Foto spia

Lamborghini
L'erede dell'Aventador esce allo scoperto

Lamborghini
L'erede dell'Aventador esce allo scoperto
Chiudi

L'erede della Lamborghini Aventador esce allo scoperto: queste sono infatti le prime foto spia del prototipo della nuova biposto V12 della Casa italiana, attesa nel 2023 e destinata a raccogliere un'eredità pesante. Come più volte sottolineato dai tecnici del Toro, con questo progetto l'imperativo è far sopravvivere il glorioso motore endotermico a 12 cilindri, integrandolo in un powertrain elettrificato. E per il momento, i dettagli sulla genesi del modello finiscono qui.

Estremamente Lamborghini. Queste foto spia mettono però subito in chiaro una cosa: la nuova vettura sarà estrema e aggressiva, come da tradizione della Lamborghini. Dalle serie speciali e dai modelli unici che sono nati negli anni sulla piattaforma precedente, la Casa di Sant'Agata ha tratto alcuni elementi stilistici che renderanno la biposto subito riconoscibile ed estremamente innovativa. Il frontale con le prese d'aria geometriche e i piccoli gruppi ottici può ricordare la Huracán Evo, mentre parabrezza e portiere sembrano più vicine alla Aventador. Le prese d'aria laterali, poi, appaiono articolate e sono presenti sul montante, davanti al passaruota (la principale) e nella minigonna (quella inferiore). La vettura, però, mostra tutta la sua originalià è nella coda: qui troviamo un paraurti molto scavato che ricorda la Sián, inoltre gli scarichi con quattro terminali sono stati spostati in alto, sulla linea dei fari, per fare spazio a un enorme diffusore con lame verticali e a una bocca centrale. Dalla Sián dovrebbe derivare anche la logica dello spoiler posteriore attivo, che a riposo copia la forma della coda, carenando gli scarichi, ma può alzarsi per generare maggiore downforce, lavorando insieme ai profili che sono presenti sul tetto, dalla sezione centrale più scavata.

V12 aspirato plug-in hybrid. Nonostante le camuffature tipiche dei prototipi, la nuova Lamborghini sembra già aver raggiunto la configurazione finale: la carrozzeria appare definitiva e priva di elementi posticci, e anche i gruppi ottici sono al loro posto. Il debutto statico potrebbe quindi avvenire entro poco tempo e sarà l'occasione per scoprire la scheda tecnica della vettura e confermare quanto ipotizzato fino a oggi. Sappiamo che la soluzione dei supercondensatori della Sian non sarà replicata e che il V12 (probabilmente rinnovato rispetto al 6.5 litri attuale) sarà integrato in un powertrain plug-in hybrid. Facile immaginare potenze di picco da capogiro, prossime alle quattro cifre, considerando che la Aventador Ultimae ha chiuso la carriera a quota 780 CV senza bisogno del contributo dell'elettrico.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Lamborghini - L'erede dell'Aventador esce allo scoperto

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it