronimo di Real driving emissions), ma solo per il monitoraggio delle emissioni.

Euro 6d-temp (o Euro 6.2) e Euro 6d (o Euro 6.3). Valida per le omologazioni a partire da settembre 2018, ma obbligatoria per tutte le auto immatricolate dal 1° settembre 2019, l'Euro 6d-temp affianca alle prove di laboratorio la misurazione delle emissioni su strada attraverso la procedura Rde, ma solo per gli ossidi di azoto e il numero di particelle di particolato. Si stabilisce qui una soglia di tolleranza tra i dati rilevati nel ciclo in laboratorio e in quello su strada: la differenza può essere al massimo del 110%, a partire da un limite, relativo agli NOx, di 60 mg/km per i benzina e di 80 mg/km per i diesel in laboratorio, che quindi si traducono in 126 mg/km per i benzina e 168 mg/km per i diesel su strada. Uno scarto che, con la futura omologazione Euro 6d al via da gennaio 2020, si abbasserà fino al 50%, con limiti ai NOx sempre più bassi sia per i motori a benzina che per quelli a gasolio.

Altre conseguenze. Il rapido susseguirsi di normative in materia di emissioni ha reso necessari alcuni correttivi tecnici ai motori. Oltre al già citato filtro antiparticolato per i propulsori a benzina a iniezione diretta, parliamo dell'efficientamento dei sistemi di ricircolo dei gas di scarico e del ricorso ai catalizzatori SCR nei motori Euro 6d, per ridurre drasticamente il livello di NOx. Tutto questo si riflette anche sul consumatore, in termini di costi (di listino e di esercizio) e di libertà di scelta. Infatti, stanno già sparendo dalle gamme le piccole diesel.

COMMENTI

  • vorrei acquistare un auto nuova euro 6d-temp ma il venditore dice che manca ancora la direttiva da indicare sul libretto. In effetti ho guardato sul web e noto che l’ultima direttiva disponibile é la 715/2007*692/2008 ( Euro 6 B ). Qualcuno mi sa dire qualcosa di piú ? Grazie
  • Ringraziando la politica per il disordine che puntualmente genera quando serve prendere decisioni intelligenti in merito alla gestione del traffico nelle grandi aree metropolitane vorrei chiedere a qualcuno di questi grandi pensatori su che base fondata paventerebbero il blocco del diesel E6.1. Aggiungo che sto valutando di sostituire la mia Bravo E4 diesel con una Tipo 1.6Mj, già da ora minacciano che questa auto non potrà circolare tra 6 anni nell'area urbana di Milano.... faccio un passo indietro e potrei pensare di sostituirla con la 1.4 tjet a benzina che però rientra tra le auto che emettono co2 per il quale dovrei pagare l'ecotassa cosa che per assurdo la Mj non paga e che con tutti quei filtri sullo scrico emette anche pochi ossidi di zolfo.... BOH!!!
  • Non bastava euro 5 o 6, dove però sul libretto di circolazione la parola Euro non compare da nessuna parte. Quindi le persone normali come me, non sanno assolutamente nulla a quale categoria p euro appartenga la propria vettura. ma metterlo anche sul libretto di circolazione della vettura è così complicato?
  • tutto ciò è pazzesco, l'europa e il suo manifesto peggiore, sigle criptiche, codici e date. in parole povere se non ci si vuole piegare a questo eterno ricatto bisogna usarla il meno possibile o più drasticamente "fuga dall'auto". poi ad es. milano vieta e l'interland o il circondario magari permette, come se l'aria si possa confinare. le rottamiamo a gorizia e le spediamo in slovenia ovviamente lucrandoci su. applausi!
  • Personalmente avrei incentivato lo smaltimento dei diesel piu' vecchi con dei super-incentivi (almeno fino agli euro 4) e limitato ma non proibito l'utilizzo cittadino degli euro 5 ed euro 6. Per le vetture a benzina idem anche se un vecchio benzina dall' euro 2 è già un motore più pulito perché inquina molto meno di un euro 4 diesel. Comunque mala tempora currunt..
     Leggi risposte
  • Sono gabole amministrative... Dal 2020 meglio premunirsi, metano, plug-in, full electric e idrogeno.
     Leggi risposte
  • poi però basta aver un euro 1 a gpl e si viaggia in città senza problemi... boh... c è un qualcosa che non torna no ??
     Leggi risposte
  • Sul testo della norma europea 2017/1151 non risulta nessun obbligo per le nuove omologazioni della euro 6c, ma solo immatricolazioni a settembre 2018, si passa invece direttamente alla euro 6d-temp che è obbligatoria da settembre 2017 per le nuove omologazioni, non 2018 come riportato. Inoltre la nomenclatura 6.3 non viene mai definita ufficialmente, e personalmente non l'ho mai letta, ma c'è sempre una prima volta. Una simile è la nomenclatura OBD che definisce euro 6-1 le Eu6c di tipo AA, AB e AC, e euro 6-2 tutte le altre fino alla euro 6d. Praticamente la sigla euro 6-2 include quasi tutte le auto con WLTP
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca