Concept

Ford
La Mindfulness Car pensa al benessere dei passeggeri

Ford
La Mindfulness Car pensa al benessere dei passeggeri
Chiudi

La Ford va controcorrente e all'IAA Mobility di Monaco presenta una concept che non mette al centro l'elettrificazione, ma il confort e il benessere. Il prototipo, chiamato Mindfulness Car, è basato sulla Kuga ed è una sorta di vetrina tecnologica per le soluzioni immaginate dalla Casa americana e che, in futuro, potrebbero essere introdotte sui modelli di serie per mitigare lo stress dei passeggeri. Questo tema è particolarmente caldo in un periodo come quello che stiamo vivendo, con la pandemia che ha rafforzato la posizione dominante delle auto private come mezzo di trasporto e come sorta di rifugio dove isolarsi dai problemi che la vita quotidiana richiede di affrontare oggi. La scelta di privilegiare uno stato d'animo positivo per il guidatore si riflette anche sulla condotta di guida, auspicando così una maggiore attenzione ai pericoli e, in definitiva, una riduzione degli incidenti.

Aria sanificata, cromoterapia e massaggi. Al momento dello sblocco delle serrature il prototipo è in grado di attivare la funzione Unlock Purge, che purifica l'aria dell'abitacolo attraverso il sistema di climatizzazione dotato di speciali filtri antibatterici. Dei diodi UV-C, poi, provvedono a ridurre al massimo la riproduzione dei germi sulle superfici interne, sugli schermi e anche sullo smartphone posizionato sulla superfice di ricarica. I passeggeri vengono accompagnati durante il viaggio da una speciale illuminazione ambientale dinamica, che segue il ritmo circadiano e le impostazioni della climatizzazione, con i colori dei rivestimenti interni e la funzione massaggio dei sedili che contribuiscono al relax. Attraverso dei device indossabili e collegati alla vettura, poi, è possibile monitorare i parametri base degli occupanti, ma anche ottenere un feedback dal veicolo: il massaggio dei sedili può così sincronizzarsi con il battito cardiaco e anche l'illuminazione interna può assecondare il relax.

Anche l'orecchio vuole la sua parte. La configurazione acustica dell'abitacolo ricopre un ruolo fondamentale nel confort, e perciò la Ford ha sviluppato uno speciale impianto in collaborazione con B&O, denominato Beosonic. Il sistema integra quattro impostazioni denominate Bright, Energetic, Relaxed e Warm, per assecondare lo stato d'animo dei passeggeri, e sfrutta diffusori posizionati anche nei poggiatesta e nel padiglione, per offrire una esperienza acustica immersiva. L'impianto è programmato anche per riprodurre delle playlist dedicate in base al tipo di percorso impostato sul navigatore e alle condizioni di traffico, per mitigare lo stress a bordo. La vettura è in grado infine di utilizzare i dati degli Adas e del computer di bordo per aiutare i passeggeri: in caso di una frenata d'emergenza, per esempio, il climatizzatore è programmato per areare l'abitacolo con un getto di aria che serve a calmare gli occupanti. Un altro esempio è il sistema di monitoraggio dell'attenzione del conducente, che non si limita a suggerire una sosta ma, durante le pause, arriva a reclinare i sedili per assecondare un breve riposo, sfruttando l'impianto audio per favorire prima il relax e poi il risveglio. Sempre a vettura ferma, infine, è possibile accedere a specifiche guide per brevi sessioni di yoga e meditazione. 

COMMENTI