Abbiamo percorso quasi 700 km da Vizzola Ticino (Varese) a Monaco di Baviera, passando per lo Stelvio e St. Anton (Austria), per testare il nuovo pneumatico invernale di Pirelli, denominato Snowcontrol Serie II.

Non è stata effettuata alcuna comparativa specifica, ma abbiamo avuto modo di provarlo in tutte le condizioni, a cominciare dalla pista Pirelli, appositamente allagata per verificarne l'aderenza su bagnato, la reazione nelle frenate d'emergenza e la tenuta in condizioni di aquaplaning (prime due foto). In seguito, dai tornanti misti neve-ghiaccio che ci hanno condotto sullo Stelvio, siamo passati alla pista di neve fresca allestita a 3200 metri (terza foto). Infine, altri 350 km di strada con temperature comprese fra i -5 e i 3 gradi.

Secondo Pirelli, la tecnologia all'avanguardia che sta alla base dello Snowcontrol Serie II assicura una bassa resistenza al rotolamento, una buona regolarità d'usura (con tanto di Snow wear indicator che segnala il limite di consumo del battistrada al di sotto del quale è consigliato non scendere per avere buone prestazioni sulla neve) e una considerevole riduzione del rumore. Inoltre, il nuovo profilo garantisce un'area d'impronta ampia e squadrata, mentre gli incavi laterali di spalla e il fondo lamellato promettono, rispettivamente, una maggior tenuta sul bagnato e una migliore capacità di trazione sulla neve. Per il momento sono disponibili dieci misure (dalla 165/70R14 a 205/55R16) per citycar e medie.

Alessandro Carcano

Non perdete il numero di "Quattroruote" di novembre, nelle edicole a partire da questo weekend, con la nostra speciale comparativa fra pneumatici invernali (per Pirelli abbiamo provato i Sottozero II). Oltre a diversi test e alle nostre pagelle, troverete tanti consigli utili e un breve approfondimento su cosa dice il Codice della strada sull'utilizzo di questa tipologia di coperture.