Burocrazia

Monopattini
Potranno marciare anche sulle strade extraurbane secondarie

Monopattini
Potranno marciare anche sulle strade extraurbane secondarie
Chiudi

Che non si trattasse di una stretta l’avevamo scritto fin dall’approvazione degli emendamenti nelle commissioni ambiente e trasporti della Camera. Ma che, addirittura, si preparasse una liberalizzazione era sfuggito a tutti: dal giorno successivo all’entrata in vigore della legge di conversione del cosiddetto decreto Infrastrutture, cosa che probabilmente avverrà all’inizio della prossima settimana, i monopattini potranno infatti circolare anche sulle strade extraurbane secondarie (attualmente fuori città possono marciare solo sull’eventuale pista ciclabile, "esclusivamente all'interno della medesima").

Come le biciclette. A rivelare la "concessione" è l’ufficio studi dell’Asaps, l’Associazione degli amici e dei sostenitori della polizia stradale, sottolineando che oltre agli specifici ambiti esplicitamente inseriti nella norma (ossia "su strade urbane con limite di velocità di 50 km/h, nelle aree pedonali, su percorsi pedonali e ciclabili, su corsie ciclabili, su strade a priorità ciclabile, su piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata"), l’emendamento aggiunge anche ciò che seuge, "ovvero dovunque sia consentita la circolazione dei velocipedi". E siccome le biciclette possono circolare su qualsiasi strada tranne le autostrade e le strade extraurbane principali, ne consegue che possono farlo anche i monopattini.

Il ministero dell'Interno batta un colpo. In effetti, per come è scritta (male), la nuova disciplina lascia più di un dubbio. "Dubbi che vorremmo fossero subito superati da una interpretazione autentica, da una circolare", sottolinea l'Asaps, visto che il cosiddetto decreto Infrastrutture è stato definitivamente approvato. Fino ad allora i dubbi resteranno, visto che lo stesso dossier dell'Ufficio studi della Camera, a proposito della modifica sugli ambiti di circolazione dei monopattini, parla di "formulazione più ampia di quella vigente".

COMMENTI

  • Sono già pericolosi i ciclisti su strade urbane di scorrimento con limite 70km, figurarsi i monopattini. Che quando erano a spinta e senza incentivi li vedevi solo ai bimbi. Ora li usano anche per fare traslochi. Chissà perché.. mammalitaliani
     Leggi le risposte
  • Ho notato che il monopattino elettrico è il mezzo di trasporto prediletto dagli extracomunitari. Posso solo immaginare che sia una 'sacca' elettorale da tenersi buona e da trattare bene, dato che oramai essa è estremamente numerosa e porta voti. Altrimenti proprio non mi spiego una tale, pericolosa, concessione a veicoli intrinsecamente non sicuri e inadatti a circolare in promiscuità con altre tipologie di mezzi di trasporto.
     Leggi le risposte
  • Vado in monopattino quotidianamente, e in poco più di un anno ho percorso circa 750km (casa-ufficio, commissioni in centro, cose così), rispettando il CdS. Mi sono fatto una discreta esperiemza e trovo sia semplicemente FOLLE pensare di uscire dalla cinta urbana su uno di questi aggeggi.
  • Il monopattino, quando il TDI non sarà più permesso, sarà l'unico mezzo di trasporto legalmente ammesso per recarsi alle apericene cool (anche fuori regione). Ovviamente declinato nella versione Tesla alias Cyber Graziella. Farli circolare al di fuori delle ciclabili, dove rappresentano comunque un pericolo per chiunque, è semplicemente demenziale.
  • Una decisione "illuminata" come quella di chi ha deciso di far schierare al semaforo le bici in prima fila davanti ai mezzi a motore, quando scatta il verde è facile immaginare cosa potrebbe accadere. ..... e direi che fa il paio pure con la decisione di certe amministrazioni locali di ingrandire i marciapiedi a larghezze assurde, (ed inutili), solo per poter togliere i parcheggi laterali alle automobili, e senza ovviamente costruire parcheggi alternativi nelle vicinanze. Una guerra all'automobile privata senza quartiere e senza tregua.....
     Leggi le risposte
  • ROBA DA PAZZI!!!!!
  • chi lo fa è un kamikaze
  • La circolazione dei monopattini rispecchia la nostra classe politica....uno schifo!!!
  • Non ci resterà che contare le vittime e constatare l'aumento dei premi assicurativi. L'altro giorno uscendo da uno stop a raso con specchio, proveniva un monopattino (senza ne luci, ne casco) che sembrava una persona in lontanza, in 3 secondi era a 2mt dal cofano della mia macchina.
  • un delirio
  • A quando la loro circolazione anche in autostrada?
  • Lo facevano già, ne ho incrociato più di uno anche di notte . C'erano voluti 50 anni per poter andare in due su un 50 cc. Invece i 125cc ancora non possono entrare in autostrada .
  • Liberi di tentare il suicidio! Cag**a pazzesca:
  • Obiettivamente, è logico che dove possano circolare le biciclette, circolino anche questi cosi... Però resto sempre del parere che vietare (dico vietare, non lasciare libertà di scelta se averlo o no) uno straccio di sedile, sia una scelta pericolosa... L'unico tipo di veicolo pericoloso per legge (almeno sugli autobus urbani, se c'è posto, ti puoi sedere, non è che sei obbligato a stare in piedi). Mah
     Leggi le risposte
  • Assurdo, poi al primo incidente (mi auguro senza vittime), marcia indietro