Salone di Francoforte 2017
Tutte le novità della rassegna tedesca

×
 

Dal 12 al 24 settembre (con le prime due giornate riservate alla stampa), si svolgerà la 67esima edizione del Salone di Francoforte. In confronto alla lunga serie di forfait ufficializzati, gli abbandoni che pure in parte avevano intaccato l'edizione 2016 di quello di Parigi (Ford a parte, erano mancati solo marchi di ultra-lusso: Aston Martin, Lamborghini, Rolls-Royce) sembrano ben poca cosa.

Nove assenti. E sale il peso specifico della Germania. In conseguenza delle rinunce, la rassegna tedesca, mai come quest'anno, risulterà germanocentrica. Dato che a mancare saranno essenzialmente gli stranieri: al momento si contano le assenze di Fiat, Alfa, Jeep, Peugeot, DS, Nissan, Infiniti e Mitsubishi (oltre a quella, consueta, di Volvo, che in Europa esibisce solo a Ginevra).

Francoforte in (due) cifre: il 3 e il 500. Detto di chi non risponderà all'appello la mattina del 12 settembre, bisogna anche sottolineare che le novità saranno comunque tante e interessanti. A partire da quelle in grado di portare in serie le due macro-tendenze che plasmeranno il futuro dell'industria: l'automazione della guida (pensiamo all'Audi A8 e al suo sistema di livello 3) e l'elettrificazione dei powertrain, con un numero via via crescente di Ev prossime alla soglia dei 500 km di autonomia a zero emissioni (Jaguar i-Pace in testa).

Supercar all'orizzonte. Barra di mercurio alle stelle anche per le sportive: Francoforte vedrà il lancio dell'hypercar Mercedes-AMG, un oggetto da oltre due milioni di euro e mille cavalli. E potrebbe rappresentare, chissà, l'occasione perfetta per il debutto di un'ulteriore novità Ferrari. Per festeggiare degnamente i settant'anni del marchio.

Fabio Sciarra

GOFFREDO MAMELI

PER BACCIOTTI: Fiat non è più italiana. Quante volte abbiamo letto o sentito questa frase negli ultimi anni? Affermazione che pare assumere inconfutabilità assoluta a partire dal primo gennaio 2014, quando Fiat SpA annunciò l’acquisizione della totalità delle azioni di Chrysler Group LLC, dichiarando contestualmente di voler procedere alla fusione tra le due società che confluiranno così in un’unica, nuova società: Fiat Chrysler Automobiles NV. Appunto, NV: non SpA (né LLC, per par condicio verso i cugini americani). Naamloze Vennootschap, equivalente olandese di una nostra Società per Azioni, perché infatti la neonata società in cui è confluita l’italianissima Fiat SpA ha la propria sede legale ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, e il proprio domicilio fiscale nel Regno Unito, a Londra. Alle parole seguiranno presto i fatti, in quanto il 12 ottobre 2014 nasce ufficialmente la nuova holding FCA NV. Parliamo quindi di una società di diritto olandese con la propria sede fiscale in Inghilterra; non è quindi una società italiana, tecnicamente. Venendo alla struttura del gruppo, osserviamo che FCA NV possiede e controlla completamente le filiali FCA Italy SpA e FCA US LLC, che sono rispettivamente società di diritto italiano e statunitense, ma entrambe sottoposte al controllo assoluto della sopracitata società olandese. Quindi, il 100% delle azioni di FCA Italy SpA (italiana) appartiene a FCA NV (anglo-olandese), ma FCA NV di chi è? Chi la controlla? FCA NV è una grande società multinazionale, quotata in borsa a New York e a Milano, con una proprietà decisamente molto frammentata tra un’infinità di azionisti di dimensioni molto differenti. Il primo azionista è, guarda caso, un’altra società olandese: Exor NV. Exor NV possiede la maggioranza relativa del capitale azionario di FCA NV (29% delle azioni), sufficiente a garantirle un potere di voto pari al 44%, con cui Exor controlla FCA. Perché al possesso del 29% delle azioni corrisponde un potere di voto in assemblea pari al 44%? Grazie alla dimensione relativa delle quote azionarie degli altri soci, ma soprattutto grazie al possesso di azioni speciali che garantiscono diritti di voto doppi previste per i soci stabili dall’ordinamento olandese, altro motivo che giustifica il collocamento della sede legale ad Amsterdam. Ricapitolando: l’italiana FCA Italy SpA è controllata dall’olandese FCA NV, che è controllata a sua volta dall’altra olandese Exor NV. Ma chi controlla Exor? Exor NV è controllata da Giovanni Agnelli & C. Sapaz (acronimo che sta per Società in accomandita per azioni), che possiede un inespugnabile pacchetto azionario di Exor NV, pari al 51% delle azioni di quest’ultima (parliamo di maggioranza assoluta e non più relativa del capitale azionario). Dunque, Exor è controllata dall’italianissima Giovanni Agnelli &. C, cassaforte delle famiglie Agnelli e Nasi in cui sono blindate le loro partecipazioni atte a garantirgli un saldo controllo delle varie Fiat Chrysler, Ferrari, Case New Holland, Juventus. La cascata di società anglo-olandesi componenti la galassia Agnelli-Elkann-Nasi cela, a quanto pare, un controllo e una proprietà sostanzialmente italiani. Ma allora quali sono le ragioni alla base dello studio di questa intricata struttura societaria? Ragioni prevalentemente fiscali spiegano il domicilio fiscale londinese (soprattutto in merito ad una tassazione molto più leggera che, per esempio, in Italia sui dividendi erogati ai soci), e ragioni finanziarie spiegano la complessa struttura a cascata. Colgo l'occasione per precisare che tutte le società italiane operative che fanno capo ad FCA versano le imposte sui redditi e sul valore aggiunto della produzione in Italia. Giovanni Agnelli & C. Sapaz ha il 51% di Exor NV, Exor NV ha il 29% di FCA NV: per effetto della leva azionaria con un euro investito direttamente nella Giovanni Agnelli & C. Sapaz, i signori Agnelli-Elkann-Nasi controlleranno 15 euro di FCA NV (apportati in larga parte da terzi).

COMMENTI

  • PER BACCIOTTI: Fiat non è più italiana. Quante volte abbiamo letto o sentito questa frase negli ultimi anni? Affermazione che pare assumere inconfutabilità assoluta a partire dal primo gennaio 2014, quando Fiat SpA annunciò l’acquisizione della totalità delle azioni di Chrysler Group LLC, dichiarando contestualmente di voler procedere alla fusione tra le due società che confluiranno così in un’unica, nuova società: Fiat Chrysler Automobiles NV. Appunto, NV: non SpA (né LLC, per par condicio verso i cugini americani). Naamloze Vennootschap, equivalente olandese di una nostra Società per Azioni, perché infatti la neonata società in cui è confluita l’italianissima Fiat SpA ha la propria sede legale ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, e il proprio domicilio fiscale nel Regno Unito, a Londra. Alle parole seguiranno presto i fatti, in quanto il 12 ottobre 2014 nasce ufficialmente la nuova holding FCA NV. Parliamo quindi di una società di diritto olandese con la propria sede fiscale in Inghilterra; non è quindi una società italiana, tecnicamente. Venendo alla struttura del gruppo, osserviamo che FCA NV possiede e controlla completamente le filiali FCA Italy SpA e FCA US LLC, che sono rispettivamente società di diritto italiano e statunitense, ma entrambe sottoposte al controllo assoluto della sopracitata società olandese. Quindi, il 100% delle azioni di FCA Italy SpA (italiana) appartiene a FCA NV (anglo-olandese), ma FCA NV di chi è? Chi la controlla? FCA NV è una grande società multinazionale, quotata in borsa a New York e a Milano, con una proprietà decisamente molto frammentata tra un’infinità di azionisti di dimensioni molto differenti. Il primo azionista è, guarda caso, un’altra società olandese: Exor NV. Exor NV possiede la maggioranza relativa del capitale azionario di FCA NV (29% delle azioni), sufficiente a garantirle un potere di voto pari al 44%, con cui Exor controlla FCA. Perché al possesso del 29% delle azioni corrisponde un potere di voto in assemblea pari al 44%? Grazie alla dimensione relativa delle quote azionarie degli altri soci, ma soprattutto grazie al possesso di azioni speciali che garantiscono diritti di voto doppi previste per i soci stabili dall’ordinamento olandese, altro motivo che giustifica il collocamento della sede legale ad Amsterdam. Ricapitolando: l’italiana FCA Italy SpA è controllata dall’olandese FCA NV, che è controllata a sua volta dall’altra olandese Exor NV. Ma chi controlla Exor? Exor NV è controllata da Giovanni Agnelli & C. Sapaz (acronimo che sta per Società in accomandita per azioni), che possiede un inespugnabile pacchetto azionario di Exor NV, pari al 51% delle azioni di quest’ultima (parliamo di maggioranza assoluta e non più relativa del capitale azionario). Dunque, Exor è controllata dall’italianissima Giovanni Agnelli &. C, cassaforte delle famiglie Agnelli e Nasi in cui sono blindate le loro partecipazioni atte a garantirgli un saldo controllo delle varie Fiat Chrysler, Ferrari, Case New Holland, Juventus. La cascata di società anglo-olandesi componenti la galassia Agnelli-Elkann-Nasi cela, a quanto pare, un controllo e una proprietà sostanzialmente italiani. Ma allora quali sono le ragioni alla base dello studio di questa intricata struttura societaria? Ragioni prevalentemente fiscali spiegano il domicilio fiscale londinese (soprattutto in merito ad una tassazione molto più leggera che, per esempio, in Italia sui dividendi erogati ai soci), e ragioni finanziarie spiegano la complessa struttura a cascata. Colgo l'occasione per precisare che tutte le società italiane operative che fanno capo ad FCA versano le imposte sui redditi e sul valore aggiunto della produzione in Italia. Giovanni Agnelli & C. Sapaz ha il 51% di Exor NV, Exor NV ha il 29% di FCA NV: per effetto della leva azionaria con un euro investito direttamente nella Giovanni Agnelli & C. Sapaz, i signori Agnelli-Elkann-Nasi controlleranno 15 euro di FCA NV (apportati in larga parte da terzi).
  • non mi convince la scelta bmw di condensare in un unico modello 5gt e 6gc: due auto distantissime tra loro, come potrebbero trovare una sintesi comune? vedremo: spero che prevalgo lo spirito della 6
     Leggi risposte
  • Di italiano basterà la grande novità ferrari. Per il resto fanno bene a risparmiare soldi dove non hanno mercato e in un salone che anche come logistica mette all'angolino le case non tedesche
     Leggi risposte
  • Per quanto sia un salone crucco, è pur sempre importante e lasciare fuori Jeep e Alfa, visto il rilancio dei brand, non la vedo un'ottima mossa... chiaro, il mercato tedesco è marginale per questi marchi ma non sembra un po' un atteggiamento di superbia?
     Leggi risposte
  • Indubbiamente da vedere focus 500, Toyota supra, mrgane rs, e nuova polo....... il resto anche se non c era per me era uguale.
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19388/poster_1e908834-49cc-4c75-903f-3ab1b5e74a28.jpg La Renault Symbioz Concept ci prioetta al 2030 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-renault-symbioz-concept-ci-prioetta-al-2030 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19389/poster_197bca3e-cfa7-43e1-b30b-0d144719e116.jpg Il design della nuova Bentley Continental GT (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/il-design-della-nuova-bentley-continental-gt-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19394/poster_1f0d2ae2-6884-49eb-b126-74094abb6edc.jpg Mercedes-Benz al Salone di Francoforte 2017 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-benz-al-salone-di-francoforte-2017-in-inglese-1 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19396/poster_d11e1091-badc-4887-b615-bd7ad416e48c.jpg Mercedes EQ-A Concept in 60 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-eq-a-concept-in-60-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19400/poster_5bc718e4-8b86-4400-9590-58a22de2bedb.jpg Audi Elaine Concept: l'auto è sempre più intelligente http://tv.quattroruote.it/news/video/audi-elaine-concept-l-auto-sempre-pi-intelligente News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19405/poster_fd8b1cfb-e0ea-49d1-bcd4-59efc1729934.jpg Bugatti Chiron da record: 0-400 km/h in soli 42 secondi http://tv.quattroruote.it/news/video/bugatti-chiron-da-record-0-400-km-h-in-soli-42-secondi News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19459/poster_011.jpg Citroën C3 Aircross: al volante della Suv compatta http://tv.quattroruote.it/news/video/citro-n-c3-aircross-al-volante-della-suv-compatta News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CITROËN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona